Scienze e ricerca

Risorse idriche a rischio all’Elba e in Val di Cornia

Università di Siena: «Il dissalatore unica via sicura e sostenibile per l’Elba»

Durante il forum “La risorsa idrica in Val di Cornia e all'Elba: gestione e criticità”, la terza iniziativa del progetto di comunicazione Prima l’acqua, per il territorio in sicurezza, un focus sullo scenario generale della risorsa idrica, l’università di Siena e l’Autorità di Bacino distrettuale Appennino Settentrionale hanno sviluppato un’analisi approfondita sul tema della gestione...

Il segreto per decomporre la plastica è nello stomaco delle mucche?

Uno studio rivela che i microbi presenti negli stomaci delle mucche sono in grado di degradare le plastiche

La plastica è sia un materiale onnipresente, inquinante che importante per la vita quotidiana. Ma i cittadini europei producono circa 25 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica e  meno del 30 % è raccolto per il riciclaggio. I rifiuti di plastica vengono soprattutto inceneriti e per questo si stanno cercando processi di smaltimento più ecocompatibili....

La società egualitaria delle femmine di pipistrelli vampiro

Pari possibilità di dominare il posatoio e le risorse alimentari

Il nuovo studio “Social dominance and collaboration in femmine vampire bats”, pubblicato su Royal Society Open Science da Rachel Crisp e Lauren Brent dell’università di  Exeter e da Gerald Carter dello Smithsonian Tropical Research Institute, e dell’Ohio State University (OSU), suggerisce che «Le femmine di pipistrello vampiro stabiliscono una comunità egualitaria all'interno di un posatoio, piuttosto...

L’Università di Siena al lavoro per migliorare la sicurezza dei cibi di origine vegetale

Tra le priorità disinfestazioni dei terreni per agricoltura bio, eliminazione del cloro nelle acque di lavaggio e packaging sostenibile

Il ministero dell’Università ha approvato il progetto Pon ProFood IV. Prodotti e processi innovativi per la filiera ortofrutticola della IV gamma – col coordinamento scientifico dell’Università di Siena –, con l’obiettivo di studiare soluzioni innovative e a basso impatto ambientale che migliorino la sicurezza e la qualità di alimenti di origine vegetale e ne prolunghino...

Le piante delle dune acchiappa plastica che difendono le coste

I risultati di una ricerca dell’università di Pisa sul litorale da Viareggio a Calambrone

C’è una barriera verde che protegge le coste. Piante come lo sparto pungente o la gramigna delle spiagge sono fra i migliori difensori contro l’invasione di plastica. La loro conformazione e le radici molto ramificate agiscono infatti come vere e proprie “trappole” per limitare la dispersione dei rifiuti. La conferma del ruolo fondamentale svolto dalla...

Nei climi più caldi i maschi di libellule diventano meno vistosi

Meno pigmentazione li mantiene freschi, ma potrebbe rendere difficile trovare una compagna

Secondo il nuovo studio “Sex-specific ornament evolution is a consistent feature of climatic adaptation across space and time in dragonflies”, pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS) da un team di ricercatori della Washington University, «Con climi più caldi, i maschi di libellula hanno costantemente evoluto una colorazione riproduttiva più smorta». Il...

Senza forti misure di mitigazione, il cambiamento climatico aumenterà la mortalità da caldo in Europa

L'aumento dei decessi legati al caldo supererà il calo della mortalità legata al freddo, soprattutto nel bacino del Mediterraneo

Diversi studi hanno suggerito che il riscaldamento globale porterà a una diminuzione della mortalità attribuibile al freddo e ad un aumento dei decessi causati dal caldo. Ora, il nuovo studio “Projections of temperature attributable mortality in Europe: a timeseries analysis in 147 contiguous regions”, pubblicato su The Lancet Planetary Health  da un team di ricercatori guidato dall’Institut...

Il caldo estremo del Nord America occidentale sarebbe stato impossibile senza il cambiamento climatico

World Weather Attribution: è un avvertimento su quanto saranno sempre più frequenti e estreme le ondate di caldo in futuro

Diverse città negli stati americani dell'Oregon e di Washington e nelle province occidentali del Canada hanno registrato temperature ben al di sopra dei 40º C, compreso il nuovo record canadese di 49,6º C a Lytton, che poco dopo è stata quasi completamente distrutta  da un gigantesco incendio.  Temperature eccezionalmente elevate che hanno portato a picchi...

La mesosfera terrestre si raffredda e si contrae a causa del cambiamento climatico

La scoperta avvenuta incrociando 29 anni di dati di tre satelliti della NASA

Il cielo non sta cadendo, come temevano i galli del villaggio di Asterix, ma gli scienziati hanno scoperto che, in risposta all'aumento delle emissioni di gas serra di origine antropica, parti dell'alta atmosfera si stanno gradualmente contraendo. Infatti, i dati combinati di tre satelliti della NASA hanno prodotto una registrazione a lungo termine che rivela...

Eccezionale: il castoro europeo è ricomparso in Toscana

I castori trovati in due aree delle province di Siena e Grosseto e Arezzo

Lo studio “Reappearance of the Eurasian beaver Castor fiber L. in Tuscany (Central Italy): the success of unauthorised releases?”, appena pubblicato su Hystrix da Chiara Pucci  e Davide Senserini, due tecnici della fauna selvatica free-lance, Giuseppe Mazza del Consiglio per la ricerca in agricoltura (CREA)  ed Emiliano Mori dell’università di Siena e del CNR, racconta...

Ecco la Dohrn, la nuova nave oceanografica della Stazione Zoologica di Napoli

Tecnologie all’avanguardia, motori a basse emissioni e propulsore ibrido. A bordo robot sottomarini e batiscafi per l’esplorazione degli ambienti costieri e profondi del Mediterraneo

La Dohrn, la nuova nave oceanografica della Stazione Zoologica Anton Dohrn (Szn) – Istituto di biologia ecologia e biotecnologie marine di Napoli, sarà lunga 35 metri, potrà ospitare 14 ricercatori e 6 membri di equipaggio e sarà dotata delle più moderne strumentazioni tecnologiche. La sua costruzione è stata avviata da pochi mesi ai Cantieri Navali Cilentani, la...

Piantare più alberi in Europa farebbe aumentare le precipitazioni nel Mediterraneo

Tracciare il caldo estremo per migliorare le previsioni sui cambiamenti climatici

«Le piante evaporano meno in condizioni asciutte, il che può portare a un riscaldamento dell'aria» a dirlo è lo studio “Empirical estimate of forestation-induced precipitation changes in Europe”, pubblicato su Nature Geoscience da un team di ricercatori dell’ETH Züric e della Newcastle University, che ha quantificato questo fenomeno e le scoperte fatte dagli scienziati dell’European...

Ecco perché guardare il cellulare è un gesto «altamente contagioso»

L’imitazione del comportamento altrui si manifesta entro 30 secondi al di là delle differenze di genere, età o livello di familiarità delle persone

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Pisa ha pubblicato, sul Journal of Ethology, il primo studio che abbia mai applicato un approccio etologico all’uso dei cellulari. A conclusione della ricerca Navigating from live to virtual social interactions: looking at but not manipulating smartphones provokes a spontaneous mimicry response in the observers, il gruppo dell’Ateneo toscano...

C’è speranza per la saiga

Le popolazioni di saiga del Kazakistan in netta ripresa dopo il drammatico calo di pochi anni fa

Un tempo le antilopi europee euro-asiatiche saiga (Saiga tatarica) pascolavano nelle steppe che vanno dall’Ungheria alla Cina, un numero incalcolabile di erbivori che piano piano (e nemmeno tanto) ha cominciato a ridursi e poi ad estinguersi in vaste aree del loro areale originario.  Come spiega Fauna & Flora International (FFI) «Oggi, questo enigmatico ungulato dal naso straordinario è...

Il Centro di ricerca Seeds al centro dell’economia circolare europea

Mazzanti: «L’obiettivo sarà sostenere la transizione, sia monitorando le politiche a sostegno sia guidando imprese e consumatori»

Il centro di ricerca interuniversitario Seeds (Sustainability, environmental economics and dynamics studies), i cui affiliati hanno già curato per l’Agenzia europea dell’ambiente un poderoso report all’incrocio tra le dinamiche ambientali, demografiche e tecnologiche del Vecchio continente, è sempre più al centro dell’economia circolare europea e ne analizzerà il trend nel prossimo quinquennio. Seeds è stato infatti selezionato dall’Agenzia e si...

Lo sviluppo sostenibile della geotermia rinasce dai risultati del progetto europeo Geoenvi

Torsello (CoSviG): «I vantaggi dell’energia geotermica non sono molto conosciuti. Dobbiamo lavorare per diffondere informazioni basate su dati scientifiche, oggettive, dimostrabili e seriamente approfondite»

Pur nella consapevolezza che l’unica energia (anche rinnovabile) a impatto zero è quella non consumata, il progetto europeo Geoenvi che si è appena concluso ha messo insieme un team internazionale di ricercatori per rispondere alle preoccupazioni ambientali legate all’impiego della geotermia profonda perseguendo uno scopo preciso: mostrare come massimizzare i risultati positivi e minimizzare (se...

Mazzeo a Geoenvi: «Ripartire dalla scienza per lo sviluppo sostenibile della geotermia»

Il presidente del Consiglio regionale della Toscana interviene al webinar conclusivo del progetto europeo nato per rispondere alle preoccupazioni ambientali su questa fonte rinnovabile

«Ripartire dalla scienza è l’unico modo per superare il chiacchiericcio e puntare sullo sviluppo sostenibile della geotermia». Con queste parole il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo, ha aperto i lavori del webinar conclusivo di Geoenvi, il progetto europeo nato oltre due anni fa per rispondere alle preoccupazioni ambientali legate all’impiego della geotermia profonda...

In democrazia troppa disuguaglianza frena le innovazioni verdi

Il numero dei brevetti verdi aumenta di più in quegli Stati dove cresce anche la democrazia, ma se i consumatori più poveri non hanno abbastanza reddito la diffusione di massa della tecnologia non avviene

Lo studio “Inequality, democracy and green technological change” considera fra i fattori in grado di influenzare lo sviluppo di innovazioni verdi la disuguaglianza di reddito e la presenza di regimi politici più o meno autoritari, analizzando 77 Paesi dal 1980 al 2013. Stando agli studi passati, il ruolo esercitato da questi due aspetti lasciava spazio...

La Cina è ufficialmente malaria–free: da 30 milioni di casi all’anno a zero

Come in 70 anni la Cina è riuscita a sconfiggere la malaria

Oggi, i rappresentanti della Commissione sanitaria nazionale cinese e gli operatori sanitari in prima linea si sono uniti ai responsabili dei programmi contro la malaria di altre regioni, agli esperti dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e ai loro partner globali per il forum virtuale “From 30 million cases to zero: China creates a malaria-free future” ...

Il cambiamento climatico mette in pericolo l’ultimo rifugio ghiacciato degli orsi polari

Anche la Last Ice Area a nord di Canada e Groenlandia sta subendo l’impatto del riscaldamento globale

In un Artico in rapida evoluzione, un'area potrebbe rappresentare l’ultimo rifugio per le specie dipendenti dal ghiaccio quando le condizioni nelle aree vicine diventano inospitali. Si tratta della regione a nord della Groenlandia e delle isole dell'arcipelago artico canadese che è stata definita la “Last Ice Area”. Ma il nuovo  studio “Accelerated sea ice loss in the...

Antartide: la Wmo conferma un record di alta temperatura ma non ne convalida un altro (VIDEO)

Il nuovo team di risposta rapida fornirà indicazioni sugli estremi di temperature segnalati

La World meteorological organization (Wmo) ha riconosciuto un nuovo record di temperatura di 18,3 gradi Celsius raggiunto in Antartide il 6 febbraio 2020 presso la stazione Esperanza (Argentina), ma non ha convalidato una temperatura ancora più alta, di 20,75° C, segnalata il 9 febbraio 2020 in una stazione brasiliana di monitoraggio automatizzata del permafrost sull'isola...

Le arpie dell’Amazzonia stanno morendo di fame

Una delle aquile più grandi del mondo ha "quasi zero" possibilità di sopravvivere alla deforestazione

Secondo lo studio “Tropical deforestation induces thresholds of reproductive viability and habitat suitability in Earth’s largest eagles” pubblicato su Scientific Reports da un team internazionale di ricercatori guidato da Everton Miranda del Centre for functional biodiversity della School of life sciences e dell’università del KwaZulu-Natal, le arpie (Harpia harpyja) stanno faticando a nutrire i loro...

Pipistrelli, Covid-19, bolla mediatica e conservazione

Studio italiano: informazioni scientificamente accurate per evitare inutili cacce alle streghe

Lo studio “COVID-­19, media coverage of bats and related Web searches: a turning point for bat conservation?”, pubblicato su Mammal Review da un team di ricercatori italiani - Jacopo Cerri (University of Primorska), Emiliano Mori (Istituto di Ricerca sugli Ecosistemi Terrestri del Consiglio Nazionale delle Ricerche), Leonardo Ancillottoe Danilo Russo (università degli studi di Napoli...

Giugno: caldo eccezionale nell’emisfero settentrionale. Battuti molti record negli Usa e in Canada

Fenomeni estremi che diventano sempre più ricorrenti e legati al riscaldamento globale

Un'ondata di caldo eccezionale e pericolosa – la "pressure-cooker” -  sta letteralmente cuocendo aree degli Usa nordoccidentali e il Canada occidentale che sono molto più abituate a ondate di freddo. A fine giugno le temperature hanno raggiunto più di 45,0 ° C per giorni consecutivi, inframmezzati da notti estremamente calde. Seconfdo la World meteorological organization (Wmo),...

Toscana e Lazio in prima fila per lo sviluppo delle energie rinnovabili marine

Bastianoni (UniSiena): «Vogliamo supportare nuove iniziative da parte delle aziende nella diffusione delle blue energy nel Mediterraneo, coinvolgendo i cittadini come consumatori e potenziali produttori di energia»

Con oltre 7mila chilometri di coste, l’Italia – e la Toscana, che di chilometri costieri ne conta 397 – potrebbe essere un attore di primo piano nell’impiego delle energie rinnovabili marine. Si tratta di tecnologie che spaziano dall’impiego del moto ondoso alle maree, dalle correnti e dai gradienti di salinità e temperatura insieme ad altre...

Sismicità “indotta” dalla geotermia a Strasburgo? In Italia non ci sono rischi di questo tipo

Geoenvi: «Quanto succede a Strasburgo è un’assoluta eccezione rispetto a molti anni di produzione, in ogni caso in Italia non ci sono progetti Egs»

Nella giornata di sabato, a un decina di chilometri a nord di Strasburgo – con epicentro nel Comune di La Wantzenau – è stata rilevata una scossa di terremoto di magnitudo 3.9 (Mlv) cui ne è seguita una successiva di magnitudo 2.3. Le scosse non hanno provocato vittime né danni ingenti, ma hanno suscitato molto...

Geotermia, ecco come sono cambiate le emissioni climalteranti e inquinanti dal 1990

Ispra: in Italia la produzione di elettricità da questa fonte rinnovabile è quasi raddoppiata, mentre le emissioni di mercurio e ammoniaca sono crollate

La geotermia è una fonte energetica rinnovabile ma, come ogni altra, non è a impatto zero; in particolare, tra le esternalità negative dovute alla sua coltivazione spiccano le emissioni in atmosfera, che mostrano però un robusto miglioramento negli ultimi trent’anni come mostrano i dati raccolti dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra). Attraverso due...

Anche la Toscana ha il suo primo nido di tartarughe marine del 2021

In una spiaggia di Castiglione della Pescaia (GR)

Lo staff di TartAmare che monitora attivamente la costa dai primi di giugno è lieta di comunicare che questa notte illuminata da una bellissima luna una grossa femmina ha depositato le sue uova su una delle più incantevoli spiagge del comune di Castiglione della Pescaia. Il Presidente in sella alla sua fedele tartabike anche quest'anno...

Il riscaldamento globale rallenta la crescita della vegetazione nell’emisfero settentrionale

Il cambiamento climatico può ridurre la capacità delle piante di assorbire la CO2 atmosferica facendo aumentare i gas serra

Lo studio “Observed increasing water constraint on vegetation growth over the last three decades”, pubblicato su Nature Communications da un team di ricercatori guidato da Wenzhe Jiao  dell’Indiana University - Purdue University (IUPUI) - il primo nel suo genere a questo livello di estensione - sulla crescita della vegetazione nell'emisfero settentrionale negli ultimi 30 anni...

Le grandi foreste boreali russe sono fondamentali per la mitigazione del clima globale

Dopo il crollo dell’Unione Sovietica, le foreste del Paese più grande del mondo stoccano il 47% di carbonio di quanto si pensasse

Con un quinto del suo territorio ricoperto da foreste, la Russia è il Paese con le foreste più estese del mondo e, dopo la dissoluzione dell’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS) non ha riportato quasi nessun cambiamento nella sua copertura forestale, mentre i dati satellitari indicano che negli ultimi decenni le foreste russe hanno di...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 6
  5. 7
  6. 8
  7. 9
  8. 10
  9. 11
  10. 12
  11. ...
  12. 175