Geopolitica

Associazione con l’Ue di Georgia, Moldova ed Ucraina..e la Russia sbotta

L'Unione europea ha firmato oggi un accordo di associazione con Georgia, Moldova ed Ucraina  ed ha spiegato che il testo del documento definisce le priorità concrete  con l’orizzonte temporale del 2016  e che il suo obiettivo è quello di far entrare i tre Paesi ex Sovietici nella zona di libero scambio con l’Ue. L’Ucraina, che...

Della democrazia tribale, dalle elezioni in Libia alle trattative per la Commissione Ue

Socialdemocratici e conservatori si fanno guerra in patria e poi governano insieme a Tripoli e Bengasi, ops… scusate, a Bruxelles e Berlino

Tre anni dopo la caduta del regime di Muammar Gheddafi per mano della ribellione salafita e dei caccia della Nato, i cittadini della Libia hanno votato per eleggere i 200 deputati (32 seggi sono riservati alle donne) della “Camera dei rappresentanti” che sostituirà il Congresso generale nazionale - eletto solo nel 2012 - e deciderà...

Videoclip nazifascista per il candidato alla presidenza dell’Indonesia (che apprezza)

Prabowo Subianto da torturatore e killer a presidente di uno dei più importanti Paesi del mondo?

Il 9 luglio, nel quarto paese più popoloso del mondo (e il più popoloso Paese islamico), l'Indonesia, si terranno elezioni che potrebbero portare alla presidenza il generale Prabowo Subianto. L’ex generale Prabowo,  fratello di un miliardario, era il genero del dittatore Suharto, è stato addestrato negli Usa ed è stato coinvolto nella tortura, nel sequestro...

Fao, l’Iraq alla fame: gente in fuga abbandona case e fattorie

Gravi problemi di sicurezza alimentare a causa del conflitto

L'Iraq si trova ad affrontare gravi problemi di sicurezza alimentare a seguito della recente escalation del conflitto in buona parte del paese, ha avvertito oggi la FAO. A partire da gennaio, oltre 1 milione di persone hanno abbandonato le proprie case e i terreni, lasciandosi alle spalle occupazione e proprietà proprio mentre era in corso...

Il terrorismo si finanzia col commercio illegale di fauna selvatica, legname e materie prime

Da solo, un gruppo in Africa orientale incamera tra i 38 e i 56 milioni di dollari all'anno

Alla prima Conferenza dell’United Nations Environment Assembly (Unea) in corso a Nairobui, in Kenya, Interpol e Unep hanno presentato il rapporto “The Environmental Crime Crisis,”  dal quale emerge che, da solo, un gruppo attivo nel terrorismo che opera nell’Africa orientale incamera tra i 38 e i 56 milioni di dollari all'anno dal commercio illegale di...

La Coppa del Mondo è davvero la prova della prosperità del Brasile?

Dal 2007 il Paese produce 19 nuovi milionari al giorno, ma la disuguaglianza è più alta che mai

All'inizio del nuovo millennio sembrava che nessuno potesse fermare la traiettoria del Brasile verso la prosperità. La Coppa del Mondo ospitata ora, e le Olimpiadi nel 2016, doveva essere un riflesso del ruolo del Brasile in un nuovo ordine mondiale sempre più plasmato dai BRIC (Brasile, Russia, India e Cina, ndr). Le gare dovrebbero mostrare...

Perché la nuova guerra dell’Iraq può mettere in crisi l’industria petrolifera globale

"Lo Stato islamico in Iraq e nella Grande Siria", che si sta rinforzando, è un ex ramo di al-Qaeda

Il Medio Oriente è in tumulto e l'Iraq sta vivendo il suo ultimo sconvolgimento, con lo Stato islamico in Iraq e nella Grande Siria (Isis) - anche conosciuto come lo Stato islamico in Iraq e nel Levante (Isil) – che rinsalda la sua presa su alcune parti del Paese e amplia il suo territorio in...

Ecco i paesi del mondo dove i lavoratori vivono peggio

«I governi agiscono a favore delle grandi imprese, non degli oppressi che sostengono i loro diritti»

Intimidazioni, prigione, morte: sono queste le minacce che ogni giorno i sindacalisti e i semplici lavoratori devono affrontare in molti Paesi del mondo, dove sono privati dei diritti di base come le assenze per malattia, l’equa retribuzione e condizioni di lavoro umane. A dirlo è l’ITUC Global Rights Index  2014 - The world's worst countries...

Gas, l’Europa ora rischia di rimanere a secco a causa dello scontro Russia-Ucraina

Gazprom vuole subito 4,5 miliardi di dollari dall’Ucraina. Mosca pronta a tagliare le forniture

Dopo il nulla di fatto nei negoziati Russia-Ucraina-Ue sul prezzo del gas fornito da Mosca a Kiev stamattina alle ore 8 italiane è scaduto l'ultimatum russo, e l'Ucraina deve pagare 1,95 miliardi di dollari di debito. Gazprom ha già annunciato che se non ci sarà questo saldo del debito scatterà un nuovo regime, quello del...

Ambiente: le linee programmatiche per il Semestre di presidenza italiana dell’Ue

Pubblichiamo integralmente l’intervento del ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti al Consiglio dei ministri dell’ambiente Ue in Lussemburgo: Sono onorato di raccogliere il testimone della presidenza dal collega Yannis Maniatis che ha svolto un ottimo lavoro. Grecia e Italia: una staffetta fra i paesi che ospitarono le origini della cultura europea e che oggi guidano il...

Ucraina, fosforo bianco su Slaviansk? [VIDEO]

Il delegato ai diritti dell’uomo del ministero degli esteri russo, Konstantin Dolgov, ha accusato l’ Ucraina di impiegare armi vietate nella città ribelle filorussa di Semenovka/Slaviansk.  Delgov ha scritto su Twitter: «Le forze di sicurezza ed i neonazisti ucraini utilizzano delle armi proibite contro gli abitanti di Slaviansk, attaccano i rifugi ed uccidono i bambini»....

L’Iraq e la jihad, o del fallimento delle guerre del petrolio dell’Occidente

In Iraq è l’incubo avverato delle disastrose guerre ideologiche liberiste del petrolio scatenate dal neo-conservatorismo. E' il fallimento di una politica costata, e che continua a costare, centinaia di migliaia di vittime innocenti e che ha consegnato gran parte della Siria e dell’Iraq alle forze che si diceva di voler combattere: le milizie jihadiste legate...

Israele: «L’Iran avrà 100 bombe nucleari entro 10 anni»

Ma Teheran sta rispettando gli impegni con Iaea e G5+1

Oggi  il capo negoziatore iraniano Abbas Araghchi  ha annunciato che «l'Iran e la Germania terranno colloqui domenica a Teheran sul dossier nucleare iraniano». Questa settimana l'Iran ha tenuto colloqui separati con Usa, Francia e  Russia in vista del prossimo vertice del G5+1 (Cina, Usa, Francia, Gran Bretagna Russia e Germania) che si terrà dal 16 al...

Pepe Mujica: «Al Sudamerica serve un sistema interconnesso pubblico di energia elettrica»

Intervenendo davanti al Parlamento del Mercosur, il presidente dell’Uruguay  José “Pepe” Mujica, ha detto che «è necessario unire gli sforzi per migliorare l’integrazione energetica in Sudamerica ed evitare l’avanzata degli interessi privati nella regione». Secondo il presidente della Repubblica più povero e amato del mondo, «l’America del Sud deve avere un sistema interconnesso di energia...

La guerra dei dazi sul fotovoltaico chiama in campo gli Usa: colpita la Cina

Il Dipartimento del commercio statunitense ha imposto penalizzazioni all’import asiatico

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha imposto dazi preliminari sull’importazione dei pannelli per il solare fotovoltaico prodotti in Cina. Al momento il provvedimento è mirato, rivolgendo penalizzazioni differenziate e pari al 35,21% sulle importazioni di pannelli da Suntech Power, al 18,56% sulle importazioni di Trina Solar e al 26,89% per cento sulle importazioni di...

Somalia, almeno piovesse…

Non c’è pace in Somalia e se non arriveranno presto aiuti umanitaria, andrà pure peggio. Lo sostiene la Fao nel suo ultimo rapporto dove spiega che le piogge tardive e irregolari in Somalia hanno sollevato preoccupazioni «per un possibile peggioramento della sicurezza alimentare, poiché le scorte alimentari dall'ultimo, scarso, raccolto si sono completamente esaurite e...

Nasce l’Unione economica eurasiatica, nel menù nucleare e terre rare

Oggi ad Astana, la capitale del Kazakistan, il presidente russo Vladimir Putin,  Alexandr Lukashenko (l’ultimo dittatore d’Europa e padrone della Bielorussia) e Nursoultan Nazarbaiev, signore assoluto del Paese ospitante, hanno firmato l’accordo che istituisce l'Unione economica eurasiatica, che entrerà in vigore il primo gennaio 2015, dopo che i tre docili parlamenti l’avranno ratificata. Sarà un’evoluzione...

Grillo e la caccia alla volpe. Se il M5S si allea con i nazionalisti anti-ambientalisti inglesi

L’Ukip di Farage sogna il ritorno all’impero britannico, dove le persone di colore e gli ecologisti stanno al loro posto

L’United Kingdom Independence Party (Ukip) di Nigel Farage, il nuovo grande amico di Beppe Grillo,  non può essere definito un partito di ultradestra come fanno oggi diversi giornali italiani scrivendo della sua probabile alleanza al Parlamento europeo con il Movimento 5 Stelle, ma è certamente un partito anti-ambientalista, anti-euro ed anti immigrazione. Infatti Farage, vincitore...

Anche il Giappone vuole un super-gasdotto sottomarino per importare gas russo

Secondo quanto scrive l’agenzia Bloomberg, un gruppo di 33 parlamentari giapponesi, capeggiato dal liberaldemocratico Naokazu Takemoto, ha proposto di costruire un gasdotto che collegherà l’isola russa di  Sahalin alla prefettura giapponese di Ibaraki. Un’infrastruttura energetica da 6 miliardi di dollari: il gruppo di iniziativa per la costruzione di un gasdotto tra il Giappone e la...

Nucleare, la Russia fa un accordo con il Kazakistan (e investe in Argentina)

Astana possiede un quarto delle riserve mondiali di uranio

Domani ad Astana, la capitale del Kazakistan, si terrà il summit della Comunità Euroasiatica, della quale fanno parte Russia, Bielorussia e Kazakistan: un evento che dovrebbe segnare la nascita dell’Unione economica euroasiatica, e i presidenti russo Vladimir Putin e kazako Nursoultan Nazarbaiev  coglieranno l’occasione per firmare  4 documenti sul nucleare civile. Il consigliere del Cremlino...

L’Ue teme stop gas dalla Russia: nuova strategia per sicurezza energetica

La Commissione europea di José Manuel Barroso è agli sgoccioli ma assicura che «reagisce all’attuale situazione geopolitica e alla dipendenza dell’Ue dalle importazioni, sostenendo una nuova strategia europea in materia di sicurezza energetica» e ribadisce che «la diversificazione delle forniture esterne di energia, il potenziamento delle infrastrutture energetiche, la realizzazione di un mercato interno dell’Ue...

Abkhazia, il «colpo di Stato» nella Repubblica che non c’è

I rivoluzionari anti-russi dicono di ispirarsi alla rivolta ucraina di piazza Maidan

Al termine di una giornata di manifestazioni antigovernative, l’opposizione abkhaza ha annunciato che il Consiglio di coordinamento dei Partiti e dei movimenti pubblici ha assunto il potere in Abkhazia, un piccola Repubblica autonoma dell’ex Urss  (8.432 Km2 e meno di 250.000 abitanti) che si è dichiarata indipendente dalla Georgia nel 1992. Il segretario del Consiglio...

In Ucraina ora è guerra. Putin parla con Renzi

E' guerra in Ucraina. Secondo il primo ministro dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, Alexandre Borodai, «Più di  50 membri delle forze di autodifesa di Donetsk e circa 50 civili sono stati uccisi lunedì in scontri con le forze regolari ucraine» che hanno conquistato lo scalo internazionale in mano ai filorussi. Borodai accusa i soldati ucraini...

Il lavoro nel mondo, Ilo: «La precarietà non fa bene alla società e all’economia»

Aumenta l’emigrazione dai paesi europei a quelli in via di sviluppo, in cerca di opportunità

Secondo il rapporto “World of Work 2014: Developing with jobs” dell’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo) che verrà presentato ufficialmente alla Conferenza internazionale del lavoro che inizia domani a Ginevra, «ipaesi che hanno investito molto in occupazione di qualità a partire dai primi anni del 2000 hanno registrato, ogni anno dal 2007, una crescita superiore di circa...

Gazprom: «L’Europa ha perso la gara del gas»

La Cina dà un acconto da 25 miliardi di dollari per il mega-accordo energetico

Dopo il mega-accordo energetico con la Cina l’amministratore delegato di Gazprom, Alexei Miller, non ha dubbi: «L’Europa come mercato per la vendita di gas ha perso la competizione. Con la firma del contratto tra Gazprom e Cnpc è iniziata la lotta competitiva per le risorse russe. L’Europa ha perso la “guerra” dei prezzi nel mercato...

Cina, terroristi fanno strage a Urumqi: in ballo ci sono gas, petrolio, carbone e minerali rari [FOTOGALLERY]

Continuano gli attacchi degli indipendentisti uiguri, colpito il mercato di Urumqi

Le ultime notizie dalla Cina parlano di almeno 31 morti e un centinaio di feriti nell’attentato avvenuto stamattina nel mercato all’aperto del Parco del Popolo, al centro di Urumqi, la capitale della regione autonoma cinese del Xinjiang Uigur. Secondo quanto hanno riferito dei testimoni all’agenzia ufficiale cinese Xinhua, «due veicoli 4X4 hanno investito la folla...

Golpe militare in Thailandia, proclamata la legge marziale: cosa sta succedendo [VIDEO]

I soldati occupano TV e centrali elettriche

L’esercito della Thailandia ha decretato la legge marziale, ufficialmente per mettere fine a 6 mesi di proteste antigovernative che hanno fatto 28 morti, ma tutti sanno che esercito e monarchia stanno dalla parte dei manifestanti. Secondo un comunicato dei militari, «dichiarare la legge marziale non è un colpo di Stato», ma una misura presa per...

Il gas russo prende la strada dell’Oriente: Gazprom firma un mega-accordo con la Cina

Russia e Cina a tutto gas. Oggi il presidente russo Vladimir Putin è a Shanghai per incontrare il presidente cinese Xi Jinping, ma già ieri aveva detto che «Le attuali  relazioni tra la Russia e la Cina possono essere considerate come esemplari. Non restano tra noi dei problemi politici in grado di esercitare un impatto...

Violenze anticinesi in Vietnam: centinaia di feriti nell’assalto alle fabbriche della globalizzazione

In Vietnam continuano gli attacchi ai lavoratori ed alle imprese cinesi, dopo che la Cina ha inviato una piattaforma petrolifere nelle acque delle isole Paracel, rivendicate da Pechino ma che il Vietnam considera suo territorio nazionale e Zone economica esclusiva (Zee). Dopo i sanguinosi disordini anticinesi, la Cina ha annunciato che sospenderà in parte i...

Libia nel caos: unica certezza è il fallimento della guerra di liberazione Nato

Potrebbe essere durata pochissimo, anzi potrebbe non essere mai cominciata, la democrazia che credevamo di aver importato in Libia con i cacciabombardieri Nato (e italiani) e le armi delle monarchie assolute del Golfo. Stanotte il colonnello Mukhtar Fernana, a capo della polizia libica ha ordinato lo scioglimento del Parlamento ad interim, il Congresso Nazionale Generale,...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 82
  5. 83
  6. 84
  7. 85
  8. 86
  9. 87
  10. 88
  11. ...
  12. 93