Clima

Maltempo, la Toscana verso un (nuovo) Stato di emergenza

Dopo il maltempo che ieri ha pesantemente colpito buona parte della Toscana, è attesa a breve la dichiarazione di Stato di emergenza regionale. L’annuncio è arrivato direttamente dal presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, al termine dell'incontro che ha avuto a Pisa insieme all'assessore regionale alla Protezione civile, Federica Fratoni, al sindaco Marco Filippeschi e...

Orbetello, la laguna non è ancora in salvo. Il sindaco scrive a Renzi: appartiene allo Stato

La lettera integrale di Monica Paffetti alla presidenza del Consiglio dei ministri

Come noto da alcune settimane la laguna di Orbetello a causa delle condizioni climatiche eccezionali e conseguentemente della temperatura dell’acqua straordinariamente elevata, vive uno stato emergenziale per il verificarsi di importanti fenomeni distrofici, tali da determinare l’anossia per la fauna ittica, e più in generale un grave danno per una zona che oltre ad avere...

Rifugi, su Alpi e Appennini l’energia elettrica sarà solo rinnovabile

Si eviterà l’immissione in atmosfera di 430 tonnellate annue CO2

Più sostenibilità e rispetto dell’ambiente: è questo l’obiettivo della convenzione stipulata dal Club alpino italiano ed Enel. L’accordo quadro, che risponde a una delle finalità più importanti dell'operato del CAI, quella della tutela dell'ambiente, è stato reso possibile grazie all’opportunità che Enel Energia offre garantendo alle Sezioni CAI e ai Rifugi la fornitura di energia...

In Groenlandia si stacca un iceberg gigante

Il fronte del ghiacciaio Jakobshavn è arretrato di diversi Km

Gli scienziati stanno studiando i movimenti di un grande iceberg di 12,4 Km2 che si è staccato dal ghiacciaio Jakobshavn  in Groenlandia. Dicono che sia il più grande mai visto staccarsi da un fronte di un ghiacciaio . quello che viene chiamato il parto dei ghiacciai - nell’Artico. L'Agenzia spaziale europea (Esa) sta seguendo l’evento...

Fortissimo impatto del cambiamento climatico sulla biodiversità marina

A rischio estinzione soprattutto le specie tropicali e subtropicali

Il riscaldamento degli oceani provocherà profondi cambiamenti nella distribuzione globale della biodiversità marina, a dirlo è lo studio “Climate velocity and the future global redistribution of marine biodiversity” pubblica su  Nature Climate Change  da un ream di ricercatori guidato dagli scienziati australiani dell’ ARC Centre of Excellence in Coral Reef Studies.  Il team di ricerca internazionale...

Futuro nero per le foreste tropicali: nel 2050 persa una superficie grande come l’India

Ma una carbon tax globale potrebbe salvare foreste e clima

Secondo il rapporto “The Future of Forests: Emissions from Tropical Deforestation with and without a Carbon Price, 2016–2050” di Jonah Busch and Jens Engelmann, del Center for Global Development (Cgd),  « Nei prossimi 35 anni sarà disboscata un'area di foresta tropicale delle dimensioni dell’India». Con la combustione di questa massa di legname potrebbe essere emesso...

Le guerre in Medio Oriente hanno migliorato la qualità dell’aria

Ma in Libano aumentano inquinamento e crisi economica e salta la raccolta dei rifiuti

Le migliaia di migranti che stanno tentando di forzare i confini dell’Europa in Italia, Grecia, Macedonia, Serbia e Ungheria sono in gran parte il frutto delle disastrose guerre scatenate dall’Occidente in Medio Oriente, delle primavere arabe spesso abortite in un mostruoso integralismo sanguinario e della crisi economica e ambientale  che ha travolto regimi che si...

I carbon credits non funzionano: hanno aumentato le emissioni di 600 megatonnellate?

L’EU ETS sballato per un terzo? I "trucchi" di Russia e Ucraina per guadagnare inquinando

I mercati del carbonio sono considerati uno strumento politico essenziale per ottenere una mitigazione del cambiamento climatico.  Progetti basati sui meccanismi di mercato del carbonio consentono alle industrie di  guadagnare crediti di riduzione delle emissioni negoziabili con  progetti di mitigazione, ma a tempo si discute della reale integrità ambientale dei carbon credits, ora lo studio...

Maltempo, i cambiamenti climatici e le «priorità» del governo

In caso di pioggia, oltre a munirsi di ombrello conviene ormai avere sempre sott’occhio gli aggiornamenti per allerta meteo diffusi dalla Protezione civile.  Il maltempo si trasforma sempre più in occasione di cronaca, con eventi meteo un tempo eccezionali oggi resi assai più frequenti dai cambiamenti climatici, e in grado di mettere ko le capacità...

Maltempo in Toscana, allagamenti e disagi: estesa l’allerta meteo

Particolarmente colpite le province di Pisa, Massa Carrara e Siena

L’autunno è ancora lontano, ma il maltempo ha già colpito duramente la Toscana e il presidente della Regione, Enrico Rossi, ha annullato tutti i gli impegni in agenda e mentre scriviamo sta rientrando da Roma per fare un sopralluogo a Pisa dopo i gravi disagi causati dalle forti precipitazioni delle ore scorse. Il  primo incontro...

Cinghiali e cambiamento climatico: aumentano grazie agli inverni più caldi

Un fenomeno esteso a tutta l’Europa ma ancora più preoccupante in Italia

Paul Brown ex corrispondente ambientale di The Guardian, del Wolfson College di Cambridge, della Geologists’ Association, della Royal Geographical Society, e della Society of Arts, Manufacture and Commerce, nonché autore di una decina di libri e collaboratore dell’Unep, scrive su Climate News Network  che «Gli inverni sempre più miti e l'abbondanza di ghiande e noci hanno...

Caldo record e piogge scarse: mezza Europa (Italia compresa) nella morsa della siccità

Pubblicato il nuovo rapporto dell’Osservatorio europeo: «La pioggia è urgentemente necessaria»

Durante gli ultimi mesi di caldo intenso molti fiumi e laghi italiani – anche realtà imponenti come il Po e l’Iseo, rispettivamente – sono stati schiacciati sotto il tallone della siccità. Un’emergenza che, come testimoniano oggi i dati diffusi dall’Osservatorio europeo della siccità, è più estesa di quanto a prima vista si possa pensare. La...

Luglio 2015 è il mese più caldo mai registrato. A riscaldare sono soprattutto gli oceani

Temperature mondiali record anche per il periodo gennaio-luglio

Lo scorso mese di quest’anno non è stato solo il luglio più caldo mai registrato, ma anche «il mese più caldo dell'anno a livello mondiale». Secondo la Global Analysis - July 2015 dello State of the Climate Report della Noaa, il luglio 2015  ha infatti battuto ogni record di caldo nei 1.627 mesi che si...

Le emissioni di carbonio cinesi sovrastimate del 10–14%

Lignite e cementifici inquinano meno del previsto. Da rivedere le stime internazionali?

Nature pubblica oggi la ricerca “Reduced carbon emission estimates from fossil fuel combustion and cement production in China”  dalla quale emerge che «Dal 2000-2013 la Cina ha prodotto 2,9 miliardi di tonnellate di carbonio in meno rispetto alle precedenti stime delle sue emissioni cumulative». Secondo questi risultati, le emissioni cinesi in questo periodo sarebbero state...

Come i cambiamenti climatici cambiano i cani

La specie che sopravvive, come ci insegna la storia dell’evoluzione, è quella capace di adattarsi meglio ai cambiamenti dell'ambiente in cui si trova. I cani, ovviamente, non fanno eccezione. La novità, emersa da uno studio appena pubblicato su Nature communications, riguarda l’influenza del cambiamento climatico: finora era comune pensare che l’adattamento dei predatori dipendesse in...

Nanofibre di carbonio prodotte con CO2 atmosferica ed energia solare

Il mondo scientifico diviso fra scetticismo e entusiasmo

Un team di scienziati del Dipartimento di chimica della George Washington University ha trovato un modo per estrarre biossido di carbonio (CO2) dall'aria e produrre nanofibre di carbonio, un materiale costoso. La scoperta, presentata al 250esimo American Chemical Society  (Acs) National Meeting & Exposition si basa su un sistema ad  energia solare che immette  pochi...

Effetto farfalla, come sfruttarlo per prevedere il tempo

Un metodo che spiega anche la “pausa” nel riscaldamento globale

L'atmosfera è così instabile che, secondo una nota “teoria”, il battito delle ali di una farfalla che potrebbe cambiare il corso degli eventi meteorologici. Il celebre effetto farfalla significa anche che l'affidabilità delle previsioni meteorologiche scende drasticamente al di là di 10 giorni. Il nuovo  studio “Using scaling for macroweather forecasting including the pause”, pubblicato su...

Islam e clima: i leader religiosi chiedono stop ai combustibili fossili entro il 2050

«Gli 1,6 miliardi di musulmani hanno il dovere di combattere il cambiamento climatico»

Secondo il leader religiosi e ambientalisti islamici che hanno partecipato all’International Islamic Climate Change Symposium di Istanbul, i paesi ricchi e le nazioni produttrici di petrolio dovrebbero porre fine all'uso di combustibili fossili entro il 2050. Nella Islamic Declaration on Global Climate Change si afferma infatti che gli 1,6 miliardi di musulmani hanno il dovere...

Hillary Clinton rompe con Obama sull’ambiente: no alle trivellazioni nell’Artico

Gli ambientalisti si schierano con la candidata alla presidenza Usa

Il Washington Post parla della «prima grande rottura con il presidente Obama sulla politica ambientale» da parte di Hillary Clinton, candidata alla presidenziali, dopo l’affermazione della sua volontà di opporsi alle trivellazioni petrolifere nella regione artica dell'Alaska, perché troppe pericolose. Con un tweet la Clinton ha annunciato, con tanto di firma, che «l'Artico è un...

Cambiamento climatico, eventi estremi triplicano il rischio di shock alimentari

Ma lo spreco di cibo impera: in Europa in media ammonta a 123 kg procapite all’anno

Da sei anni a questa parte i prezzi del cibo – o meglio, delle materie prime alimentari – non sono mai statti così bassi a livello globale. A testimoniarlo è arrivata direttamente la Fao, che monitora l’andamento dei mercati offrendo osservazioni puntuali sull’andamento di questi beni di primissima necessità. Il record al ribasso raggiunto questo...

La Shell autorizzata a trivellare l’Artico: decisione finale di Obama

Sierra Club: «E’ la scelta sbagliata, questa lotta è tutt'altro che finita»

Il Bureau of Safety and Environmental Enforcement Usa  ha dato il via libera finale alla  Shell per trivellare l’Artico nel Mare dei Chukchi, al largo delle coste dell’Alaska. La Shell aveva già  ricevuto a luglio la conditional approval  dell’Amministrazione Obama per trivellare l’Artico, ma fino ad ora non aveva potuto iniziare perché gli impianti non erano...

El Niño Godzilla, l’anno più caldo mai registrato e il futuro climatico

Secondo la Nasa, dal 2020 ci sarà una maggiore probabilità di un riscaldamento globale accelerato

L’oceanografo della Nasa Bill Patzert ha definito Godzilla l’intensificazione di El Niño, e prima di lui un ricercatore della Noaa (a luglio) l'aveva ribattezzata Bruce Lee ed aveva detto che entro agosto arriverà qualcosa di "Supercalifragilistichespiralidoso". Joe Romm, fellow, di American Progress e fondatore di Climate Progress, scrive che «comunque la si chiami,  l’esplosione a...

Il cambiamento climatico minaccia la salute di chi abita sulle coste

Una diffusa migrazione lontano da zone che non possono più fornire cibo, acqua e riparo

Il nuovo studio “Change and Health on the U.S. Gulf Coast: Public Health Adaptation is Needed to Address Future Risks”, pubblicato sull’ International Journal of Environmental Research and Public Health da un team di ricercatori del  The Earth Institute della Columbia University, del National Center for Disaster Preparedness (NCDP) e dell’università di  Washington si concentra sulle...

Calamità naturali, in Italia sgravi fiscali anche a imprese che non hanno subito danni

Un’indagine della Commissione europea avviata nel 2012 svela diversi “trucchi”

Dopo un'indagine approfondita, la Commissione europea ha constatato che «determinate misure di riduzione delle imposte e dei contributi previdenziali obbligatori in zone colpite da calamità naturali adottate dall'Italia sono andate a vantaggio anche di imprese che non hanno subito danni e hanno dato luogo a sovracompensazioni. In una nota pubblicata oggi la Commissione Ue ricorda che...

Asia Pulp & Paper si impegna a chiudere le sue piantagioni sulla torbiera tropicale

La multinazionale vuole ridurre le emissioni di carbonio

La multinazionale Asia Pulp & Paper (APP), il più grande produttore di cellulosa e pasta da carta del mondo, con fabbriche in Indonesia e Cina, è da anni nel mirino degli ambientalisti e delle Ong che difendono i diritti dei popoli indigeni per il devastante impatto ambientale, climatico e sociale delle sue piantagioni, ma ora ha...

Turismo e cambiamento climatico: si ridurranno le entrate dei Paesi del Mediterraneo

Calerà il Pil turistico del Sud Europa (0,45% l’anno) e aumenterà quello del Nord (0,32%)

Lo studio “Time is of the essence: adaptation of tourism demand to climate change in Europe”,  pubblicato su Climate Change, analizza il potenziale impatto del cambiamento climatico sulla domanda turistica nell'Unione europea e fa proiezioni a lungo termine (2100) sull’adattamento climatico, in termini di durata e  frequenza della vacanza. I due autori, Salvador Barrios e...

Alluvione, il ministro Galletti a Rossano. Legambiente: «La Calabria ha bisogno di verità sui disastri “naturali”»

Dopo l’alluvione che ha devastato Rossano, in Calabria, è stato celere l’arrivo del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, ma «ci auguriamo - dichiara Francesco Falcone, presidente di Legambiente Calabria - che il Ministro Galletti non sia venuto in Calabria solo a constatare da vicino quello che era verificabile anche dalle immagini diffuse su tutti i...

Nubifragio in Calabria. Legambiente: «Basta lacrime di coccodrillo»

«Rischi e danni continueranno grazie alla gestione irresponsabile del territorio»

Le immagini che giungono dalla Calabria, nuovamente colpita da un nubifragio e dove permane un’allerta meteo per altre 24 ore, sono terribili e il presidente di Legambiente Calabria Francesco Falcone ha detto: «Vogliamo esprimere solidarietà e vicinanza ai concittadini di Rossano e Corigliano, delle zone del catanzarese e del reggino, e alle istituzioni in questa...

Riscaldamento globale, l’Italia nel mirino ma dal governo nuovo via libera alle trivelle

Firmato il decreto autorizzativo per Ombrina mare. La Regione: «Ricorreremo al Tar»

Come dimostrano i dati diffusi dal Cnr, il Mediterraneo e in particolare i mari che bagnano le coste italiane registrano picchi record di temperatura, a causa dell’avanzare dei cambiamenti climatici dipendenti dall’immissione di gas serra nell’atmosfera. «Il cambiamento climatico è un nostro problema», ha riconosciuto il ministro dell’Ambiente Galletti da Festambiente, ma nel mentre dai...

Il Mediterraneo si scalda, nei mari italiani fino a 5 °C in più della media

I nuovi dati diffusi dall'Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima del Cnr

Nel luglio 2015 la temperatura media superficiale del Mediterraneo si è mantenuta nettamente al di sopra dei valori di riferimento (1985-2006) nell'area occidentale, anche di quattro gradi, rimanendo invece più vicina ai valori climatologici nell'area orientale. Questi alcuni dati emersi dalle analisi delle anomalie osservate rispetto alle medie climatologiche della superficie del Mediterraneo, da parte...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 228
  5. 229
  6. 230
  7. 231
  8. 232
  9. 233
  10. 234
  11. ...
  12. 264