Geopolitica

Argentina: ha vinto Macri, ma è soprattutto l’addio a Cristina Kirchner

Un voto contro la corruzione peronista, ma il nuovo leader potrebbe far svoltare a destra il Paese

Tutto finisce e anche in Argentina è finita la parabola del peronismo kirchnerista e della Presidenta Cristina Fernández de Kirchner, che sembravano intramontabili. Un misto di autoritarismo socialisteggiante e di populismo tenuti ben saldi nelle mani degli eterni peronisti camaleontici argentini e una classe dirigente che non ha rinunciato a nessuno dei suoi privilegi, sguazzato...

I delfini, il Tpp e il Ttip. Una sentenza dell’Omc demolisce l’etichetta “dolphin safe” Usa

Il Messico vince il quarto ricorso. Un tipo di sentenza estensibile anche all’Ue con il TTIP?

Ben Beachy, un senior policy advisor di Sierra Club e responsabile del programma commercio della più grande e diffusa associazione ambientalista USA, lancia un nuovo allarme sulle possibili ricadute per ambiente, fauna e consumatori di trattati internazionali per il libero commercio come la Trans-Pacific Partnership (TPP) e la Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP). Beachy...

Nuovo carico di bombe destinate all’Arabia Saudita, via mare da Olbia a Piombino? (FOTO)

Il carico di bombe imbarcato su una nave della Moby Lines? Lo denuncia di PiIi (Unidos)

Il deputato sardo di Unidos Mauro Pili -  ex presidente della Regione Sardegna ed ex capolista del Popolo delle libertà in Sardegna ed oggi leader di Unidos Sardegna - Club della Libertà - ha pubblicato sul suo profilo Facebook le immagini del  trasbordo partito ieri alle 14,00 dalla fabbrica di armi  sarda di Domusnovas per...

Bombe italiane ad Arabia Saudita: «Inaccettabile che per la Ministro Pinotti sia “tutto regolare”»

Rete Italiana per il Disarmo, Amnesty International e Opla chiedono spiegazioni a Renzi

Intervenendo ieri a margine del  convegno “Italia e Nato: quale difesa?”, organizzato a Roma dall’Istituto Affari Internazionali e  dedicato alla discussione della riorganizzazione del sistema difesa italiano nel quadro euro-atlantico, la ministro della Difesa Roberta Pinotti ha commentato le recenti spedizioni di bombe ed armi da un aeroporto  sardo verso l'Arabia Saudita, una monarchia assoluta...

AGGIORNAMENTO. Mali: ostaggi liberi, più di 20 morti nell’attacco all’hotel Radisson (VIDEO)

Rivendicazione del gruppo salafita algerino Al Mourabitoune e di Al Qaeda del Maghreb

E’ finito nel sangue  l’attacco terrorista iniziato stamattina a Bamako, la capital del Mali, quando davanti all’Hotel Radsson Blu si è presentato un gruppo di uomini armati a bordo di un veicolo munito di targa diplomatica che subito è entrato nell’albergo ed ha occupato militarmente, dividendosi in coppie,  tutti i piani fino al settimo, poi...

Mali: attacco terrorista a Bamako. 170 ostaggi all’hotel Radisson

L’albergo circondato da militari del Mali, Onu e francesi. Anche forze speciali USA?

A Bamako, la capital del Mali, stamattina davanti all’Hotel Radsson Blu si è presentato un gruppo di uomini armati a bordo di un veicolo munito di targa diplomatica che subito è entrato nell’albergo ed ha occupato militarmente, dividendosi in coppie,  tutti i piani fino al settimo, poi hanno cominciato a sparare e mentre scriviamo, secondo...

Marcia globale per il clima, in tutto il mondo meno che a Parigi

A Roma appuntamento il 29 novembre a Piazza Farnese. A Milano “Un clima diverso per l’Europa”

A Parigi la Marcia Globale per il Clima è stata cancellata a causa delle misure di sicurezza imposte dagli attentati, ma 50 grandi manifestazioni sono programmate in tutto il mondo il 28 e 29 novembre, per chiedere di arrivare finalmente a un accordo vincolante che fermi i cambiamenti climatici. Gli organizzatori della Global Climate March parigina,...

Dove sono le bandiere per le stragi di Boko Haram in Nigeria?

Il Ciad prolunga lo stato di emergenza nella regione del Lago

Jeune Afrique, un prestigioso giornale panafricano che si stampa e va in linea a Parigi, dove ha la sua sede, ieri si chiedeva: «où sont les drapeaux?», dove sono le bandiere? Il riferimento polemico del giornale franco-africano era ai due attentati perpetrati da Boko Haram – la feroce milizia islamista che ha dichiarato la sua...

Amato: «L’attuale terrorismo si combatte rinunciando ai combustibili fossili»

Religione e scienza insieme per difendere il clima: «Senza interventi le temperature saliranno di 5 °C, mettendo fine alla nostra civiltà»

Se rinunciassimo davvero ai combustibili fossili per produrre l’energia che ancora oggi alimenta in modo preponderante l’economia mondiale, taglieremmo al contempo le gambe al terrorismo dilagante. Le parole di Giuliano Amato, giudice della Corte costituzionale e già presidente del Consiglio dei ministri, risuonano oggi dal Forum internazionale dell’informazione ambientale, in corso a Rieti e organizzato...

Perché la Cop 21 di Parigi è un summit per la giustizia e la pace

Più che mai, oggi abbiamo bisogno di solidarietà, la vera essenza del nostro movimento per il clima

In alcune circostanze, le parole sono difficili da trovare e quando le trovi appaiono inadeguate. Dopo gli attentati di venerdi a Parigi, l’ambiente è pesante e i nostri cuori sono pesanti. La gente è in collera e molti hanno paura. Numerosi membri della nostra équipe sono a Parigi per preparare la conferenza sul clima che...

Stragi di Parigi: quello che sanno e pensano i bambini

La scuola ci ha fatto diventare amici (anche se siamo tutti diversi)

Maddalena ha nove anni e le ultime parole del dibattito in classe sono le sue: «La scuola ci ha fatto diventare amici, anche se siamo tutti diversi». «Sono state cinque ore di scuola molto intense - mi dice la maestra Patrizia - E' stato bellissimo e domani continuiamo con dei pensieri individuali. Oggi è stato...

Mosca conferma: aereo russo abbattuto dai terroristi del Sinai. In Egitto arrestate 17 persone

Putin: «Finanziamenti allo Stato islamico provenienti da 40 Paesi, anche del G20»

Dopo un summit tenutosi al Cremlino sulle cause del disastro dellairbus A321 nel Sinai, in Egitto,  il direttore del Servizio federale di sicurezza russo  (FSB), Alexandre Bortnikov, ha detto: «Siamo pronti a confermare con certezza che si tratta di un atto terroristico. Durante il volo, una bomba artigianale di una potenza equivalente a un chilogrammo...

Anche gli Usa bombardano i camion del petrolio dello Stato Islamico. Nuovo raid russo

Distrutti 116 camion dell'Isis, contrabbandavano oro nero

Mentre in Turchia è in corso il G20, gli Usa mandano un segnale chiaro che, dopo gli attentati di Parigi, le cose cambiano anche per i servizi segreti e gli uomini d’affari turchi che si sono arricchiti con il traffico del petrolio estratto dai territori irakeni e siriani occupati dalle milizie dello Stato Islamico/Daesh: dopo...

Parigi, verso una Cop 21 blindata? Valls: dubbi sulla marcia per il clima del 29 novembre

Anche i cambiamenti climatici dietro il caos siriano: sono un problema di sicurezza nazionale, come il terrorismo

La Cop 21, la più attesa Conferenza Onu sul clima, si terrà e si terrà a Parigi. La conferma è arrivata questa mattina direttamente dal premier francese, Manuel Valls (nella foto), che hai microfoni della francese Rtl ha affermato come nessun capo di stato abbia chiesto di rinviare l’evento. «Tutti vogliono esserci – ha proseguito...

Uganda e Kenya in allarme dopo gli attentati di Parigi. Gli Shabaab pronti a colpire?

L’Uganda aspetta Papa Francesco. Il Pontefice andrà nella Repubblica Centrafricana in fiamme?

L’Uganda e il Kenya, due Paesi che sono già stati più volte vittime del terrorismo, hanno rafforzato le loro misure di scurezza dopo gli attentati di Parigi. Il portavoce della polizia dell’Uganda, Fred Enanga, ha detto all’agenzia cinese Xinhua che «Poliziotti, militarie ufficiali dei servizi segreti in più sono stati dispiegati a Kampla, la capitale...

L’ambientalismo e la sinistra dopo Parigi. Ricominciare a sognare un mondo migliore

Il sogno che vogliono spegnere le cento guerre mondiali e gli attentati di Parigi

Ad Antalya, in Turchia, dove si sta svolgendo un G20 che ormai sembra aver raggiunto le vette di inutilità e ipocrisia del G8/G7, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi, ha chiesto alla comunità internazionale di «formare un fronte unito per lottare contro il terrorismo […] La Cina pensa che debbano essere formate delle forze...

Beirut – Parigi: lo stesso terrore, le stesse lacrime

Il giorno prima dell’attacco a Parigi, strage di musulmani sciiti e sunniti a Beirut

Il giorno prima delle stragi di Parigi due attentati hanno colpito una strada commerciale della capitale libanese Beirut, un’area abitata soprattutto da musulmani sciiti e cruciale perché costituisce il punto di contatto tra il campo palestinese di Bourj el-Brajneh e il cuore della banlieue sud di Beirut. Il campo palestinese un anno fa aveva subito...

La più grande sfida. La Francia (e il mondo) dopo il massacro di Parigi

L’editoriale di Libération. Le prime pagine dei giornali francesi

Secondo un aggiornamento di stamattina fatto da Le Figaro «almeno 126 persone sono state uccise e più di 200 ferite venerdì sera in una serie di attacchi terroristi senza precedenti a Parigi e vicino allo Stade de France […] Il bilancio è molto pesante e ancora incerto (altre fonti dicono che ci sarebbero oltre 150 morti,...

Iraq, i peshmerga kurdi, PKK e YBŞ e i combattenti yazidi riconquistano Sinjar (FOTOGALLERY)

In fuga i jihadisti dello Stato Islamico. Interrotta la strada del petrolio

Le forze curde irakene,  assistite dai bombardamenti aerei della Coalizione a guida Statunitense, sono entrate a Sinjar (che i kurdi chiamano Shingal) , una città strategica nell'Iraq settentrionale, da tempo nelle mani dello Stato Islamico/Daesh, che aveva cacciato, ucciso o ridotto in schiavitù la popolazione della minoranza etnico/religiosa degli yazidi . Infatti, come si legge...

Fondo fiduciario di emergenza Ue contro le cause profonde della migrazione irregolare in Africa

Interventi nelle are più critiche: Sahel-Lago Ciad, Corno d’Africa e Africa del Nord

Il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, insieme ad alcuni capi di Stato europei, ha lanciato oggi a La Valletta, a Malta,  il Fondo fiduciario di emergenza dell'Unione europea per la stabilità e la lotta contro le cause profonde della migrazione irregolare e del fenomeno degli sfollati in Africa. Il vertice di La Valletta è stato...

Offensiva kurda contro la via del petrolio dello Stato Islamico tra Iraq e Siria

I peshmerga all’attacco per riconquistare Sinjar, la città martire degli yazidi

Oggi le forze armate del Kurdistan irakeno semi-indipendente hanno lanciato una vasta offensiva, battezzata "Free Sinjar",  contro lo Stato Islamico/Daesh per riconquistare la città di Sinjar, situata proprio sulla via di approvvigionamento strategico dei jihadisti  tra la loro capitale Rakka, in Siria, e la grande città irakena di Musul, il centro di potere degli islamisti...

Il segretario di Stato Usa Kerry: «Alla Cop 21 di Parigi nessun trattato vincolante»

Gli Stati Uniti pensano alle elezioni. Una prudenza politica che rasenta la miopia

Solo il 10 novembre il segretario di Stato Usa John Kerry aveva ribadito in un lungo intervento alla Old Dominion University, davanti ai pezzi grossi delle Forze armate statunitensi,  che «il cambiamento climatico e la sicurezza sono strettamente legati» e che quando partecipò al  Earth Summit  dell’Onu  a Rio de Janeiro,  nel lontano 1992. «...

Putin: «Abbiamo armi in grado di bucare lo scudo antimissile americano in Europa»

I servizi segreti egiziani dietro l’abbattimento dell’aereo russo nel Sinai?

Il presidente russo Vladimir Putin ha sempre pensato che il vero obiettivo dello scudo antimissile americano in Europa sia quello di neutralizzare il potenziale nucleare strategico della Russia e tutti sanno che ha lavorato per vanificare questo progetto. Ora Putin annuncia che «negli ultimi tre anni, le imprese della difesa russe hanno progettato e condotto...

Portogallo: la sinistra unita impedisce il golpe costituzionale della destra

Antonio Costa (PS), «È possibile voltare la pagina dell’austerità nel quadro della zona euro»

La sinistra portoghese, unita per la prima volta dopo 40 anni di democrazia, ieri ha impedito l’insediamento di un governo minoritario di destra PSD/CDS, presieduto dal premier uscente Passos Coelho, e ha promesso di «girare la pagina dell’austerità», ma soprattutto ha impedito un golpe costituzionale ordito dal presidente Anibal Cavaco Silva – a fine mandato...

Turchia ed ex Yugoslavia nell’Ue? Troppi problemi per democrazia e diritti umani

La Commissione europea: «Allargamento fondamentale per rafforzare la stabilità economica e politica nella regione»

Con  una serie di relazioni annuali adottate oggi (e che sembrano destinate a far discutere), la Commissione europea «ha valutato lo stato di avanzamento dei Balcani occidentali (Albania, Bosnia Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Serbia, Macedonia) e della Turchia nei preparativi per l'adesione all'Ue e ha delineato il percorso da seguire per affrontare i problemi ancora irrisolti. ...

Rossi: «Gli attacchi all’ambiente, la povertà e la mancanza di regole minacciano le nostre conquiste»

«Il fondamentalismo produce i profughi, fa alzare muri e crea argini alla fratellanza»

Inaugurando a Ponte Buggianese il Centro di documentazione dell'eccidio del Padule di Fucecchio, la strage compiuta il 23 agosto del 1944 dalle truppe naziste della ventiseiesima divisione corazzata che massacrarono 174 persone, il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha detto che «Dal sangue delle vittime che oggi ricordiamo sono nati la Costituzione e gli...

Myanmar: il regime militare riconosce la disfatta elettorale

Vince la Birmania democratica di San Suu Kyi. Riuscirà a liberarsi dalla tutela dei militari?

Il presidente uscente del Parlamento dell’Unione e della Camera dei rappresentanti del Myanmar, Shwe Mann, che era uno dei candidati più in vista del regime alle prime elezioni libere per il Partito della  solidarietà e dello sviluppo dell’Unione  (USDP, il partito dei militari al potere) ha riconosciuto la sua sconfitta e quella dell’intero regime sulla...

La Russia sta sviluppando un reattore nucleare mobile militare per l’Artico

Conferma del ministero della difesa. Böhmer (Bellona): «E’ un'idea assolutamente folle»

Il ministero della difesa russo ha annunciato l'intenzione di sviluppare una linea di reattori nucleari mobili di piccole dimensioni, che possono essere montati su camion e slitte, per utilizzarli nell’Artico russo. Ne da notizia l’associazione ambientalista/scientifica norvegese/russa Bellona che ne ha ricevuto conferma dallo stesso ministero. In una telefonata, il portavoce del ministero della difesa...

Toscana e Tunisia, la cooperazione internazionale spiegata da chi la porta avanti

L’esperienza di Cospe, che coordina 4 interventi nel Paese

Un legame sempre più forte quello tra Toscana e Tunisia. Una lunga serie di scambi e viaggi che hanno visto il presidente della Regione Enrico Rossi lo scorso luglio 2015 in visita a Kasserine, una delle regioni periferiche tunisine, al confine con l'Algeria, con cui la Toscana intrattiene da quasi quattro anni intensi rapporti. Alla visita ha...

Aiutiamoli a casa loro? In Italia 1 anno di aiuti umanitari vale 5 giorni di spese militari

Nel 2014 stanziati 377,9 milioni di dollari, in crescita rispetto al passato

Circa cinque giorni di spese militari, ovvero 377,9 milioni di dollari: è quanto ha investito l’Italia in aiuti umanitari, in tutti e 365 giorni del 2014. Numeri e proporzioni da tenere ben presenti di fronte alla “crisi dei migranti” e alla retorica dell’aiutiamoli a casa loro. Nonostante uno sforzo scandalosamente basso, nell’ultimo anno lo slancio...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 86
  5. 87
  6. 88
  7. 89
  8. 90
  9. 91
  10. 92
  11. ...
  12. 112