Scienze e ricerca

L’eredità ecologica dei giganti marini erbivori scomparsi

Come le ritine di Steller estinte avrebbero rimodellato le foreste di alghe nel Pacifico settentrionale

Circa 250 anni fa, al largo delle Isole Komandorskie, un arcipelago che sorge nel Mare di Beriing ad est della penisola della Kamchatka,  Russia, venne probabilmente uccisa l’ultima retina di Steller (Hydrodamalis gigas), un gigantesco e pacifico sireniano, parente stretto dei dugonghi e dei lamantini e che, con alcuni esemplari che potevano raggiungere 8 metri...

Due delfini spiaggiati nella riserva del Borsacchio a Roseto degli Abruzzi

Life Delfi: «Emergenza interazioni tra delfini e attività umane nell’Adriatico»

Due delfini spiaggiati nel giro di pochi giorni nella Riserva naturale regionale del Borsacchio a Roseto degli Abruzzi preoccupano lo staff di Life Delfi per le interazioni cetacei-pesca nel mar Adriatico. Infatti, mentre sono ancora in corso gli accertamenti per stabilire le cause della morte dei due tursiopi, è apparso evidente sin dalle prime osservazioni...

2700 anni fa i minatori di sale delle Alpi bevevano già birra e mangiavano formaggio blu

Una scoperta fatta grazie all’esame di antichi escrementi nella miniera di Hallstatt

Studiando gli antichi escrementi umani trovati nella miniera di sale di Hallstatt, un team di ricerca guidato da Eurac Research e dal Naturhistorischen Museums  Wien sta ricavando informazioni uniche sulle complesse abitudini alimentari della preistoria in Europa e sulla storia della produzione del formaggio. Il team di ricercatori, del quale fanno parte anche scienziati del...

Trichechi visti (e contati) dallo spazio (VIDEO)

Citizen science comodamente da casa per censire e salvare i trichechi dell’Atlantico e del Mare di Laptev

Il British Antarctic Survey (BAS) e il Wwf stanno cercando volontari per trovare i trichechi analizzando migliaia di immagini satellitari prese dallo spazio, con l'obiettivo di saperne di più su come i trichechi saranno influenzati dalla crisi climatica. Scienziati e ambientalisti sperano che almeno mezzo milione di persone in tutto il mondo si uniranno al nuovo progetto...

Combattimenti fra paguri e microplastiche: come l’inquinamento minaccia la biodiversità marina

La crisi dell'inquinamento da microplastiche sta minacciando la biodiversità più di quanto si creda

Il nuovo studio “Animal contests and microplastics: evidence of disrupted behaviour in hermit crabs Pagurus bernhardus”, pubblicato su Royal Society Open Science da un team di ricercatori della Queen's University di Belfast evidenzia «l'impatto che le microplastiche stanno avendo sui paguri, che svolgono un ruolo importante nell'equilibrio dell'ecosistema marino». I ricercatori nord-irlandesi hanno scoperto che «Le microplastiche...

Università di Ferrara, la guida del dipartimento di Economia va all’economista ambientale Massimiliano Mazzanti

«Per affrontare le sfide poste dalle strategie europee sul cambiamento climatico, economia circolare, robotizzazione e digitalizzazione serve un ingente investimento formativo e di ricerca»

La transizione ecologica potrà dirsi compiuta quando non sarà più necessario distinguere tra teoria economica mainstream ed economia ambientale (o ecologica), perché avremo finalmente riconosciuto che non c’è economia senza ambiente. All’Università di Ferrara quel momento è un po’ più vicino, con l’elezione di Massimiliano Mazzanti a direttore del dipartimento di Economia e management. Ordinario...

Il primo censimento della biodiversità delle acque alpine identifica nuovi organismi

37 laghi, compresi Garda, Caldonazzo, Ledro e Serraia, e 23 fiumi europei come l’Adige sotto la lente delle moderne tecniche di metagenomica

Il progetto Ecoalpswater, coordinato dalla Fondazione Edmund Mach (FEM) nell'ambito di un consorzio che vede coinvolti 12 partner localizzati in Italia, Austria, Francia, Germania, Slovenia e Svizzera ha realizzato uno dei più estesi censimenti della biodiversità lacustre e fluviale dell’intera regione alpina monitorando con le tecnologie più innovative 37 laghi e 23 fiumi europei. Alla...

In Valpolicella si consumava uva già 6.300 anni fa

Ricerca coordinata dall’università degli studi di Milano ha scoperto pollini di vite negli strati archeologici più antichi

Dalle ricerche svolte dal Dipartimento di beni culturali e ambientali dell’università degli Studi di Milano, in accordo e collaborazione con la Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza, è emerso che «L’uva più antica della Valpolicella ha 6.300 anni e proviene dal sito preistorico delle Colombare di Villa, Negrar...

Le piante possono assorbire i ritardanti di fiamma e farli entrare nella catena alimentare umana

Studio sul mais delle università Ca’ Foscari Venezia e di Padova

Lo studio “Maize plant (Zea mays) uptake of organophosphorus and novel brominated flame retardants from hydroponic cultures”, pubblicato recentemente suChemosphere da Tiziano Bonato e Rossano Piazza dell’università Ca’ Foscari Venezia e da Giovanni Beggio e Alberto Pivato dell’università di Padova ha confermato «La potenzialità dei ritardanti di fiamma - additivi chimici applicati su un'ampia gamma di...

Startup dell’idrogeno: nasce Hyaccelerator di Snam

Il primo acceleratore su scala globale avviato da un’azienda

Con l'apertura della prima call per startup, dedicata a player attivi lungo l'intera catena del valore dell'idrogeno, dal trasporto allo stoccaggio fino agli usi finali, Snam ha lanciato HyAccelerator, il primo programma di accelerazione su scala globale per startup focalizzato sull’idrogeno e gestito da un'azienda. Le startup selezionate a valle delle call accederanno a un percorso...

Scoperta una nuova specie di ostrica, vive solo alla foce del fiume Muar in Malaysia

Scoperta grazie al DNA, ma conosciuta da molto. Prima la poteva mangiare solo il sultano di Johor

Lo studio “Global controversy in oyster systematics and a newly described species from SE Asia (Bivalvia: Ostreidae: Crassostreinae)”, appena pubblicato su Marine Biodiversity da Julia Sigwart, della  Queen University Belfast  e del Senckenberg Naturmuseum di Frankfurt am Main, e da Nur Leena W. S. Wong e Yuzine Esa dell’Universiti Putra Malaysia, ha scoperto una nuova...

Risolto dopo 50 anni il mistero di Manu, l’albero senza famiglia

Con il restringimento dell'habitat, la specie è probabilmente in pericolo. Darle un nome è un passo importante per la conservazione

Lo studio “Aenigmanu, a new genus of Picramniaceae from Western Amazonia”, pubblicato su Taxon da  un team di ricercatori statunitensi e brasilian giudati da Wayt Thomas del New York Botanical Garden (NYBG), ha risolto un mistero botanico vecchio di 50 anni e, sulla base di un'analisi del DNA dell'albero, identificato una nuova specie della foresta...

Epidemie: il distanziamento sociale funziona, non solo per gli esseri umani

I gorilla malati trasmettono malattie nel loro gruppo ma meno a quelli vicino. Le malattie respiratorie vengono trasmesse alle grandi scimmie dagli esseri umani

«Tosse e raffreddore si diffondono rapidamente all'interno dei gruppi di gorilla di montagna selvatici, ma sembrano meno probabili tra i gruppi vicini». A dimostrarlo è lo studio “Rapid transmission of respiratory infections within but not between mountain gorilla groups” pubblicato su Scientific Reports da un team del Dian Fossey Gorilla Fund I ricercatori ricordano che...

Ripresa post-Covid-19, Oms: azione climatica per evitare una catastrofe sanitaria

Il decalogo Oms e della comunità sanitaria globale per una ripresa che salvaguardi clima e salute

Secondo il “COP26 Special Report on Climate Change and Health – The Health argument for climate action” pubblicato dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) in vista della Conferenza Onu sui cambiamenti climatici (COP26 Unfccc) di Glasgow,  «Se vogliono sostenere una ripresa sana e verde dalla pandemia di Covid-19, i Paesi devono stabilire ambiziosi impegni nazionali sul clima»....

Gli uomini avevano cominciato a inquinare l’Antartide già prima di scoprirla

L’aumento del black carbon nelle carote di ghiaccio antartico dovuto agli incendi appiccati dai Maori in Nuova Zelanda più di 700 anni fa

Diversi anni fa, mentre analizzavano campioni di carote di ghiaccio provenienti dall'isola di James Ross in Antartide, gli statunitensi Joe McConnell e Nathan Chellman del Desert Research Institute (DRI) e  e Robert Mulvaney  del British Antarctic Survey (BAS) ha notato qualcosa di insolito: un sostanziale aumento dei livelli di black carbon iniziato intorno al 1300...

Nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi torna il volontariato

Manutenzione di sentieri e piccole strutture, controllo del territorio, monitoraggio della fauna e assistenza ai visitatori

Si apre una nuova stagione di volontariato nel parco nazionale delle Foreste casentinesi. Si inizia con quattro turni, tra ottobre e dicembre, per vivere un'esperienza unica in un territorio ammantato di foreste secolari. Ogni volontario potrà partecipare attivamente a progetti di promozione e conservazione della natura del Parco. Le principali attività, svolte, in collaborazione con...

Le tartarughine nate a Morcone sono 72. Nel nido ancora 4 tartarughine vive

In tutto mamma tartaruga aveva depositato 85 uova

Dopo che la notte del primo ottobre, a sorpresa, delle tartarughine marine sono sciamate a sulla spiaggia di Morcone, nel Comune di Capoliveri, all’isola d’Elba, e dopo che nei giorni successivi i volontari organizzati da Legambiente Arcipelago Toscano avevano fatto per giorno e notte i turni di sorveglianza, sfidando anche temporali, vento e pioggia, che...

All’Isola d’Elba la popolazione di pernice rossa geneticamente più integra d’Italia

La genomica in difesa della biodiversità. Studi internazionali guidati dall’università di Pisa pubblicati Genomics e Proceedings of the Royal Society B: Biological Series

All’università di Pisa dicono che «Perdita di habitat, uso di pesticidi in agricoltura, forte pressione venatoria ed ibridizzazione con specie aliene sono le principali minacce contro la pernice rossa (Alectoris rufa), un galliforme di maggior interesse socioeconomico nell’Europa sud-occidentale tra quelle che ricadono nella piccola selvaggina». Per pianificare le strategie di conservazione di questa specie...

Copernicus: settembre 2021 è stato uno dei 4 più caldi mai registrati a livello globale

Il ghiaccio marino artico ha raggiunto la 12esima più bassa estensione minima mensile

Il bollettino meteo mensile di Copernicus Climate Change Service (C3S), implementato dall’European Centre for Medium-Range Weather Forecasts per conto (ECMWF) dell’Unione europea, evidenzia i cambiamenti osservati a settembre 2021 nella temperatura dell’aria in superficie globale, nella copertura del ghiaccio marino e nelle variabili idrogeologiche. I risultati, basati su analisi generate da computer utilizzando miliardi di misurazioni da satelliti, navi, aerei...

Lamma: siccità è la parola chiave dell’estate toscana 2021

Ondate di caldo ed estate senza pioggia. E settembre non ha fatto eccezione

L'estate 2021 è terminata da diverse settimane e il Laboratorio di Monitoraggio e Modellistica Ambientale per lo sviluppo sostenibile (LaMMa), il consorzio pubblico tra la Regione Toscana e il Consiglio Nazionale delle Ricerche, presenta una sintesi di quali sono state le caratteristiche climatiche di un trimestre che «Si è distinto certamente per le poche piogge. L'aggettivo chiave...

Clima: se continuiamo così, dopo il 2500 la Terra diventerà aliena per gli esseri umani?

«I prossimi 500 anni e oltre cambieranno la Terra in modi che metteranno alla prova la nostra capacità di mantenere molti elementi essenziali per la sopravvivenza»

Ci sono molti rapporti basati su ricerche scientifiche che parlano degli impatti a lungo termine dei cambiamenti climatici - come l'aumento dei livelli di gas serra, delle temperature e del livello del mare - entro il 2100. L' Accordo di Parigi ci impone di limitare entro la fine del secolo il riscaldamento a meno di 2,0 gradi...

Dopo le estinzioni di massa cambiano i modelli di estinzione e di origine delle specie

Primo passo verso la previsione di come si svolgerà l'evoluzione dopo l'attuale crisi di estinzione

Lo studio “Mass extinctions alter extinction and origination dynamics with respect to body size”, pubblicato su Proceedings of the Royal Society B da Pedro Monarrez e Jonathan Payne della Stanford University e Noel Heim della Tufts University, ha scoperto un modello sorprendente di come la vita riemerge da un cataclisma e mostra che «Le normali regole...

Curare l’ambiente nei territori colpiti da incendi: necessario un approccio multidisciplinare

L’opinione delle società scientifiche: «I problemi complessi non hanno soluzioni semplici»

I vasti incendi che hanno colpito diverse regioni italiane nell’estate 2021, causando disastri ambientali, oltre alla perdita di vite umane ed ingenti danni economici, stanno suscitando ampio dibattito sulle azioni da intraprendere per prevenire questi fenomeni, e su come intervenire per ripristinare gli ecosistemi danneggiati. Due temi sollevati da esponenti politici, amministratori locali, tecnici agro-forestali...

La crisi climatica fa aumentare l’eco-ansia, soprattutto tra i giovani

Trascurare gli effetti dell'aumento dell'eco-ansia rischia di esacerbare le disuguaglianze sanitarie e sociali

L’allarme su una catastrofe climatica prossima ventura si è incarnato nell’ultimo rapporto “Climate Change 2021: the Physical Science Basis” dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC)  pubblicato ad agosto e che il segretario generale dell’Onu, António Guterres, ha definito «Un codice rosso per l'umanità», aggiungendo che «Le emissioni di gas serra dovute alla combustione di combustibili fossili e...

Aiuti di Stato: la Commissione Ue vuole agevolare gli aiuti che promuovono le transizioni verde e digitale

Sì agli aiuti a favore di tutela ambientale, energia rinnovabile, ricerca, sviluppo e innovazione

La Commissione europea invita gli Stati membri e tutti gli altri portatori di interesse a presentare osservazioni su alcune proposte di modifica del regolamento generale di esenzione per categoria e spiega che «L'obiettivo della revisione proposta è quello di integrare le modifiche apportate ad alcuni orientamenti e discipline in materia di aiuti di Stato che sono attualmente in...

Eruzioni esplosive dei vulcani: il campanello di allarme sono le emissioni di CO2

Uno studio italiano sulle emissioni di CO2 dai pennacchi vulcanici dello Stromboli

Secondo lo studio “Volcanic CO2 tracks the incubation period of basaltic paroxysms”, pubblicato su Science Advances da  un team di ricercatori italiani, le emissioni di CO2 dai pennacchi vulcanici sono utilizzabili quali precursori di violente eruzioni esplosive.  La ricerca è stata coordinata dal prof. Alessandro Aiuppa dell’università di Palermo, in collaborazione con il Laboratorio di Geofisica Sperimentale (LGS) dell’università di...

Premio Nobel alla chimica verde: vincono List e MacMillan, costruttori di molecole

L'organocatalisi asimmetrica: uno strumento ingegnoso per costruire in modo più efficiente qualsiasi cosa, dai farmaci alle celle solari

La Kungl. Vetenskapsakademien, l’Accademia reale svedese delle scienze, ha deciso di assegnare il Premio Nobel per la Chimica 2021 al tedesco Benjamin List, del Max-Planck-Institut für Kohlenforschung, e allo statunitense David WC MacMillan della Princeton University,  «Per lo sviluppo dell'organocatalisi asimmetrica», un nuovo preciso strumento per la costruzione molecolare: l'organocatalisi. «Questo  ha avuto un grande impatto sulla...

Ecco quali Paesi sono storicamente responsabili del cambiamento climatico (VIDEO)

Primi Usa, seconda Cina, terza Russia. L’Italia 19esima per emissioni storiche

L’enfasi messa dai Paesi sviluppati occidentali nei negoziati pre-COP26 Unfccc sulle emissioni di gas serra Cina e India (soprattutto Cina) cerca di distogliere l’attenzione da un tema molto caro ai Paesi in via di sviluppo e agli ambientalisti:  la responsabilità storica del cambiamento climatico e la giustizia climatica. Come scrive Simon Evans nell’analisi “Which countries...

Feri: perché sono a favore dell’eradicazione dei mufloni all’Isola del Giglio

Non si dice che i mufloni vengono già cacciati e abbattuti. Una situazione che deve finire

Ho letto con attenzione anche l'ultimo intervento riguardante la complessa vicenda legata ai mufloni, pubblicato su Giglio News a firma dei consiglieri Schiaffino e Cossu. Non entro nel merito delle richieste, legittime per altro, che i consiglieri fanno al Sindaco circa il coinvolgimento dei cittadini che essi rappresentano attraverso le modalità che ritengono più utili alla...

In Nuova Guinea, gli antichi esseri umani allevavano i casuari già 18.000 anni fa

Questi pericolosi animali potrebbero essere i primi uccelli allevati dagli uomini

I casuari sono uccelli irascibili, aggressivi e pericolosi, eppure «Frammenti di guscio d'uovo di casuari trovati in due siti preistorici in Papua Nuova Guinea suggeriscono che gli esseri umani potrebbero aver "allevato" i casuari già 18.000 anni fa». A rivelarlo è lo studio “Late Pleistocene/Early Holocene sites in the montane forests of New Guinea yield early...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 175