Pesca e allevamenti

Gli inaspettati pesci e calamari trovati nel bel mezzo dell’Oceano Artico centrale

Merluzzi bianchi e calamari scoperti molto più a nord di quanto si credeva potessero vivere

Gli scienziati che partecipano alla spedizione internazionale MOSAiC con la nave rompighiaccio da ricerca tedesca Polarstern hanno trovato pesci e calamari in acque profonde nel bel mezzo mezzo dell'Oceano Artico. I risultati sonno stati resi noti nello studio “Unexpected fish and squid in the central Arctic deep scattering layer” pubblicato su Science Advances da  ricercatori della...

L’Olanda ridurrà del 30% gli animali allevati per proteggere l’ambiente

Greenpeace: l’Italia segua l’esempio dei Paesi Bassi

Il governo di centro destra olandese del premier liberale Mark Rutte ha reso noti i suoi piani per dimezzare le emissioni di azoto nazionali entro il 2030, anche attraverso la riduzione del 30% dei capi allevati.  Greenpeace sottolinea che «Si tratta del primo Paese in Europa a prendere questa strada, che il mondo scientifico indica...

45.000 specie marine sono a rischio estinzione. Un nuovo quadro globale

I più vulnerabili sono molluschi, coralli, echinodermi e i pesci volanti

Lo studio “A trait-based framework for assessing the vulnerability of marine species to human impacts”, pubblicato  su Ecosphere da un team internazionale di ricercatori presenta  «Un quadro per l'identificazione delle specie marine più vulnerabili che stimolerà la conservazione globale e gli sforzi politici contro il cambiamento climatico antropogenico». I ricercatori dell'Università del Queensland e il team...

Più cassette di legno nel mercato ittico, contro l’inquinamento da plastica in mare

Rilegno: «Siamo pronti a sostenerlo attraverso la nostra filiera per quanto riguarda le fasi di raccolta e avvio a riciclo»

Nonostante la retorica plastic free, l’inquinamento marino da plastica continua ad aumentare nel mondo e una parte rilevante del problema – oltre all’abuso e ai mancati conferimenti negli appositi cestini dei prodotti in plastica monouso – è costituito dal comparto della pesca: secondo il Centro comune di ricerca europeo, infatti, i rifiuti legati alla pesca...

Bluewashing all’One ocean summit? Tra il dire e il fare ci sono di mezzo le elezioni francesi

Creazione di aree protette e lotta alla pesca illegale sono i pilastri per preservare la biodiversità

All’appello del presidente francese Emmanuel Macron a partecipare all’One Ocean Summit. tenutosi a Brest dal 9 all’11 febbraio, hanno risposto 41 paesi hanno (Barbados, Canada, Cina, Cipro, Colombia, Comore, Corea del sud, Costa Rica, Costa d'Avorio, Croazia, Egitto, Francia, Gabon, Germania , Ghana, Giappone, Grecia, Islanda, India, Irlanda, Italia, Madagascar, Malta, Messico, Monaco, Marocco, Namibia,...

Le nuove norme italiane sui rifiuti marini. In attesa della legge “salvamare”

I rifiuti pescati accidentalmente non sono più speciali ma urbani

La Legge “Salvamare” ancora non c’è però con il D.lgs. 197 del 8 novembre 2021 si sono fatti enormi passi avanti per contrastare l’impatto prodotto dai rifiuti marini. Se n’è parlato nell’incontro con gli amministratori della Maremma e del Salento tenutosi ieri all’interno del progetto COMMON. Il decreto recepisce la Direttiva Europea 2019/883 relativa agli...

Nasce il network delle città costiere del Mediterraneo contro l’inquinamento marino

Una piattaforma delle buone pratiche già esistenti di COMMON per trasferirle in tutti i Paesi del Mediterraneo

Il Network delle Città Costiere, una rete di buone pratiche già introdotte nel territorio italiano  è il nuovo strumento per proteggere il Mar Mediterraneo dai rifiuti coordinato da COMMON, progetto di cooperazione finanziato da Eni CBC Med che vede Italia, Libano e Tunisia impegnate nella lotta al marine litter e in una gestione più sostenibile dei rifiuti....

One Ocean Summit in Francia: gli impegni per preservare un oceano sano e sostenibile

Gli ambientalisti: no al blue washing di Macron. Stop all’estrazione mineraria sottomarina e impegni veri per proteggere il 30% degli oceani

Oggi comincia a Brest, in Francia, l’One Ocean Summit che, fino all’11 febbraio, punta a  mobilitare la comunità internazionale affinché intraprenda azioni concrete per preservare e sostenere un oceano sano e sostenibile. Il summit, che si svolge nell'ambito della presidenza di turno francese del Consiglio dell'Unione Europea e con il sostegno dell’Onu, è il primo grande...

Il Corno d’Africa nella morsa della siccità: 13 milioni di persone alla fame grave

Onu: condizioni di clima secco mai registrate dal 1981, situazione sempre più difficile in Etiopia, Somalia e Kenya

L’allarme lanciato oggi dal World Food Programme  (WFP), l’agenzia Onu insignita del Premio Nobel per la Pace 2020, è drammatico: «Il Corno d’Africa sta vivendo condizioni di clima secco mai registrate dal 1981, con una grave siccità che, si stima, porterà 13 milioni di persone tra Etiopia, Kenya e Somalia alla fame grave nei primi...

Il cambiamento climatico sta soffocando il mare. Nel 2080 potrebbe mancare ossigeno nel 70% degli oceani

Nel 2021 le profondità medie hanno cominciato a perdere ossigeno a tassi innaturali

Gli oceani trasportano l'ossigeno disciolto sotto forma di gas e, proprio come gli animali terrestri, gli animali acquatici hanno bisogno di quell'ossigeno per respirare. Ma gli oceani si riscaldano a causa del cambiamento climatico e la loro acqua può contenere meno ossigeno. Secondo il nuovo studio “Emerging Global Ocean Deoxygenation Across the 21st Century”, pubblicato su Geophysical...

La dieta per il pianeta del Politecnico di Torino. Per un sistema alimentare sano e sostenibile

Un nuovo indicatore per misurare la salute e la sostenibilità dei sistemi alimentari globali e la loro evoluzione

«E’ possibile garantire una dieta sana per una popolazione futura di 10 miliardi di persone rispettando le soglie di sostenibilità del pianeta? Partendo da questa domanda, lo  studio “Compliance with EAT–Lancet dietary guidelines would reduce global water footprint but increase it for 40% of the world population”, pubblicato su Nature Food, Marta Tuninetti, Luca Ridolfi e Francesco Laio del Dipartimento di...

La microplastica “mancante” è in fondo all’oceano ed è molto piccola (VIDEO)

Le piccole microplastiche sono inquinanti e bisogna valutare la contaminazione da plastica nella biomassa

Sulla superficie degli oceani di tutto il mondo galleggiano circa 51 trilioni di frammenti di microplastiche che provengono dalla degradazione di diversi tipi di plastica. Questi minuscoli frammenti lunghi meno di 5 millimetri inquinano gli ecosistemi marini e costieri. Centinaia di studi hanno esaminato i rifiuti di  plastica sulla superficie o vicino alla superficie degli oceani,...

La Sardegna sospende la moratoria della pesca dei ricci di mare

Grig: «E carnevale». La moratoria era stata approvata nel 2021, sospesa dopo pochi mesi

il Consiglio regionale della Sardegna  ha approvato con procedura d’urgenza in sede legislativa la sospensione della moratoria della pesca dei Ricci di mare (art. 13, commi 47° e 48°, della legge regionale Sardegna n. 17/2021) fino al prossimo 15 aprile, accogliendo così le proteste dei pescatori di ricci di mare. La  vicepresidente della Regione, Alessandra Zedda, ha spiuegato così la decisione: «Il confronto con...

Più di 1milione e 200mila firme contro il commercio di pinne di squalo nell’Unione Europea

Stop Finning – Stop the Trade è stata una delle iniziative dei cittadini europei di maggior successo

Sea Shepherd  ha annunciato che l’'iniziativa Stop Finning – Stop the Trade, che si chiudeva il 31 gennaio 2022, ha raggiunto oltre un milione e 200mila firme e che «I cittadini europei chiedono quindi chiaramente la modifica della legislazione esistente, che ancor oggi permette il commercio e il transito delle pinne di squalo all’interno dell’Unione...

Unione europea e Ioc Unesco insieme per l’alfabetizzazione oceanica (VIDEO)

Azioni e campagne collettive per rendere cittadini e comunità più alfabetizzati sull'oceano

Oggi prende il via una partnership tra Direzione generale degli affari marittimi e della pesca dell’Unione europea (DG Mare) e Intergovernmental Oceanographic Commission dell’Unesco (Ioc) a sostegno della EU4Ocean coalition, l'iniziativa di alfabetizzazione oceanica a livello dell'Ue messa in piedi dall’Unione europea. Ed è prioprio l’IOC Unesco a spiegare il perché di questa partnership: «L'istruzione e la...

Il cervello dei gatti si è notevolmente ridotto con l’addomesticamento

Il processo di addomesticamento dei gatti sarebbe iniziato circa 10.000 anni fa

L’aspetto centrale delo studio “Cranial volume and palate length of cats, Felis spp., under domestication, hybridization and in wild populations” pubblicato recentemente su Royal Society Open Science da Raffaela Lesch, Kurt Kotrschal e W. Tecumseh Fitch, dell’Universitāt Wien, e da Andrew C. Kitchener e Georg Hantke, del National Museums Scotland,  era quello di replicare gli studi di Paul...

Lupi in Toscana: il terrore corre sulle pagine dei giornali

Il duplice effetto dell’ingiustificato allarmismo sull’avvistamento di lupi

Altri articoli del terrore escono sulle cronache toscane. "Non lasciare MAI fuori dalla vista e incustoditi i minori specialmente nelle ore serali" Noi non entriamo più nel merito degli eventi, ci sentiamo solo di dire che una comunicazione di questo tipo, allarmistica e volta e instaurare una rinnovata paura nei confronti del lupo, ha un...

Biodiversità: gli orientamenti Ue per proteggere il 30% del mare e del territorio

Le line guida della Commissione Ue per istituire le nuove aree protette terrestri e marine entro il 2030

La strategia dell'UE sulla biodiversità per il 2030, adottata nel maggio 2020, fissa l'obiettivo di proteggere il 30 % del territorio e del mare dell'Ue entro il 2030 e, in linea con l’European Green Deal, propone azioni e impegni ambiziosi dell'Ue e dei Paesi membri per arrestare la perdita di biodiversità in Europa e nel mondo, in...

Marea nera in Perù: ordine di non lasciare il Paese per 4 dirigenti Repsol

Il capitano della nave italiana coinvolta smentisce la versione della Repsol

Oggi, il giudice Romualdo Aguedo ha proibito di lasciare il Perù per 18 mesi al direttore esecutivo della Repsol in Perù, Jaime Fernández-Cuesta, a Renzo Tejada Mackenzie, capo del Terminal Marítimo 2  della raffineria La Pampilla dove il 15 gennaio è avvenuto l’incidente che ha provocato una devastante marea nera, a Cecilia Posadas Jhong, responsabile della...

Survival: complotto del governo brasiliano per aprire il territorio di una tribù incontattata

Invece di difendere gli indios, FUNAI si incontra con chi li vuole eliminare

Nel 2021 la Coordenação das Organizações Indígenas da Amazônia Brasileira (COIAB) e l’Observatório dos Direitos Humanos dos Povos Indígenas Isolados e de Recente Contato l’organizzazione (OPI), in collaborazione con l’Articulação dos Povos Indígenas do Brasil API), l’Instituto Socioambiental (Isa) e Survival International, avevano lanciato la campagna “Incontattati o Distrutti” (Uncontacted or Destroyed) per fare pressione sul governo...

Peste suina e influenza aviaria, rapporto Wwf: ripensare sistemi produttivi e consumi

Allevamenti sostenibili e consumare meno carne. Gli animali allevati come cibo sono 3 volte più degli esseri umani

Secondo il nuovo report “Toccare con mano la crisi ecologica” del WWF, «Ripensare i nostri sistemi produttivi e di consumo del cibo e le nostre relazioni con la fauna selvatica, in una dimensione ecologica che sia rispettosa di tutte le componenti che caratterizzano la vita sul Pianeta, è la migliore prevenzione che possiamo attuare per...

Perù: ripulire la marea nera a mani nude. Coinvolta una nave italiana. Colpa di Repsoil, non dello tsunami del vulcano di Tonga

E’ in corso un’altra marea nera nella stessa area? 21 spiagge colpite. Strage di animali

Le autorità peruviane stanno indagando su una seconda fuoriuscita di petrolio che si sarebbe verificata nella stessa area colpita il 15 gennaio dalle onde dello tsunami causato dall’esplosione di un vulcano sottomarino a Tonga e che ha causato la fuoriuscita di circa 6.000 barili di petrolio. Infatti, la Dirección de Capitanías y Guardacostas del Perú (Dicapi) ha...

I granchi verdi alla conquista della Nazione Lummi e dello Stato di Washington

Ordine di emergenza del governatore: eradicate i granchi invasivi. Il popolo autoctono: devastano le nostre risorse marine

Il 19 gennaio, il governatore democratico dello Stato di Washington, Jay Inslee, ha emesso un ordine di emergenza  per «Affrontare l'aumento esponenziale della popolazione di granchi verdi europei  (Carcinus aestuarii) all'interno dello stagno marino della Nazione Lummi e nelle aree costiere esterne». Inslee ha ricordato che «Il granchio verde europeo è una specie invasiva dannosa a livello...

Aree marine protette ed eolico offshore possono convivere bene

L’eolico offshore potrebbe portare vantaggi per il mondo naturale in modi che vanno oltre la produzione di energia a zero emissioni di carbonio

Nel 2014, un team di scienziati marini scozzesi, olandesi, statunitensi guidato dall'università di St Andrews pubblicò su Current Biology lo studio "Marine mammals trace anthropogenic structures at sea” che esaminava il comportamento di due specie di foche  (Phoca vitulina e Halichoerus grypus) nei vasti parchi eolici del Mare del Nord. Le foche comuni e grigie...

Peste suina africana: le indicazioni e i chiarimenti di Ispra

La presenza del lupo non contribuisce alla diffusione della Peste suina africana, la braccata al cinghiale sì

Il 7 gennaio scorso è stata confermata dal Centro di Referenza Nazionale per le Pesti suine dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche “Togo Rosati”  la presenza della peste suina africana (PSA) al confine tra Piemonte e Liguria. Il Ministero della Salute con il supporto dell’Unità di Crisi Centrale e il Gruppo di Esperti in...

I cavallucci marini non sono così fedeli come si credeva

I legami di coppia saltano in caso di temporanea assenza del partener e forse dipendono dalla persistenza dei saluti rituali quotidiani tra maschio e femmina

I cavallucci marini maschi prendono così sul serio il loro l'impegno familiare da liberare le loro partner dal peso della gravidanza assumendoselo loro. e i biologi finora ritenevano che anche le femmine di ippocampi d fossero altrettanto devote ai loro compagni. Ma lo studio “Does the female seahorse still prefer her mating partner after a...

Le luci Led sulle reti da pesca riducono del 95% le catture accessorie di squali, tartarughe marine e altri animali

La pesca con reti illuminate è più efficiente e mantiene i livelli di cattura delle specie target

Le reti da posta sono uno degli attrezzi da pesca più utilizzati nelle regioni costiere degli oceani di tutto il  mondo, ma spesso catturano altri animali non presi di mira dai pescatori e che includono specie in via di estinzione, minacciate e protette come squali, tartarughe marine, mammiferi marini e uccelli marini, ma anche altre specie di...

Greenpeace: con Bolsonaro la deforestazione dell’Amazzonia è aumentata del 75%

Le relazioni pericolose dell’Unione europea con il presidente neofascista del Brasile

Secondo il rapporto "Dangerous man, dangerous deals - Why the EU should not strengthen relations with Bolsonaro”, pubblicato oggi da Greenpeace International, «Da quando Jair Bolsonaro è diventato Presidente del Brasile, nel 2019, la deforestazione amazzonica è aumentata del 75,6%, gli allarmi per gli incendi forestali sono cresciuti del 24% e le emissioni di gas...

La sensibilità dei cetacei delle Bocche di Bonifacio

Estendere le aree protette a mare e le misure di mitigazione degli impatti antropici

Lo studio “Cetacean sensitivity and threats analysis to assess effectiveness of protection measures: an example of integrated approach for cetacean conservation in the Bonifacio Bouches”, pubblicato recentemente su Biodiversity and Conservation da un team di ricercatori di università della Tuscia (Campana, Angeletti, Giovani), Accademia del Laviatano (Paraboschi) e Istituto Superiore per la Protezione e la...

Tonga, l’80% della popolazione è stata colpita dall’eruzione del vulcano e dallo tsunami

Riaperto l’aeroporto, arrivano i primi aerei con i soccorsi, ma alcune isole sono state completamente distrutte

Secondo l’United Nations Office for the Coordination of Humanitarian Affairs (OCHA) a Tonga, in seguito all’esplosione del vulcano sottomarino e al susseguente tsumami, «Circa 84.000 persone, più dell'80% della popolazione, sono state colpite dal disastro, con tre morti accertati fino ad oggi. Sono stati segnalati anche feriti. Il governo di Tonga ha dichiarato lo stato di emergenza...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. 8
  10. ...
  11. 55