Skip to main content


Ultime news da "Nuove energie"

11 Lug, 2024
L'opinione dell’avvocato penalista Giuliano sul dibattito in merito alla localizzazione dei necessari impianti
Sorprende l’analisi di Francesco Ferrante in merito all’allarme di Chicco Testa sulla necessità di ottenere con urgenza dalle Regioni l’adozione di piani regolatori delle rinnovabili; sulla necessità urgente, prima che sia troppo tardi, che vengano definite le aree non idonee a riceversi le distese di campi fotovoltaici a terra e agrivoltaici, e le pale eoliche. Sorprende chi come me e altri hanno fondato in Sicilia nei primissimi anni ’80 la Lega per l’Ambiente, con le sue lotte contro gli abusivismi costieri, le grandi opere pubbliche malavitose, gli inquinamenti industriali dei grandi p...

10 Lug, 2024
Arera, bollette in rialzo: «Il mercato libero presenta valori superiori al servizio di maggior tutela»
Come nel 2022, anche nella prima parte del 2023 i prezzi dell’energia elettrica in Italia e in Europa hanno risentito, seppur senza registrare i picchi dell’anno precedente, delle tensioni internazionali sui mercati all’ingrosso. E i rialzi si sono riflettuti sulle bollette dei clienti domestici, come documenta l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera) nella sua Relazione annuale 2023. I prezzi medi dell’energia elettrica per i consumatori domestici nel 2023 fanno registrare aumenti del +6% in Italia (con prezzi medi finali pari a 38,64 c€/kWh), ben lontani dal +40% del...

10 Lug, 2024
La provenienza del gas importato nel 2023 vede in prima fila Algeria, Azerbaigian e Qatar
Secondo i dati messi in fila dall’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera) in occasione della Relazione annuale 2023 appena pubblicata,  nel 2023 i Paesi dell’Ue hanno importato 155 mld mc di gas via tubo (-48 mld mc) con un calo del 24% determinato principalmente dalla riduzione delle importazioni dalla Russia e dalla Norvegia. Quest’ultima è rimasta il principale fornitore via gasdotto per l’Ue, con il 54% della fornitura totale, mentre l’Algeria ha rappresentato il 19% e la Russia il 17%. Si sono registrati aumenti marginali nella quota di fornitura da parte dei ...

9 Lug, 2024
Si rallentano le fonti pulite mentre si lascia spazio all’avanzata del gas e alla chimera nucleare
Dopo la sonora bocciatura ricevuta sulla prima proposta di Piano nazionale integrato energia e clima, il Governo ha ripresentato un nuovo Pniec entro i termini indicati dall’Ue. Paradossalmente, il Pniec che dovrebbe guidare la transizione ecologica del Paese offre invece un ruolo di primo piano al gas, oltre a introdurre l’ipotesi del nucleare. Il Piano nazionale di gestione dello spazio marittimo, che rappresenta invece un tassello preliminare ineludibile per permettere lo sviluppo dell’eolico offshore, ancora non si vede. Eppure il deferimento deciso dalla Commissione europea alla...

9 Lug, 2024
L’alternativa alla proposta del nuovo PNIEC che programma il ritorno delle centrali nucleari in Italia
Oltre 90 esponenti delle principali associazioni ambientaliste e della società civile, docenti e ricercatori di numerose università e di esponenti qualificati di organizzazioni del mondo delle imprese, hanno sottoscritto un Appello per un “100% rinnovabili Network”, in alternativa alla proposta del nuovo Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC) che programma il ritorno alla costruzione di centrali nucleari in Italia: di Small Modular Reactor (SMR, di Advanced Modular Reactor (AMR) e micro reattori con una potenza di 0,4GW al 2035, 2 GW al 2040, 3,5 GW al 2045 e 7,6 GW al 2...

9 Lug, 2024
I governi militari di Burkina Faso, Mali e Niger formano la Confédération des États du Sahel e scacciano le multinazionali minerarie occidentali
Il 6 luglio i presidenti delle giunte militari golpiste che governano il Burkina Faso, il Mali e il Niger hanno fondato a Niamey, con una cerimonia solenne e zeppa di uomini in divisa, la Confédération des États du Sahel, proprio alla vigilia del 65esimo summit della Communauté économique des États de l'Afrique de l'Ouest (Cédéao/Ecowas) della quale facevano parte. Il giorno prima la giunta militare del Niger aveva infornato la multinazionale canadese GoviEx Uranium Inc. (GoviEx) che non ha più diritti sull’area del permesso minerario di Madaouela, che è stata nazionalizzata e il ministero...

9 Lug, 2024
Programmi sul nucleare ed anti-ambientalisti e anti-rinnovabili che somigliano a quelli italiani
Il 7 luglio la mobilitazione unitaria della sinistra e degli ecologisti del Nouveau Front Populaire (NFP) e i patti di desistenza al secondo turno con i centristi del Presidente Emmanuel Macron hanno impedito non solo alle destra neofascista del Rassemblement National (RN) di vincere le elezioni, ma la hanno relegata al terzo posto all’Assemblée nationale, sconfiggendo anche una politica climatica negazionista e una politica energetica fossile, anti-rinnovabili e pro-nucleare. Il candidato premier del RN, Jordan Bardella si è più volte espresso a favore di una moratoria su tutti i nuo...

8 Lug, 2024
Cristini: «Auspichiamo un intervento urgente per risolvere incoerenze normative e sostenere la filiera italiana delle rinnovabili»
Dopo Elettricità futura – che rappresenta il 70% del mercato elettrico nazionale – un’altra importante associazione confindustriale, Anie Rinnovabili, scende in campo contro i decreti Aree idonee e Agricoltura denunciandone il potente fattore di freno per lo sviluppo delle energie pulite. Si tratta di un aspetto già denunciato con forza da tutte le principali associazioni ambientaliste nazionali (col Wwf a dare l’allarme per 80 mld di euro d’investimenti a rischio): «Il dl Agricoltura e il dm Aree idonee, oltre a vietare l’installazione a terra degli impianti sulla maggioranza del suolo ag...