Geopolitica

Cinque cose da sapere sui minerali dell’energia pulita e sul loro sporco processo di estrazione

Il dilemma dell’estrazione dei materiali critici e del loro impatto sulle società e l’ambiente. Il caso RDC

Se il mondo vuole davvero abbandonare i combustibili fossili e passare all’energia rinnovabile, dovrà estrarre – e riciclare e riutilizzare – molti più minerali rari.  E’ uno dei temi in discussione alla sesta sessione dell’United Nations Environment Assembly (UNEA-6) in all’United Nations environment programme a Nairobi e durante la quale gli ricorderanno che l’estrazione di...

PetroStati in declino: rischi crescenti con la transizione energetica

I Petrostati destinati a perdere 8 trilioni di dollari per il calo della domanda e delle entrate del petrolio e del gas

Il think tank energetico Carbon Tracker sta presentando  - anche con webbinar - l’aggiornamento del suo rapporto Beyond Petrostates del 2021 dal quale emerge che «i Petrostati si trovano ad affrontare rischi sostanziali derivanti dalla transizione energetica, poiché il calo della domanda di petrolio e gas è destinato a esercitare una pressione al ribasso sui prezzi delle...

Legambiente Toscana: inaccettabili e ingiustificabili le violenze contro gli studenti a Pisa e Firenze

Un gruppo di docenti del Liceo Russoli: è stata una giornata vergognosa

Secondo Legambiente Toscana, «Quanto è successo oggi a Pisa e a Firenze è inaccettabile, studenti e studentesse sono stati caricati durante i cortei pacifici che si sono tenuti oggi in occasione della giornata nazionale di sciopero in solidarietà con il popolo palestinese e per la pace. Siamo al fianco dei giovani che sono scesi in...

A Pisa manganellate agli studenti in corteo, dall’Università «preoccupazione e sconcerto»

«Tutte le autorità competenti intervengano per garantire la corretta e pacifica dialettica democratica, tutelando la sicurezza della popolazione e della comunità studentesca»

L’Università di Pisa esprime profonda preoccupazione e sconcerto per gli scontri avvenuti questa mattina nel centro della città, che hanno causato a quanto pare il ferimento di studenti universitari e di studenti delle scuole superiori. In attesa di ricevere chiarimenti sull’accaduto e sull’operato delle forze dell’ordine, auspica che tutte le autorità competenti intervengano per garantire...

Firenze, domani ambientalisti in piazza per il cessate il fuoco in Palestina e Ucraina

Al via alle 11 presso il ponte Santa Trinita la manifestazione organizzata dalle realtà pacifiste fiorentine, che aderiscono all’iniziativa nazionale

Sabato 24 febbraio, a due anni dallo scoppio della guerra in Ucraina, è stata indetta una Giornata nazionale di mobilitazione nelle città italiane per “il cessate il fuoco in Palestina ed in Ucraina” dal titolo “Fermiamo la criminale follia di tutte le guerre, la corsa al riarmo, la distruzione del Pianeta”. A indirla, le coalizioni...

Materie prime: la Repubblica democratica del Congo contro l’accordo Ue – Rwanda

RDC: le materie prime sono le nostre e il Rwanda le ruba e sostiene e arma la guerriglia M23

La Repubblica democratica del Congo (RDC) si scaglia contro l'accordo di cooperazione sulle materie prime firmato il 19 febbraio tra Unione europea e Rwanda  e in RDC si moltiplicano le prese di posizioni contro questo memorandum che denunciano il saccheggio dei minerali congolesi da più di 20 anni da parte di alcuni Paesi stranieri, compreso...

Affari d’oro per le big oil Ue e Usa dopo l’inizio della guerra in Ucraina

I profitti delle 5 maggiori multinazionali oil&gas Usa ed europee superano il quarto di trilione di dollari

Secondo un’analisi pubblicata da Global Witness, «Le major europee e statunitensi del petrolio e del gas hanno realizzato profitti per oltre un quarto di trilione di dollari da quando la Russia ha invaso l’Ucraina.  Dopo aver registrato guadagni record nel 2022 grazie all’impennata dei prezzi dell’energia, nel 2023 le 5 più grandi fossil fuel companies hanno...

290 Ong a G7 e Ue: smettete di finanziare la militarizzazione della Russia importando combustibili fossili

Appello della società civile: colmare le lacune delle sanzioni energetiche e rafforzarne l’applicazione per porre fine alla guerra

Con una lettera aperta inviata ai leader del G7 Justin Trudeau, premier del Canada, Emmanuel Macron, presidente della Francia, Olaf Scholz, cancelliere della Germania, Giorgia Meloni, primo ministro dell’Italia, y Fumio Kishida, premier del Giappone, Rishi Sunak, premier del Regno Unieto, Joe Biden, presidente degli Stati Uniti d’America e a Ursula von der Leyen, presidente...

«Le iniziative del Regno Unito in materia di asilo in Rwanda minano le fondamentali tutele dei diritti umani»

L’Alto Commissario Onu Türk avverte anche il governo Meloni per l’accordo con l’Albania

Con una dichiarazione ufficiale, l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Volker Türk, ha avvertito che «Le iniziative legislative del governo britannico volte a facilitare il rapido allontanamento dei richiedenti asilo in Rwanda – anche riducendo drasticamente la capacità dei tribunali di controllare le decisioni di allontanamento – sono contrarie ai principi fondamentali...

El Salvador: in Parlamento il partito unico di Bukele. All’opposizione solo 6 deputati di centro-destra

Scompare la sinistra del FMLN che liberò il Paese dal fascismo

Dopo giorni di riconteggi e accuse di brogli, il Tribunal Supremo Electoral (TSE) di El Salvador ha confermato che anche il partito del presidente rieletto, Nayib Bukele ha ottenuto una schiacciante maggioranza assoluta nell'Asamblea Nacional: Nuevas Ideas (NI) si è aggiudicata 54 dei 60 deputati, un risultato che sancisce  l'egemonia e la concentrazione del potere del “Bukelismo” nella...

Esperta indipendente sui diritti in Russia: «Dopo la morte di Navalny, chi sarà il prossimo?»

L’Onu chiede un’indagine indipendente sulla morte di Navalny nel gulag artico

Secondo la prima esperta indipendente sulla Russia nominata dall’Human Rights Council, la bulgara Mariana Katzarova, «Le notizie provenienti venerdì dalle autorità russe sulla  morte del leader dell'opposizione imprigionato Alexei Navalny sono assolutamente scioccanti». l’United Nations human rights office (OHCHR si è detto «Sconvolto per la morte in carcere annunciata dalle autorità russe del leader dell’opposizione Alexei Navalny,...

Israele dichiara Lula persona non grata. Ma anche per l’Unione Africana Israele stermina il popolo palestinese

Amazzonia e bacino del Congo.: Brasile e Africa players chiave nell’agenda climatica

Il ministro degli esteri israeliano Israel Katz ha dichiarato il presidente del Barsile  «Persona non grata»  dopo che Luiz Inácio Lula da Silva aveva detto che «Quello che sta accadendo nella Striscia di Gaza non è una guerra, ma un genocidio». Durante una conferenza stampa in occasione della sua visita ad Addis Abeba per partecipare...

Avanza il water grabbing, l’accaparramento dell’acqua mina la stabilità sociale del mondo

Globalmente il 70% dell'acqua viene utilizzato per scopi agricoli, mentre il 22% è destinato all'industria e solo l'8% all'uso domestico

«La pratica del water grabbing – conosciuta anche come "accaparramento dell'acqua" – emerge come una delle sfide più significative che minacciano le risorse idriche globali e il benessere delle comunità che ne dipendono», scrive Marirosa Iannelli, presidente del Water grabbing observatory sulla rivista Babel di Cospe. Stando ai dati raccolti dall’Ipcc, ogni anno la temperatura...

World social forum in Nepal, Guterres: la crisi climatica si contrasta solo lavorando insieme

Legambiente: l’Italia dia l’esempio trasformando in realtà gli impegni presi all’ultima COP28 di Dubai

Secondo il segretario generale dell’Onu, António Guterres, «Il World social Forum rappresenta uno spazio importante per far sentire la propria voce, concentrarsi sui più vulnerabili, ripristinare la speranza e trovare soluzioni innovative per le persone e il pianeta». Nel messsaggio inviato al  World social forum che si è aperto in Nepal, Guterres ricorda che «Unirsi...

Cinque azioni chiave per spezzare il circolo vizioso tra crisi climatica, conflitti e fame

La Fao propone al Consiglio di Sicurezza Onu soluzioni rivoluzionarie per non lasciare indietro nessuno

Intervenendo all’High-Level Open Debate “The Impact of Climate Change and Food Insecurity on the Maintenance of International Peace and Security”, tenutosi al Consiglio di sicurezza dell’Onu, la  vicedirettore generale della Fao, Beth Bechdol, ha evidenziato che «La crisi climatica e i conflitti sono sempre più intrecciati e si alimentano a vicenda per perpetuare la fame...

Il consumo di gas in Austria cala di un quarto, ma la dipendenza dal gas russo “embargato” arriva al 98%

Il governo austriaco: è un fallimento del mercato energetico. L’obbligo di diversificazione dovrebbe ridurre la quota di gas russo

Il governo austriaco ha rivelato un paradosso che dimostra quanto siano flessibili e derogabili le draconiane misure europee di embargo verso la Russia per la guerra in Ucraina. Come spiega in una nota lo stesso governo, «Negli ultimi decenni l’Austria è diventata fortemente dipendente dalle forniture di gas russo. L’ultimo grande passo verso questa dipendenza...

Israele concede licenze a Eni per il gas offshore nell’area marittima della Palestina

Le associazioni per i diritti umani palestinesi: sono illegali e violano il diritto internazionale

L’8 febbraio, 4 gruppi palestinesi per i diritti umani - Al Mezan Center for Human Rights, Al Haq, Palestinian Centre for Human Rights (PCHR)  e Adalah (Giustizia in arabo) hanno denunciato che il governo israelian o ha dato «Licenze illegali di esplorazione del gas israeliano al largo delle coste di Gaza» e hanno chiesto a...

Unctad: bisogna riformare l’architettura del debito globale

Riallineare il debito globale con le esigenze dei Paesi in via di sviluppo. Anche quelli a reddito medio

L’United Nations Conference on Trade and Development (UNCTAD) ha chiesto riforme urgenti all’architettura del debito globale per evitare una crisi del debito diffusa tra i Paesi in via di sviluppo. L’Agenzia Onu  ha ricordato che «Sulla scia della pandemia di COvid-19, il debito sovrano estero dei Paesi in via di sviluppo – i fondi presi...

In Congo Rdc le peggiori inondazioni degli ultimi 60 anni. Si diffonde l’epidemia di colera

Ma nell’Est della RDC riesplode la guerra tra esercito e milizie e la missione Onu prepara il ritiro

Nella Repubblica democratica del Congo, l’Unicef e i suoi partner sono al lavoro per rispondere alle devastanti inondazioni nella Repubblica Democratica del Congo (RDC), dove il fiume Congo che sta salendo a livelli mai visti in più di 60 anni. Negli ultimi 2 mesi, 18 delle 26 province della RDC sono colpite da piogge eccezionalmente...

La guerra etnica per il petrolio dell’Abyei rivendicato dai due Sudan

In Sudan 25 milioni le persone necessitano di assistenza umanitaria e17,7 milioni soffrono la fame acuta

Dal 27 gennaio, decine di civili sono stati uccisi in una serie di attacchi nel sud della regione petrolifera di Abyei, contesa da Sudan e Sud Sudan. Sono stati uccisi anche 4 membri del personale fuori servizio di organizzazioni non governative locali. I combattimenti hanno provocato lo sfollamento di oltre 2.200 persone, la maggior parte...

Il boom delle petroliere con la bandiera del Gabon che aiutano la Russia a evitare le sanzioni

La dark-fleet aumenta e cambia bandiera per evitare controlli ed embarghi

Secondo i dati rilevati dalla società di intelligence marittima Windward AI, citata da Bloomberg, a gennaio il numero di petroliere che sventolano la bandiera del Gabon sono aumentate di 5 volte rispetto alla media mensile registrata nel 2023, Secondo questa indagine, riportata beffardamente anche dalla putiniana Russian Television – RT, alla fine di gennaio oltre...

Armi italiane: addio alla trasparenza. La revisione della legge 185 che piace alle lobby dell’industria e della finanza

Gruppo Banca Etica: no all’opacità sull’export di armi. Si cancella la lista delle “banche armate”

Secondo Rete Pace Disarmo, il 16 gennaio, con il voto favorevole agli “affari armati” nell’iter del Disegno di legge presentato dal Governo per la modifica della Legge 185/90 sull’export militare predisposte dal Governo  l’industria delle armi ha incassato il primo, grave e pericoloso regalo. Infatti, la Commissione Affari Esteri e Difesa del Senato ha approvato  «Tre emendamenti che inficiano...

Gaza è un inferno di fame e sangue e non c’è nessun sostituto per il lavoro salvavita dell’Unrwa

Ripristinare i finanziamenti all’UNRWA è una questione di vita o di morte. Semplicemente, a Gaza non c’è abbastanza cibo

Dopo che diversi Paesi occidentali – compresa l’Italia – hanno sospeso i finanziamenti all’United Nations Relief and Works Agency for Palestine Refugees in the Near East (UNRWA) perché 12 dei 30.000 membri dello staff dell’agenzia Onu sarebbero stati coinvolti nel massacro di israeliani del 7 ottobre compiuto da Hamas e che ha dato il via...

Piano Mattei, l’Africa al vertice di Roma: non siamo stati consultati

PD e Sinistra-Verdi: il Piano Mattei è una scatola vuota. La montagna non ha partorito niente

Il Vertice “Italia-Africa. Un ponte per una crescita comune”, non è  stato la passeggiata trionfale che la presidente del Consiglio Giorgia Meloni probabilmente si aspettava e a rovinarle la passerella è stato l’inatteso intervento del ciadiano  Moussa Faki, presidente della Commissione dell'Unione africana (quello  vero, non quello dello scherzo telefonico russo, come ha detto la...

Il Piano Mattei puzza di gas

Greenpeace, Kyoto Club, Legambiente e Wwf: al vertice Italia-Africa la Meloni parla d’altro ma l’idea sembra essere sempre e solo l’hub energetico del gas

Greenpeace, Kyoto Club, Legambiente e Wwf Italia non fanno sconti a Giorgia Meloni e al vertice Italia-Africa: «Anche se la Presidente non lo ha esplicitamente nominato, in realtà è molto chiaro che nel Piano Mattei le rinnovabili non sono protagoniste, protagonista è ancora il gas, insieme ai disegni ENI sui biocarburanti. È una visione miope...

Gli shock climatici potrebbero innescare disordini e reazioni autoritarie

La politica della scialuppa di salvataggio armata della destra e la radicalizzazione del movimento climatico

Nel febbraio 2019, Annals of the American Association of Geographers ha pubblicato il numero speciale  “Environmental Governance in a Populist/Authoritarian Era” e nell’editoriale “Authoritarianism, Populism, and the Environment: Comparative Experiences, Insights, and Perspectives”. James McCarthy della Graduate School of Geography della Clark University scriveva: «Gli anni recenti hanno visto la diffusa ascesa di leader autoritari...

Corte internazionale di giustizia: prevenire atti di genocidio contro i palestinesi nella Striscia di Gaza

Sudafrica: sentenza storica, Israele la rispetti. I palestinesi: è una sentenza in stile don Abbondio e non chiede la fine della guerra

Oggi, la Corte Internazionale di Giustizia (ICJ) ha dichiarato che i palestinesi hanno il diritto di essere protetti da atti di genocidio e ha invitato Israele ad «Adottare tutte le misure in suo potere» per prevenire tali azioni e consentire l’ingresso nel Paese degli aiuti umanitari di cui c’è disperatamente bisogno nell’l’enclave palestinese devastata dalla guerra. Anche...

La società civile africana boccia il Piano Mattei: corsa al gas pericolosa e miope

Summit Italia-Africa: affrontare la crisi climatica e proteggere le popolazioni africane

In vista del Summit Italia-Africa che si terrà a Roma il 28 e 29 gennaio, le organizzazioni della società civile africana (CSO) hanno scritto una lettera al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, alla presidente del Consiglio dei ministri Giorgia Meloni e al ministro esteri e della cooperazione Internazionale Antonio Tajani, nella quale esprimono la loro...

Summit Italia-Africa: il Piano Mattei è da rivedere

ECCO: puntare su clima e su energia pulita per un cambio di paradigma delle relazioni diplomatiche e commerciali con l’Africa

Il 28 e 29 gennaio a Roma si terrà il  Summit Italia-Africa e Giorgia Meloni incontrerà diversi leader di Paesi africa ni per presentare loro la cornice politica e le direttrici di intervento del Piano Mattei e, come ricorda il think tank climatico ECCO presentando il suo policy briefing “Il focus italiano sull’Africa: opportunità e...

In Brasile gli indigeni Yanomami continuano a morire a causa dei cercatori d’oro illegali

Survival: «Se questa situazione dovesse continuare la loro terra diventerà inabitabile»

A un anno dalla massiccia operazione governativa messa in campo dal presidente brasiliano Lula per liberare il territorio degli indigeni Yanomami dai cercatori d’oro illegali, la situazione continua ad essere catastrofica. I dati diffusi dal servizio sanitario ufficiale nell’area mostrano che nell’ultimo anno almeno 308 indigeni sono morti (la maggior parte bambini sotto i 5...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 110