Cancro

Bel lavoro, Cancro. A settembre hai portato a casa lo stipendio, oltre a qualche record personale. Non mi aspettavo da te tanta vitalità e voglia di metterti in gioco, devo dire la verità. Mi hai stupito sotto tutti i punti di vista. Eppure, malgrado ciò, non ti concederò nessuna pausa per questo mese. Come faceva quella canzone? “Se mi rilasso, collasso!” Devi battere il ferro finché è caldo, amico mio. Non fermarti sul più bello, anche perché ti assicuro che il meglio deve ancora venire.

Illustrazione Martina Binosi