Clima

L’energia solare è contagiosa. Ecco come si diffonde negli Usa

Il "neighbor effects": installare un pannello solare aumenta la probabilità che lo facciano i vicini

Negli Usa l'energia solare continua a crescere a una velocità vertiginosa: nel 2015 sono stati installati più pannelli solari, più che in qualsiasi anno, e il 2016 dovrebbe stracciare questo record con il doppio di pannelli. Intanto gli Usa hanno superato il milionesimo impianto solare installato. Ma perché è solare statunitense  sta crescendo così in...

Cambiamento climatico: in Europa ci aspetta un futuro di disastri ambientali

Le aree più colpite saranno Spagna e Portogallo, ma anche Alpi e Italia del nord

Lo studio “Multi-hazard assessment in Europe under climate change” pubblicato su Climatic Change da un team di ricercatori europei guidato dall’italiano Giovanni Forzieri, della Climate Risk Management Unit, dell’Institute for Environment and Sustainability (IES) del Joint Research Centre (JRC), mette in guardia  sulle molteplici minacce che attendono l’Europa nei prossimi decenni a causa dei cambiamenti climatici. ...

Nel 2015 nell’Ue le emissioni di CO2 sono aumentate dello 0,7%. In Italia +3,5%

Italia peggiore tra i grandi Paesi Ue. Nessun disaccoppiamento tra crescita economica e CO2

Secondo Eurostat le emissioni di CO2 provenienti dalla combustione dei combustibili fossili «Sono aumentate dello 0,7% nell’Unione europea nel 2015 in rapporto all’anno precedente» Le emissioni di CO2 contribuiscono fortemente al riscaldamento globale e rappresentano circa l’80% delle emissioni di gas serra dell’Ue. L’ammontare delle emissioni di CO2 è influenzato da fattori come le condizioni...

I cambiamenti climatici stanno rendendo Nord Africa e Medio Oriente «inabitabili per l’uomo»

Secondo il celebre Max Planck Institute le ondate di calore quintuplicheranno entro il 2050, «contribuendo sicuramente alla pressione migratoria»

Dal punto di vista climatico come da quello geopolitico, il Medio Oriente e il Nord Africa rientrano da tempo tra le aree più calde del pianeta. La brutta notizia è che nei prossimi anni sembrano destinate a diventare letteralmente incandescenti. Secondo una ricerca coordinata in seno ai celebri Max Planck Institutes, il numero di rifugiati...

I consumi di energia da fonti rinnovabili in Italia per settore, e gli obiettivi Ue al 2030

Dal Servizio studi del dipartimento Attività produttive della Camera dei deputati un quadro dettagliato della situazione nazionale

A causa dell’azione congiunta della recessione economica, della ricomposizione settoriale della produzione e della maggiore efficienza energetica, nel 2014 il fabbisogno energetico lordo del Paese è stato pari a circa 165,9 Mtep: il valore più basso degli ultimi 18 anni. A crescere ancora è stato invece l’apporto al mix energetico arrivato dalle fonti rinnovabili. Sono...

Irena al G7: «I Paesi che vogliono nuove centrali a carbone devono rifare la loro strategia energetica»

Gli investimenti nel carbone o nei combustibili fossili entro 5 - 10 anni diventeranno non recuperabili

Intervenendo al meeting del G7 dei ministri dell’Energia, conclusosi ieri a Kita-Kyushu, nel sud-ovest del Giappone, il direttore generale dell’International renewable energy agency (Irena), Adnan Z. Amin, ha detto che «i paesi che hanno intenzione di costruire centrali elettriche a carbone devono rivalutare la loro strategia energetica, perché tali strutture non possono essere un investimento...

Carbone, il Wwf al G7: «Bloccare gli investimenti e impegnarsi su decarbonizzazione» (VIDEO)

L’utilizzo di tecnologie HELE nelle centrali a carbone incompatibile con l'obiettivo di 1.5°C

Dal 26 al 28 maggio i leader dei Paesi del G7 si riuniranno a Ise-Shima in Giappone e il Wwf oggi ricorda ai governi di Italia, Germania, Gran Bretagna, Francia, Usa, Canada e Giappone che  «Con l’Accordo di Parigi sul clima, i governi si sono pubblicamente  impegnati a limitare l'aumento della temperatura media globale a...

Un solo giacimento di petrolio è colpevole dell’aumento delle emissioni mondiali di etano (VIDEO)

Il fracking Usa sta facendo aumentare l’ozono e le emissioni di gas serra

Un solo campo petrolifero di scisti statunitense è responsabile di gran parte dell’aumento dell’etano atmosferico avvenuto nell’ultimo decennio, a dirlo è lo studio "Fugitive emissions from the Bakken shale illustrate role of shale production in global ethane shift", pubblicato su  Geophysical Research Letters da un team di ricercatori giudato dall’università del Michigan ed al quale...

Il 51% delle persone definisce uno dei “cittadini globali”. Sondaggio Bbc in 18 Paesi (VIDEO)

I più “globalizzati” sono i nigeriani. Tedeschi e russi i più ostili a immigrazione e matrimoni misti

Secondo il sondaggio “Global Citizenship A Growing Sentiment Among Citizens Of Emerging Economies: Global Poll” pubblicato nei giorni scorsi da BBC News, che lo aveva commissionato a GlobeScan, ormai la maggioranza delle persone del mondo  si identifica più come un cittadino globale che come appartenente ad un singolo Paese o a una religione o comunità...

A Roma aperitivo con le farfalle e i progetti per salvarle e conoscerle

Le farfalle italiane sempre più minacciate dai cambiamenti climatici e dallo sfruttamento del territorio

L'Italia, per la sia posizione geografica e per la diversità di ambienti di montagna, di pianura, d'acqua dolce e costieri detiene la più alta ricchezza di farfalle in Europa, arrivando a contare 289 specie, alcune di queste endemiche, tra cui la Zerynthia cassandra, la Melanargia arge e la rarissima falena Acanthobrahmaea europea, che vive soltanto...

Think Green. The environment: good for business, il nuovo network europeo presentato a Firenze

«L’impellente bisogno di rendere sostenibile e rivoluzionario il fare impresa»

A Firenze è stato presentato il nuovo network europeo di imprese Think Green. The environment: good for business, che ha la sua sede a Bruxelles e al quale aderiscono diverse le realtà industriali italiane, tra le quali  Gorent, Eco.Energia, Eco.partecipazioni, Italscania e Quadrifoglio. Think Green è nato dall’idea dell’imprenditore fiorentino Furio Fabbri ed è un network...

Ets, la Corte europea boccia le quote a titolo gratuito stabilite dalla Commissione

Wwf: «Il sistema di scambio emissioni deve essere riformato per far pagare – e non ricompensare – chi inquina»

Il quantitativo massimo annuo di quote gratuite di emissioni di gas a effetto serra stabilito dalla Commissione per il periodo dal 2013 al 2020 non è valido, perché la Commissione nel calcolarlo ha tenuto conto delle emissioni di alcuni impianti che non potevano essere incluse. Lo ha stabilito la Corte di Giustizia europea che, con...

La diminuzione dell’ossigeno negli oceani potrebbe diventare evidente già nel 2030

La deossigenazone degli oceani da cambiamento climatico supererà quella naturale

Una riduzione della quantità di ossigeno disciolto negli oceani causata dal cambiamento climatico è già visibile in alcune parti del mondo e tra il 2030 e il 2040 dovrebbe essere evidente in vaste regioni degli oceani, a dirlo è il nuovo studio “Finding forced trends in oceanic oxygen”, pubblicato su Global Biogeochemical Cycles da Matthew...

Il riscaldamento globale minaccia la salute e la produttività dei lavoratori

Il cambiamento climatico rischia di vanificare la crescita del Pil di diversi Paesi emergenti

Secondo il rapporto “When it is too hot, people work less effectively out-of-doors, in factories, the office or on the move due to diminished ability for physical exertion and for completing mental tasks”, a causa del cambiamento climatico,  le economie emergent dovranno far fronte a una perdita del 10%  delle ore di lavoro per l’aumento...

La politica e il riscaldamento globale al tempo di Donald Trump

Papa Francesco, l’inverno caldo e l’Accordo di Parigi hanno “spostato” l’opinione pubblica Usa

Dal nuovo sondaggio “Politics and Global Warming, Spring 2016”,  realizzato dai programmi Climate Change Communication delle università di Yale e George Mason, emerge che la maggioranza degli americani, di ogni opinione politica tranne i repubblicani conservatori, sosterrebbe un candidato alla presidenza Usa che sostenesse con forza azioni per ridurre il riscaldamento globale. Il rapporto, realizzato intervistando...

Clima, Bianchi (Pd): «L’Accordo di Parigi impone una svolta radicale irrimandabile»

Il commento dell’Intergruppo parlamentare per il clima sui dati presentati dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile

L’accordo raggiunto alla Cop21 di Parigi, firmato la scorsa settimana a New York da 175 paesi e per l'Italia dal presidente Renzi, impone una svolta radicale non più rinviabile a tutti i paesi. Una svolta che rappresenta una delle sfide più importanti che l’umanità si trova a affrontare per la salvezza del Pianeta e per...

Cambiamento climatico, l’Italia lo combatte a parole: i gas serra crescono del 2,5%

Ronchi: «Per attuare l’Accordo di Parigi è necessaria una nuova Strategia energetica nazionale»

Secondo i dati diffusi oggi dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile nel suo ultimo Climate report, presentati dall’ex ministro dell’Ambiente Edo Ronchi, nel 2015 le emissioni di gas serra in Italia sono aumentate di circa il 2,5%, circa 3 volte tanto la crescita del Pil (che ha segnato un +0,8%). Si tratta di una stima...

Artico, l’Unione europea adotta una nuova politica integrata per la regione

Cambiamenti climatici, protezione dell’ambiente, sviluppo sostenibile e cooperazione internazionale

La Commissione Ue e la Mogherini hanno elaborato una risposta integrata alle sfide della regione artica. L’Alta rappresentante per gli Affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini, e la Commissione europea hanno adottato oggi una proposta strategica che «orienterà l’azione dell’Unione europea nella regione artica. L’Unione europea intensificherà l’azione e l’impegno già in...

È stata la CO2 a sconvolgere il clima dell’Eocene, quando c’erano 14° C più di oggi

Il forcing di CO2 era simile a quello previsto dall'IPCC per il nostro caldo futuro

Secondo lo studio “Changing atmospheric CO2 concentration was the primary driver of early Cenozoic climate” pubblicato su Nature «La concentrazione di anidride carbonica atmosferica è stata il driver principale dietro i cambiamenti climatici globali che si sono verificati tra i 53 ei 34 milioni di anni fa». Lo studio, , è il primo a risolvere il...

Corea del Nord, lo “stato nucleare” che soffre la fame. Fao: livelli di consumo alimentare già scarsi

Aumenta l'insicurezza alimentare: il settore agricolo penalizzato da siccità, mancanza di carburante e fertilizzanti

La produzione alimentare totale della Corea del Nord - che comprende anche cereali, soia e patate - è stimata in calo nel 2015, per la prima volta dal 2010, e la sicurezza alimentare del paese si prevede peggiorerà. Questo quanto riportato da un aggiornamento rilasciato oggi dalla Fao. Lo scorso anno, la produzione alimentare totale...

Gli orsi aiutano i ciliegi del Giappone a sopravvivere ai cambiamenti climatici

Ma le specie che si spostano più in alto rischiano di rimanere in “isole” fresche sempre più piccole

Lo studio “Mountain-climbing bears protect cherry species from global warming through vertical seed dispersal” pubblicato su Current Biology da un team di ricercatori giapponesi,  sottolinea che «In un clima sempre più caldo, le piante sensibili alla temperatura devono spostarsi verso zone più fredde, che sono latitudine e altitudine più alte, con la dispersione dei semi»....

Cosa è che ci fa preoccupare per i cambiamenti climatici?

Ma una maggiore conoscenza delle dimensioni biofisiche del fenomeno tende a smorzare l’interesse dell’opinione pubblica

E' intuitivo supporre che la preoccupazione per il cambiamento climatico dovrebbe essere preceduta da conoscenze sui suoi effetti, ma recenti studi  suggeriscono che «La conoscenza sui cambiamenti climatici ha solo un effetto limitato nel plasmare la preoccupazione per il cambiamento climatico». Non è quello che ha scoperto lo studio “Knowledge as a driver of public...

Osservasalute: italiani sempre più vecchi, su mortalità in crescita hanno inciso ondate di calore

Per la spesa sanitaria pubblica l’Italia è tra i Paesi che spendono meno tra i 32 dell’area Ocse in termini pro capite. Alla prevenzione solo il 4,1% del totale

I cambiamenti climatici fanno male alla salute, soprattutto se si abbattono su una popolazione sempre più anziana come quella italiana. La tredicesima edizione del rapporto Osservasalute (2015), un'approfondita analisi dello stato di salute della popolazione e della qualità dell'assistenza sanitaria nelle regioni italiane presentata oggi a Roma all'Università Cattolica, conferma che per l’Italia è in corso...

Palestina e cambiamento climatico, lo Stato che non c’è ha una strategia nazionale di adattamento

L’Unfccc deve tener conto anche del controllo sulle risorse naturali negato ai popoli sotto occupazione

Tra i leader mondiali che all’Onu hanno firmato l’Accordo di Parigi sul cambiamento climatico c’era anche l’ambasciatore Riyad Mansour, osservatore permanente della missione di uno Stato che non c’è: la Palestina, divisa tra la prigione a cielo aperto della Striscia di Gaza e la Cisgiordania frantumata e occupata dalla colonie israeliane. Mansour ha detto ad...

El Niño ha fatto aumentare fame e povertà

Campagna “Sfido la fame” di Oxfam. Dall’Ue 414 milioni di euro per la lotta contro le crisi alimentari

Secondo i nuovo report di Oxfam Donne, cibo e cambiamento climatico, «Ancora oggi una persona su nove nel mondo soffre la fame. Sono 795 i milioni di persone, donne per la maggior parte, che il mondo più fortunato non deve abbandonare. Paradossalmente, il 98% di chi fa ancora i conti con una cronica carenza di cibo vive...

L’Arabia Saudita lascia indietro l’oro nero: «Nel 2020 potremo vivere senza petrolio»

Il Paese si prepara a diversificare gli investimenti con un fondo sovrano da 2mila miliardi di dollari

Il principe Mohammad bin Salman Al Saud (nella foto), secondo nella linea ereditaria dell'Arabia saudita, ha annunciato riforme economiche radicali volte a ridurre la dipendenza del Paese dai profitti del petrolio. Bin Salman ha detto che «l'obiettivo è quello di uscire dalla dipendenza dal petrolio a diventare un centro di investimento globale entro il 2020»....

Fao, i droni aiutano gli agricoltori nelle Filippine a prepararsi ai disastri climatici

Le nuove tecnologie consentono un monitoraggio rapido e dettagliato delle aree agricole a rischio

Con l’intento di fronteggiare gli impatti negativi del cambiamento climatico, delle alluvioni e dei tifoni sulla sicurezza alimentare, il governo delle Filippine e la Fao hanno iniziato ad utilizzare droni aerei per localizzare le aree agricole più esposte al rischio di disastri ambientali e valutare rapidamente i danni a seguito di una catastrofe. Per la...

Clima, ecco cosa ci aspetta dopo la firma dell’Accordo di Parigi

Alla firma ufficiale deve seguire la ratifica nei rispettivi paesi, ma è comunque un passo legalmente vincolante

L’obiettivo dell'Accordo sul clima raggiunto a Parigi da 195 nazioni più l’Ue è quello di contenere il surriscaldamento del pianeta ben al di sotto dei 2 gradi e di mettere in atto tutti gli sforzi possibili per non superare 1,5 gradi. Lo scorso dicembre l’Accordo è stato definito, e oggi sarà ufficialmente firmato da buona...

Sfamare 9 miliardi di persone rispettando la Cop21 di Parigi? Dieta sostenibile e basta sprechi alimentari

In Italia sprechiamo il 35% dei prodotti freschi (latticini, carne, pesce), il 19% del pane e il 16% di frutta e verdura prodotti

Oggi è l’Earth Day, la Giornata mondiale della Terra che coincide con la ratifica a New Yok dell’Accordo di Parigi sul cambiamento climatico sul quale gli Stati si sono accordati alla COP21 Unfccc il 12 dicembre 2015 e il direttore scientifico del Wwf Italia, Gianfranco Bologna riassume efficacemente le sfide e le possibilità che abbiamo...

Cambiamento climatico, la differenza tra 1,5° gradi e 2° C in più moltiplica gli impatti

Il Mediterraneo sarebbe una delle regioni più colpite da un aumento delle temperature di 2° C

Nello studio “Differential climate impacts for policy-relevant limits to global warming: the case of 1.5 °C and 2 °C” un team di ricercatori europei evidenzia che ci saranno impatti dei cambiamenti climatici sostanzialmente differenti  con un riscaldamento globale di 1,5° C in più che a 2° C in più entro il 2100, che sono i  due limiti...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 212
  5. 213
  6. 214
  7. 215
  8. 216
  9. 217
  10. 218
  11. ...
  12. 263