Pesca e allevamenti

Capraia Smart Island: la filiera ittica del futuro è sostenibile

Appuntamento dal 23 al 25 settembre a Capraia

Lafiliera ittica deve diventare sostenibile. La sfida è quella applicare anche ai settori della pesca, acquacoltura e maricoltura quelli che sono gli obiettivi di sostenibilità, ormai ineludibili, per vincere le sfide del clima e delle risorse del XXI Secolo. Per questo motivo torna l'iniziativa "Capraia Smart Island - Filiera Ittica Sostenibile" che è la manifestazione dedicata all’innovazione sostenibile nella filiera...

Incendi in Sardegna, Wwf: non chiamatela calamità

Emergenza incendi in tutto il Mediterraneo. 5 raccomandazioni per ridurre il rischio

Il Wwf parla di «Un disastro immane che ha azzerato la biodiversità, distrutto interi ecosistemi, carbonizzato boschi secolari, sterminato migliaia di animali: dai mammiferi agli uccelli, dagli insetti agli anfibi e ai rettili. Enormi porzioni di paesaggio sono ormai irriconoscibili. Un disastro per l’agricoltura, la pastorizia e le migliaia di persone coinvolte che ha alla...

Le acque di zavorra della navi potrebbero diffondere una malattia mortale dei coralli

Alle Bahamas la SCTLD sarebbe arrivata così. Ma tra i colpevoli potrebbero esserci anche pescatori e subacquei

Considerata «La più letale minaccia immediata per le barriere coralline delle Bahamas», la minacciosa diffusione della Stony Coral Tissue Loss Disease (SCTLD) era rimasta avvolta nel mistero. Per più di due anni, questa malattia altamente trasmissibile nell’acqua ha afflitto devastato i meravigliosi fondali delle Bahamas: diffondendosi fino a 50 metri al giorno si è lasciata dietro una scia...

Wwf all’Onu: allevamento estensivo come strategia di conservazione della biodiversità

Il pastoralismo è un autentico valore legato alle culture locali

Il Wwf partecipa al pre-Summit Onu sui Sistemi alimentari per promuovere un dialogo sull’importanza di indurre il mercato verso un'alimentazione sostenibile, unica soluzione per salvare il Pianeta e mantenerci in salute. Il Panda ha ricordato che Il sistema alimentare è la più grande minaccia per la biodiversità globale. Una vera transizione ecologica, che deve cominciare dai sistemi...

La deforestazione in Amazzonia è aumentata del 17,1%

Greenpeace: per salvare la foresta serve una normativa Ue rigorosa

Secondo i dati dell’Instituto Nacional de Pesquisas Espaciais (INPE) brasiliano, la deforestazione dell’Amazzonia è sempre più grave: nel solo mese di giugno abbiamo perso un'area di 1.062 km2i, per un totale di 3.610 km2 persi nei primi 6 mesi del 2021, il 17,1% in più rispetto allo stesso periodo del 2020. Martina Borghi, campagna foreste di...

Incendi in Sardegna: la Regione dichiara lo stato di emergenza e chiede aiuto a Draghi (VIDEO)

Coldiretti: apocalisse ambientale che necessiterà di decenni per essere superata

Dopi i giganteschi incendi che stanno devastando diverse aree della Sardegna, il presidente della Regione, Christian Solinas, ha dichiarato lo stato di emergenza. E’ stato lo stesso Solinas a dire che «Non è ancora possibile effettuare una stima dei danni causati dagli incendi ancora in corso nell'oristanese, ma si tratta di un disastro senza precedenti....

Pianeta allevato. Dove ci sta portando l’eccessivo consumo di carne

Il Wwf pubblica il report “Dalle pandemie alla perdita di biodiversità”

A pochi giorni dal Pre Summit Food  che inizierà il 26 luglio a Roma), l Wwf lancia il report “Dalle pandemie alla perdita di biodiversità. Dove ci sta portando il consumo di carne” che «Presenta numeri scioccanti e vuole promuovere una riflessione verso un ripensamento globale dell’attuale sistema di produzione Di tutti i sistemi umani che utilizzano...

Amazzonia: la grande siccità e gli incendi hanno ucciso 2,5 miliardi di alberi e piante

L’impatto devastante di El Niño del 2015 e 2016 sulla foresta amazzonica

Secondo lo studio ”Tracking the impacts of El Niño drought and fire in human-modified Amazonian forests”, pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America (PNAS) da un folto team di scienziati europei e brasiliani, la  grave siccità e gli incendi boschivi che hanno colpito nel 2015 e 2016...

Lo stato del delfino costiero nel Sito di importanza comunitaria (Sic) toscano

Presenza costante di tursiopi, grandezza dei gruppi stabili e maggiore frequenza nell’area in primavera ed estate

La Regione Toscana nel 2020, in accordo con il Ministero dell'Ambiente ed il sostegno sia dell’Osservatorio Toscano per la Biodiversità sia di ARPAT, ha individuato un'ampia area marina, dedicata al tursiope, il delfino costiero, ai sensi della Direttiva Habitat e della Legge Regionale 30/2015, denominata “Tutela del Tursiops truncatus” quale proposta di Sito di Importanza Comunitaria (pSIC) con il codice Natura...

Nell’Oceano Indiano occidentale Aree marine protette su 553.163 Km2, +63% dal 2015 (VIDEO)

Proposti altri 50.000 Km2 di Aree marine protette. Ma ci vorrà molto di più per salvare pesca e ambiente e rispettare i target Cbd

Secondo il rapporto “The Marine Protected Areas Outlook” pubblicato da United Nations environment programme (Unep)-Nairobi Convention e Western Indian Ocean  e l’ONG Marine Science Association, nella regione dell'Oceano Indiano occidentale sono state istituite 143 Aree marine e costiere protette che si estendono su 553.163 Km2, il 7% della zona economica esclusiva (ZEE) totale della regione....

Esplorazione sismica petrolifera nel mare argentino, gli ambientalisti: «E’ un bombardamento sottomarino» (VIDEO)

Greenpeace: l'Argentina di fronte alla scelta tra protezione della sua biodiversità oceanica e del clima o della distruzione ambientale e climatica

A denunciare per prima quanto sta accadendo nel mare dell’Argentina è stata Greenpeace Argentina: «Né la crisi del prezzo del petrolio dell'inizio del 2020, né la pandemia che stiamo ancora vivendo hanno messo un freno definitivo all'industria petrolifera in Argentina e in altri paesi dell'America Latina. A livello internazionale, i governi stanno limitando sempre più l'industria...

Giornata mondiale degli squali: il commercio mondiale di squali e razze vale 2,6 miliardi di dollari

Wwf: l’Italia è il primo Paese importatore. Servono migliori regole e trasparenza per combattere il sovrasfruttamento

In occasione della Giornata Mondiale degli Squali, il Wwf ha presentato il rapporto  “The shark and ray meat network: a deep dive into a global affair”, un’analisi sconvolgente sul mercato complesso e opaco e che contribuisce all’attuale declino degli squali e delle razze negli oceani di tutto il mondo: «Più di 200 Paesi e territori importano e...

Giornata mondiale degli squali: in Italia al via la sperimentazione della pesca con il SED per ridurre le catture accidentali

LIFE ELIFE: più di un terzo delle specie di elasmobranchi minacciato di estinzione

Il 14 luglio è la Giornata mondiale degli Squali, dedicata agli elasmobranchi, predatori all’apice della catena alimentare che, come ricorda Legambiente, «Si trovano oggi in uno stato di conservazione molto precario a causa dell’uomo». Infatti, secondo l’International union for conservation of nature (Iucn),  pur ricoprendo un ruolo importantissimo all’interno degli ecosistemi marini «Oltre un terzo delle specie...

Mediterraneo e Mar Nero: nuova strategia per la pesca e l’acquacoltura sostenibili

Gli obiettivi della nuova Strategia 2030 della CGPM sono in linea con la trasformazione blu, un pilastro del nuovo Strategic Framework della Fao

Il 9 luglio, 22 Paesi più l'Unione Europea hanno adottato un impegno ambizioso che punta a garantire un futuro sostenibile per la pesca e l'acquacoltura nel Mediterraneo e nel Mar Nero. Il direttore generale della Fao, Qu Dongyu, ha evidenziando «L'allineamento della strategia con il nuovo Strategic Framework della Fao e la sua importanza in...

L’ondata di caldo estremo nel Pacifico del nord-ovest ha cotto milioni di creature marine (VIDEO)

Il bilancio stimato potrebbe essere di più di un miliardo di animali morti

Durante l'ondata di caldo estremo che a fine giugno ha colpito il Pacifico nord-occidentale Usa e alcune parti del Canada, milioni di creature marine che vivevano lungo la costa sono state letteralmente cotte vive dal caldo torrido. I bagnanti che cercavano refrigerio in mare hanno dovuto rinunciare a causa del fetore putrido di molluschi e crostacei...

Tormente elettriche sull’India: i fulmini fanno almeno 67 morti

A Jaipur un fulmine uccide 11 persone. 40 vittime nell’Uttar Pradesh

Oggi il governo indiano ha riferito che almeno 63 persone sono morte nel nord e nel centro del Paese a causa di tempeste elettriche provocate dall’arrivo del monsone. Infatti, in Inda i temporali con fulmini si verificano durante la stagione delle piogge monsoniche tra giugno e settembre, quando il subcontinente indiano riceve il 70% delle...

Il segreto per decomporre la plastica è nello stomaco delle mucche?

Uno studio rivela che i microbi presenti negli stomaci delle mucche sono in grado di degradare le plastiche

La plastica è sia un materiale onnipresente, inquinante che importante per la vita quotidiana. Ma i cittadini europei producono circa 25 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica e  meno del 30 % è raccolto per il riciclaggio. I rifiuti di plastica vengono soprattutto inceneriti e per questo si stanno cercando processi di smaltimento più ecocompatibili....

Wwf: l’8 luglio è il Fish Dependence Day europeo

Un italiano consuma circa 29 Kg di pesce «Troppa poca attenzione a etichette, differenziazione e taglia dei prodotti che scegliamo»

Il Fish Dependence Day  è il momento dell’anno in cui l’Europa esaurisce l’equivalente della propria produzione annua interna di pesce, molluschi e crostacei e quindi segna il limite oltre il quale i consumatori europei terminano “virtualmente” il consumo di pesce pescato nei mari della regione e iniziano a utilizzare quello d’importazione e questo momento arriva proprio...

Ocse e Fao: le prospettive agricole per il prossimo decennio

Nuovo rapporto illustra l'andamento di produzione, consumi, scambi commerciali e prezzi

Secondo il nuovo rapporto “OECD-FAO Agricultural Outlook 2021-2030” «A meno di 10 anni dal 2030, termine stabilito per il conseguimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite, i governi devono intensificare gli sforzi per raggiungere gli obiettivi globali in materia di ambiente e sicurezza alimentare». Fao e 'Organizzazione per la cooperazione e lo...

Il clima in fondo al mare: come il surriscaldamento globale sta mettendo in crisi il Mediterraneo

È in corso una riduzione della biodiversità che causa squilibri ecosistemici. Würtz: «La preoccupazione è che gli strati superficiali si riscaldino al punto da bloccare il rimescolamento con le acque profonde»

La crisi climatica nel Mediterraneo avanza veloce, e anche se i cambiamenti che avvengono sotto il pelo dell’acqua sono meno visibili non importa: «Se il mare cambia, cambieranno le attività che sarà possibile fare», spiega l’ittiologo dell’Università di Genova Federico Betti in vista di Slow Fish, la manifestazione organizzata da Slow Food e Regione Liguria...

Il mare del Gargano sta affogando nella plastica di allevamenti di cozze e pesca

Greenpeace: «Ci siamo imbattuti in uno scenario scioccante con enormi quantità di rifiuti, un paradosso da parte di un settore che vive grazie al mare»

I rifiuti riconducibili alla pesca rappresentano – insieme agli imballaggi monouso dispersi nell’ambiente da cittadini incivili – le frazioni più abbondanti tra i materiali in plastica dispersi in Adriatico, sia sulle spiagge che sulla superficie marina, come mostra l’ultimo report diffuso da Greenpeace nel merito. Affacciandosi sul mare del Gargano questo problema è particolarmente evidente:...

Raggiunto l’accordo sulla nuova Politica agricola comune. Per gli ambientalisti è un disastro: «Puro greenwashing»

Regole deboli manterranno il sostegno alle pratiche agricole dannose

Secondo quanto appreso dall'European Environmental Bureau (EEB) da fonti che partecipano ai colloqui per la definizione della nuova Politica agricola comune europea (PAC) «L’ Europa continuerà a finanziare le pratiche agricole intensive dannose almeno fino al 2027. Le parti più controverse di una nuova politica agricola UE 2023-2027 da 54 miliardi di euro all'anno sono state appena...

Biodiversità marina dell’Adriatico a rischio, interrogazione parlamentare di Muroni e Lombardo

MedReAct e Legambiente: bene la sollecitazione di Facciamo ECO a Patuanelli perchè istituisca la FRA di Otranto

Rossella Muroni e Antonio Lombardo, del gruppo misto Facciamo ECO, hanno presentato alla Camera una interrogazione parlamentare che sollecita il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Stefano Patuanelli, ad attivarsi per l’istituzione di una Zona di Restrizione alla Pesca (Fisheries Restricted Area, FRA) nel Canale di Otranto. Nell’interrogazione si legge che «Le ultime valutazioni scientifiche indicano...

Pac, un decennio perso: l’impatto sul clima di agricoltura e allevamenti Ue non cala

La Politica agricola comune non fornisce incentivi per una riduzione del bestiame allevato e dal 2014 il consumo di carne è stabile, così le emissioni di gas serra non si sono ridotte

Benché oltre un quarto di tutta la spesa agricola dell’Ue nel periodo 2014-2020 – equivalente a più di 100 miliardi di euro – sia stata destinata alla mitigazione dei cambiamenti climatici, è dal 2010 che in Europa le emissioni di gas serra prodotte dall’agricoltura e (soprattutto) dagli allevamenti non diminuiscono: in pratica 100 miliardi di...

Non solo Nimby, in Lombardia c’è il biometano che piace

Alla cooperativa agricola Pieve Ecoenergia gli apprezzamenti per il nuovo impianto da sindaco e Regione

Il moltiplicarsi delle sindromi Nimby e Nimto è uno dei principali elementi che frena in Italia lo sviluppo delle fonti rinnovabili, e il biometano non fa eccezione: Francesco Ferrante – vicepresidente Kyoto club e Coordinamento Free – ha segnalato finora ben 174 casi di opposizioni Nimby, mentre Legambiente ha elaborato una campagna contro le fake news diffuse sul tema....

Al via anche a Livorno l’operazione reti fantasma della Guardia Costiera

Lo scorso anno ne sono state rimosse oltre 7 tonnellate, pari a circa 240mila bottigliette di plastica

Anche davanti alla costa livornese, così come su tutta la fascia costiera nazionale, prende il via l’operazione “Reti fantasma” a cura della Guardia Costiera, i cui  nuclei subacquei saranno impegnati per tutta l’estate nel recupero delle reti da pesca abbandonate o finite accidentalmente lungo i fondali marini. Un'operazione che è stata apprezzata dell'assessora all'Ambiente del...

Ecuador e San Benedetto del Tronto insieme per la pesca sostenibile, contro la crisi climatica

Un modello di governance partecipato, innovativo e integrato nella filiera della pesca artigianale nelle comunità peschiere

Che il cambiamento climatico comporti danni e perdite per il settore agricolo è ormai assodato. Nell’ultimo decennio, però, alcuni studi si sono concentrati più nel dettaglio sugli effetti negativi e preoccupanti per il settore della pesca, sulla popolazione costiera delle aree interessate e sul sistema produttivo alimentare. In queste aree a pagare le conseguenze della...

Trovate 4 tartarughe marine morte in Toscana

Recuperate a Marina di Vecchiano (PI), Castiglioncello e Cecina (LI). Un esemplare in avanzato stato di decomposizione è stato lasciato in mare al largo di Piombino

Nei giorni scorsi, dal 14 al 16 giugno 2021, sono state ritrovate quattro tartarughe marine morte sulla costa pisana e livornese. Si tratta di esemplari della specie Caretta caretta che sono stati segnalati dai cittadini e dai pescatori che li hanno avvistati, ormai privi di vita, spiaggiati o al largo dalla costa e prontamente segnalati alla Capitaneria di Porto e...

Il celacanto vive 100 anni e ha il periodo di gestazione più lungo conosciuto: 5 anni

Un “pesce fossile”, vulnerabile per la sua longevità e che diventa fertile a 55 anni

Il celacanto, un fossile vivente, può vivere non 25 ma 100 anni, con un periodo di gestazione di 5 anni e diventa fertile a circa 55 anni. A rivelarlo è lo studio “New scale analyses reveal centenarian African coelacanths”, pubblicato su Current Biology  da Kelig Mahé dell’Ifremer, Bruno Ernande  dell'Université de Montpellier e Marc Herbin del Museum national d’Histoire...

Che spazzatura c’è in mare? Soprattutto contenitori di plastica per cibo e bevande da asporto

Il quadro più completo dell'origine e della composizione dei rifiuti negli oceani

Il nuovo studio “An inshore-offshore sorting system revealed from global classification of ocean litter”, pubblicato su Nature Sustainability da un team di ricercatori di 15 istituzioni scientifiche di 10 Paesi e guidato da Andrés Cózar e Carmen Morales de la Universidad de Cádiz (UCA), studio fornisce la prima diagnosi globale dell'origine e della composizione dei...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 46