Skip to main content


Ultime news da "Natura e biodiversità"

15 Lug, 2024
Attraggono patogeni che si diffondono da una popolazione all'altra
Secondo due nuovi studi, le piante autoctone e le colture non autoctone non prosperano in prossimità delle altre, poiché attirano parassiti che diffondono malattie in entrambe le direzioni. A dimostrarlòo è lo studio “Hiding in Plain Sight: A Widespread Native Perennial Harbors Diverse Haplotypes of ‘Candidatus Liberibacter solanacearum’ and Its Potato Psyllid Vector”, pubblicato su Phytopathology da Jaimie Kenney, Tessa Shates e Kerry Mauck dell’università della California Riverside (UCR) e da Marco Gebiola dell’università di Napoli Federico II e UCR, che documenta la presenza nelle p...

12 Lug, 2024
Wwf: «Le conseguenze negative di questa deriva saranno pagate anche dal governo, che dovrà fare presto i conti con una società sempre più informata»
La Corte di Giustizia dell’Unione europea ha appena ribadito con una sentenza il divieto di caccia al lupo in Austria e ha, di fatto, bocciato la legge che aveva permesso l’abbattimento di un lupo responsabile della predazione di circa 20 pecore. Secondo la Corte, «Una deroga a tale divieto al fine di prevenire danni economici può essere concessa solo se la popolazione di lupi si trova in uno stato di conservazione soddisfacente, il che non avviene in Austria». Una sentenza che non riguarda quindi solo il lupo ma che è stata platealmente ignorata alla Camera dove la maggioranza di des...

12 Lug, 2024
Ma di nuove aree marine protette non c’è traccia e l’unica iniziativa per il 30% Ue è il MER
Intervenendo a Bologna alla Conferenza di alto livello su "Salute e resilienza costiera del Mediterraneo e dell’Oceano Atlantico”, organizzata  nell’ambito del G7 “Scienza e Tecnologia 2024”, il ministro dell’ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin ha detto che «Gli obiettivi della Carta della Missione europea EU Horizon alla quale aderiamo oggi sono perfettamente in linea con i traguardi italiani, a cominciare dal raggiungimento, entro il 2030, del 30% di aree marine protette, di cui il 10% sottoposto a tutela elevata. Con questo obiettivo intendiamo dare urgen...

12 Lug, 2024
Grande soddisfazione di Wwf, Istituto Abruzzese Aree Protette, Riserva Gole del Sagittario e Comune di Anversa degli Abruzzi
L’indagine preliminare realizzata tra marzo e maggio 2024, per rilevare la presenza della lontra (Lutra lutra) nella Riserva Naturale Regionale e Oasi Wwf Gole del Sagittario, ha avuto esiti positivi, con il rinvenimento di escrementi in un punto ritenuto strategico per la specie. Il Wwf ricorda che «La lontra è una specie di grande interesse conservazionistico, classificata come vulnerabile, e oggi sta tornando a colonizzare lentamente i corsi d’acqua dove non risultava più presente da tempo». Lo studio, finanziato dalla Regione Abruzzo, stato affidato ai ricercatori Romina Fus...

11 Lug, 2024
Mappati per la prima volta campioni di aria, il contributo italiano ha riguardato campionamenti nell’arcipelago delle Svalbard
Luigi Paolo D’Acqui e Stefano Ventura, ricercatori dell’Istituto di ricerca sugli ecosistemi terrestri del Consiglio nazionale delle ricerche di Firenze (Cnr-Iret) e affiliati allo Spoke 3 di NBFC National Biodiversity Future Center - il Centro italiano sulla biodiversità - hanno partecipato allo studio “Airborne DNA reveals predictable spatial and seasonal dynamics of fungi” pubblicato su Nature da un folto team internazionale di scienziati guidato da internazionale guidato da Nerea Abrego e Brendan Furneaux dell'università finlandese di Jyväskylä, che sta mappando i funghi del mondo a par...

11 Lug, 2024
I petrelli delle Desertas cavalcano le scie dei cicloni per trovare cibo più abbondante
Il nuovo studio "Oceanic Seabirds Chase Tropical Cyclones", pubblicato su Current Biology  da un team internazionale di ricercatori che comprende l’italiano Federico De Pascalis dell’Area avifauna migratrice dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), rivela che, durante la stagione degli uragani, i rari petrelli delle Desertas (Pterodroma deserta), uccelli marini diffusi nell'Atlantico settentrionale, mostrano comportamenti di foraggiamento unici: «Contrariamente ad altri uccelli marini pelagici, queste procellarie non evitano gli intensi cicloni tropica...

10 Lug, 2024
Fedagripesca chiede una task force per tenere sotto controllo la prolificazione di alghe
Sulla sua pagina Facebook l’Area Marina Protetta di Miramare scrive: «Vi state lamentando del caldo e delle mucillagini? Non ditelo agli organismi bentonici: per loro, là sotto, è questione di vita o di morte. In questi giorni sui nostri fondali la situazione è quella che potete osservare nelle immagini: filamenti e fiocchi di mucillagini che avvolgono molluschi, spugne e ascidie e soprattutto una temperatura sul fondo assolutamente fuori norma. A 4 metri e mezzo di profondità ha raggiunto i 26 gradi e gli effetti si vedono già: evidenti i segnali di sofferenza su spugne gialle e nere e asc...

10 Lug, 2024
Il suo attuale areale è precedente all’arrivo degli europei e alla recinzione anti-dingo
Lo studio “Ancient genomes reveal over two thousand years of dingo population structure” pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS) da un team di ricercatori dell’università di Adelaide e della Queensland University of Technology (QUT), ha rivelato che la distribuzione dei dingo moderni (Canis lupus dingo) in Australia è precedente alla colonizzazione europea e a interventi come la costruzione di recinzione anti-dingo. Finora, la teoria più popolare era quella della “ dingo fence ”, una barriera lunga quasi 3500 miglia costruita tra la fine del XIX e l'inizio del X...