Clima

Clima, le conseguenze della Cop21 arrivano in Toscana

Entro soli 20 anni siamo chiamati a chiudere totalmente con le emissioni climalteranti

Insieme alla Regione Toscana, nei giorni scorsi l’associazione Greenaccord ha portato all’ombra della cupola del Brunelleschi i risultati ottenuti a Parigi durante la Cop21 sul clima. «Con questo incontro – ha spiegato il presidente di Greenaccord, Alfonso Cauteruccio – vogliamo approfondire i punti di forza e debolezza dell'accordo Cop21 e le future conseguenze per le...

Trump: il cambiamento climatico è una bufala… ma non se riguarda il suo campo da golf

Trump, ecoscettico in campagna elettorale, ma teme il riscaldamento globale per i suoi affari

Donald Trump, il palazzinaro miliardario candidato alla presidenza Usa dal Partito Repubblicano, ha definito il riscaldamento globale «una bufala totale», «stronzate» e «pseudoscienza», poi ha detto che il cambiamento climatico è un’invenzione dei cinesi per danneggiare l’industria americana e ha annunciato che se verrà eletto presidente straccerà l’Accordo sul clima raggiunto alla COP21 Unfccc di...

Unep, l’ambiente malato uccide 234 volte di più delle guerre

12,6 milioni di decessi nel 2012 attribuibili al deterioramento delle condizioni ambientali, il 23% del totale

Secondo il rapporto tematico “Healty environment, Healty People”, presentato alla seconda sessione dell’United Nations Environment Assembly (Unea-2) che si è aperta oggi a Nairobi, «si stima che il degrado ambientale e l'inquinamento causino fino a 234 volte il numero di morti premature che si verificano ogni anno durante i conflitti, mettendo in evidenza l'importanza di...

Guinea: il fiume Niger rischia di scomparire a causa dell’insabbiamento (VIDEO)

Le cause: cambiamento climatico, deforestazione e degrado della biodiversità

Douty Condé, responsabile regionale della salvaguardia dell’ecosistema, ha detto che il fiume Niger, il terzo più lungo dell’Africa dopo Nilo e Congo, potrebbe scomparire a causa del forte insabbiamento del suo letto nella regione di Kankan, nella Guinea orientale. Il Niger è lungo 4.280 km ed ha un bacino di 2.262.000 km2, nasce nella regione...

Arriva La Niña e potrebbe aumentare il caos climatico

Il Pacifico equatoriale si raffredda rapidamente. Temperature più fresche ma anche alluvioni e uragani

Secondo la National oceanic and atmospheric administration Usa (Noaa), «C'è una probabilità del 75% che La Niña sarà in vigore entro l'autunno, il che significa che le temperature superficiali del mare nel Pacifico centrale all'equatore saranno più di 0,5 ° C al di sotto della media. E' possibile la transizione da El Niño a La Niña sarà veloce»....

Raddoppiando le energie rinnovabili si salverebbero 4 milioni di vite all’anno

Il vero costo dei combustibili fossili: inquinamento dell’aria e cambiamento climatico. Eppure li incentiviamo 4 volte tanto le rinnovabili

Secondo il rapporto “The True Cost of Fossil Fuels: Saving on the Externalities of Air Pollution and Climate Change” appena pubblicato dall’International renewable energy agency (Irena), raddoppiando la quota globale di fonti rinnovabili entro il 2030 si ridurrebbero  drasticamente le emissioni nocive per la salute umana, risparmiando fino a 4 milioni di vite all'anno entro...

Assoelettrica, nel 2016 in Italia cala la produzione da rinnovabili e cresce quella da fossili

In discesa anche l’efficienza energetica, ma a calare (rispetto al 2015) sono anche i gas serra

In Italia la produzione da fonti rinnovabili ha registrato una flessione del 7%, mentre la produzione da fonti fossili una crescita del 3%, in un contesto generale che vede una contrazione dei consumi elettrici e della produzione elettrica rispettivamente dell’1,5% e dello 0,7%. Il che significa che abbiamo importato meno energia dall’estero, ma l’abbiamo prodotta...

Il Pil di Cina e India colpito duramente da uno shock dei prezzi alimentari. E in Africa andrà peggio

L’Italia perderà solo lo 0,2% del Pil, ma i Paesi da dove vengono molti migranti sono a rischio

Secondo il rapporto “ERISC Phase II: How food prices link environmental constraints to sovereign credit risk”, pubblicato congiuntamente  da United Nations Environment Programme (Unep) e Global Footprint Network (Gfn), «se i prezzi alimentari a livello mondiale raddoppieranno, allora la Cina potrebbe perderebbe 161 miliardi di dollari di Pil e l’India potrebbe perdere 49 miliardi di...

Trump: «Se vinco rinegozierò l’accordo globale sul clima»

Sierra Club. le buffonate internazionali di Trump isolerebbero gli Stati Uniti in tutto il mondo

Il candidato del Partito Repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti d’America,  Donald Trump ha detto che se vincerà rinegozierà il ruolo degli Usa nel l'accordo globale sul clima  approvato alla Conferenza Unfccc di Parigi e ratificato all’Onu dall’amministrazione di Barack Obama. Trump, notoriamente eco scettico, non vede assolutamente l’Accordo di Parigi  come l’ulltima possibilità di...

Sri Lanka, colata di fango su tre villaggi: sepolte sessanta case

Dopo giorni di piogge torrenziali, i soccorritori cercano centinaia di dispersi

La Croce Rossa teme che nello Sri Lanka più di 200 famiglie siano rimaste sepolte  nelle frane che hanno colpito tre villaggi nel distretto centrale di Kegalle, a circa 72 chilometri dalla capitale Colombo. L'enorme frana di fango si è abbattuta sui villaggi di Siripura, Pallebage e Elagipitya nel tardo pomeriggio di ieri e le immagini...

Ecosistema rischio 2016, la fotografia del dissesto idrogeologico che affonda l’Italia

Solo nel 2015 18 morti e 3.694 sfollati. Ma nel 10% dei Comuni si costruiscono ancora edifici in aree impossibili

Secondo un recente rapporto elaborato sotto il cappello dell’Onu, negli ultimi vent’anni il 90% degli eventi disastrosi che hanno colpito la popolazione umana nel mondo sono legati a eventi climatici: tempeste, inondazioni, ondate di caldo. È l’incedere dei cambiamenti climatici che avanza, e l’Italia non è certo immune da questa tendenza. Anzi, sul nostro territorio...

La Banca mondiale e il diluvio universale prossimo venturo: «Impreparati ai rischi futuri»

Cambiamenti climatici e cattiva programmazione urbanistica le cause principali

Dal 18 maggio 700 esperti e opinion leader si riuniranno a Venezia in occasione del 2016 Understanding Risk Forum, organizzato dal Global Facility for Disaster Reduction and Recovery (GFDRR), per esaminare il ruolo fondamentale dei progressi tecnologici nella gestione del rischio di catastrofi, per presentare le ultime innovazioni, scambiarsi idee e stringere collaborazioni in materia...

L’aumento delle emissioni di CO2 verrà soprattutto dai paesi extra-Ocse

Diminuisce l’intensità globale del carbonio, ma così è impossibile rispettare l’Accordo di Parigi

Secondo il 2016 International Energy Outlook (IEO2016)  dell’Energy information administration Usa (Eia), le emissioni globali di e di anidride carbonica legate all'energia dovrebbero aumentare di un terzo tra il 2012 e il 2040  e questo aumento  - insostenibile per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi -  «Sarà in gran parte determinato da una maggiore consumo di...

Marea rossa e salmoni più El Niño: in Cile disatro ambientale senza precedenti (VIDEO)

I biologi: «Risultato di una storia basata sull’estrattivismo puro»

Il ministro dell’economia del Cile, Luis Felipe Céspedes, ha convalidato gli accordi raggiunti con 7 località dell’isola di Chiloé, nella Regione de Los Lagos, e spera che si aggiungano anche le altre comunità che ancora protestano. Intanto il governo ha cominciato a dare i contributi per la marea rossa che ha paralizzato la pesca e...

Germania, 3.500 persone bloccano la miniera di lignite a cielo aperto di Ende Gelände (VIDEO)

Azione organizzata da 350.org paralizza uno dei siti più inquinanti dell’Ue

«Missione compiuta!», esultano a 350.0rg. Più di 3.500 persone provenienti da tutta Europa si sono date appuntamento in Germania per paralizzare uno dei siti più inquinanti per emissioni di CO2 e per chiedere di lasciare la lignite sotto terra. A 350.0rg spiegano che «A Ende Gelände ha avuto luogo una di quelle scene che sfidano...

Agenda 2030 di Bologna, l’Italia si interroga sulla concreta applicazione dell’Accordo di Parigi

Il 20-21/5 il convegno organizzato da Cnr, università di Bologna e Regione Emilia-Romagna

La strada per lo sviluppo sostenibile è fatta sì di grandi accordi internazionali, senza i quali sarebbe impossibile raggiungere obiettivi dalla portata globale, ma anche della puntuale attuazione degli stessi. Una firma seguita da applausi non è sufficiente. Lo stesso vale per l’Accordo sul clima raggiunto a Parigi allo scadere dello scorso anno, durante la...

L’Accordo di Parigi non garantisce i finanziamenti per l’adattamento climatico ai Paesi poveri

Appello di Oxfam ai negoziati Unfccc di Bonn: «impegni specifici per aumentare il finanziamento»

Il primo meeting post COP21 di Parigi dell’Unfccc è iniziato oggi a Bonn con le poco rassicuranti notizie che arrivano dalla Nasa che il 2016 è già sulla buona strada per diventare l'anno più caldo mai registrato, mentre le ricadute del super El Niño che si sta esaurendo stanno mettendo  più di 60 milioni di...

Le città più a rischio inondazioni costiere sono quelle dei Paesi più inquinanti

I ricchi subiranno più danni economici ma i più colpiti saranno i poveri, soprattutto le donne

Secondo il nuovo rapporto “Act Now or Pay Later: Protecting a billion people in climate-threatened coastal cities” dell’ONG Britannica Christian Aid,  entro il 2060 più di un miliardo di persone sranno esposte ad inondazioni costiere  a causa di un  insieme di fattori: innalzamento del livello del mare, mareggiate e condizioni climatiche estreme. Il rapporto, pubblicato...

Anche aprile è stato il più caldo mai registrato. Molti incendi, poco ghiaccio. CO2 già a 400 ppm

Nasa: «Possibilità superiore al 99%, il 2016 sarà l'anno più caldo mai registrato»

Un report della Nasa ha appena confermato  che l’aprile appena trascorso è stato il più caldo mai registrato e anche  il periodo gennaio-aprile è stato di gran lunga il più caldo da quando l’uomo registra le temperature. Secondo Stefan Rahmstorf, a capo dell’Earth System Analysis del Potsdam Institute for Climate Impact Research, «il margine con...

Studio Italiano: in Africa le ondate di caldo anomale saranno presto la norma

Entro la fine del secolo a rischio i raccolti. Necessarie immediate misure di adattamento e resilienza

Un team di ricercatori italo-norvegese ha pubblicato su Environmental Research Letters lo studio “When will unusual heat waves become normal in a warming Africa?” che dipinge un futuro prossimo ancora più preoccupante per il continente africano già duramente colpito dal riscaldamento globale. Secondo Simone Russo, dell’ Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra)...

Il buon giornalismo fa bene al clima: a Firenze un incontro sulle conseguenze della Cop21

Greenaccord, Regione Toscana e Ordine dei giornalisti organizzano l’appuntamento del 21 maggio a Palazzo Sacrati Strozzi

Contenere ad ogni costo il riscaldamento globale entro +2 °C rispetto all’era pre-industriale, e far tutto il possibile per non superare la soglia di +1,5 °C, ormai drammaticamente vicina. Per far sì che gli ambiziosi obiettivi climatici siglati durante la Cop21 da 195 paesi più l’Ue non restino velleità di solo inchiostro è necessario anche...

Esistono le miniere “verdi”? Secondo I²Mine sì, ma automatizzate

Un progetto per assicurare l’approvvigionamento di materie prime in Europa, ma la scelta più sostenibile non potrà che continuare ad essere quella dei materiali riciclati

Il progetto Innovative technologies and concepts for the intelligent deep mine of the future (I²Mine) punta a dimostrare la possibilità di «un approccio integrato e verde per le attività minerarie, il quale aiuta a soddisfare la domanda dei consumatori di prodotti che dipendono dai minerali, potenziando allo stesso tempo la competitività e migliorando la sostenibilità»....

Il Giappone ha più punti di ricarica per le auto elettriche che distributori di benzina

Nel 2040 nel mondo ci saranno 41 milioni di veicoli elettrici, 1 auto su 4 sarà EV , il 35% di quelle leggere

Il Giappone, la terza potenza economica del pianeta, sta ancora accelerando sulle auto elettriche (EV), ha già superato il resto del mondo e ora ha più punti di ricarica che distributori di benzina e gasolio. A dirlo è una recente ricerca della Nissan - il cui modello Leaf completamente alimentato a batteria può viaggiare per...

Sono 27,8 milioni gli sfollati interni nel 2015 per guerre, violenze e disastri naturali

In tutto ammontano a 40,8 milioni. 19,2 milioni di sfollati per calamità naturali, il resto per guerra e violenza di bande criminali

Secondo il Global Report on Internal Displacement (GRID 2016), presentato oggi dall’Internal Displacement Monitoring Centre (IDMC), Norwegian Refugee Council (NRC), nel mondo nel 2015 le guerre, le violenze e i disastri naturali hanno prodotto  27,8 milioni di sfollati interni, un numero record di uomini, donne e bambini che hanno subito il trauma e la sconvolgente...

L’india vorrebbe abbandonare il carbone, ma non sa ancora come fare

Svolta del governo dopo la COP21 di Parigi: più fotovoltaico e auto elettriche. Ma intanto si pensa a nuove centrali

Come farà l’India a diventare il Paese più popoloso del XXI secolo e a crescere economicamente senza emettere enormi quantità di CO2 nell'atmosfera?  Già oggi il gigante asiatico è il Paese con la terza  più grande impronta di carbonio nel mondo, ma 400 milioni di persone non hanno ancora un accesso affidabile all'elettricità, inoltre l’India...

Cresce in tutto il mondo il movimento per lasciare i combustibili fossili sotto terra (VIDEO)

350.org: «Agire per la transizione socialmente giusta verso un'energia 100% rinnovabile»

La settimana scorsa un’ondata mondiale di iniziative per lasciare i combustibili fossili sotto terra ha percorso tutto il mondo e 350.org che l’ha organizzata insieme a una miriade di associazioni locali dice che «Le parole non bastano a esprimere un momento di azione di una tale potenza» e ricorda che in soli 6 giorni la...

Acque meteoriche urbane, De Girolamo: «Un quadro chiaro per contrastare le catastrofi ambientali»

Il ruolo dei gestori del servizio idrico per le acque meteoriche e il rischio idraulico

Intervenendo al seminario “Aumentano i picchi delle piogge e i conseguenti impatti critici sulle città, con allagamenti, danni e vittime. Bisogna fare qualcosa, e subito” tenutosi a Firenze, il presidente di Confservizi Cispel Toscana, Alfredo De Girolamo, ha detto: «Discutiamo di un tema sempre più all'ordine del giorno: il rapporto fra la gestione del servizio...

Clima, Europa dove vai? Siena risponde con la seconda “Goodwin lecture on sustainability”

Il celebre economista Xavier Labandeira farà il punto sulla politica climatica europea in un appuntamento aperto a tutti

La Goodwin lecture on sustainability rappresenta una preziosa opportunità per approcciare con rigore scientifico temi complessi come quelli che hanno a che fare con la sostenibilità – ambientale, sociale ed economica – senza rinunciare alla franchezza di un linguaggio comprensibile a tutti, dall’esperto al comune cittadino. Dopo l’importante successo accademico (e di pubblico) guadagnato dalla...

Lo stato delle piante del mondo: il 21% a rischio estinzione. 390.900 specie conosciute

Nel 2015 scoperte 2.034 nuove specie. Piante invasive e cambiamento climatico i pericoli maggiori

Il Royal Botanic Gardens, Kew ha pubblicato il primo rapporto “State of the World’s Plants” che to fornisce una valutazione della base delle attuali conoscenze sulla biodiversità delle piante sulla Terra, sulle minacce globali devono affrontare le piante, sulle politiche in atto e sulla loro efficacia nel gestire  le minacce. La redazione del rapporto ha richiesto...

Come il tango: le formiche del Rio della Plata invadono il mondo

Le formiche invasive possono creare enormi danni ad ambiente, agricoltura e salute umana

Lo studio “Local co-occurrence of several highly invasive ants in their native range: are they all ecologically dominant species?”, pubblicato su Insectes Sociaux da un team di ricercatori argentini, evidenzia che le più terribili formiche invasive vengono tutte dallo stesso luogo: il bacino del Rio della Plata in Argentina. Come spiega il leader del team di...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 206
  5. 207
  6. 208
  7. 209
  8. 210
  9. 211
  10. 212
  11. ...
  12. 258