Isola d’Elba: cercasi volontari per difendere le tartarughe marine

Appuntamento a Mola il 20 luglio

[18 Luglio 2023]

Per l’isola d’Elba Il 2023 è un anno da record per la presenza di nidificazione di  tartarughe marine Caretta caretta: per ora ci sono state 5 nidificazioni a Galenzana, Marina di Campo e Fetovaia (comune di Campo nell’Elba), Lacona (Capoliveri) e spiaggia del Capitanino (Marciana Marina), le schiuse sono previste tra metà agosto e metà settembre, e alcune, sopratttutto le ultime 3, saranno molto ravvicinate tra loro. Questo però significa che per poter monitorare fin da subito  le spiagge (1 ora la mattina presto) e poi la nascita delle tartarughine (turni di 6 ore per 2 persone h24).  i tartawatcher organizzati da Legambiente dovranno essere molti di più.

Per questo, mercoledì 20 luglio alle 17:00 Legambiente Arcipelago Toscano farà il punto su una situazione eccezionale, bellissima ma complicata, all’aula VerdeBlu “Giovanna Neri” nella zona umida di Mola (al confine tra i Comuni di Capoliveri e Porto Azzurro) e spiegherà a tutte/i le/gli interessate/i come  si può partecipare a una bellissima impresa di tutela della natura, a conservare una specie così affascinante e Importante per il mantenimento degli equilibri marini e a contribuire a un’operazione di volontariato che sta dando un grande ritorno di immagine alla nostra Isola .

L’appello è rivolto a tutti gli Elbani, a tutti i nostri ospiti e agli operatori turistici che possono diventare volontari, guardiani dei nidi e coinvolgere i turisti in questa magnifica avventura.

Le mamme tartarughe e le tartarughine che nasceranno sulle nostre spiagge hanno bisogno di tutti noi.