[25/01/2013] News toscana

Terremoto in Toscana, cos' successo

Anche stavolta si ipotizza uno sciame sismico

Forte scossa di terremoto in Toscana: in un comunicato, l'Istituto nazionale di geofisica e  vulcanologia (Ingv) spiega che «Un terremoto di magnitudo 4.8 è avvenuto alle ore 15:48 italiane del giorno 25 gennaio 2013 alla profondità di 15.5 km. Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'Ingv nel distretto sismico: Garfagnana tra le province di Lucca, Modena e Pistoia. Comuni entro 10 km dall'epicentro: Barga (Lu), Castelnuovo Garfagnana (Lu), Castiglione di Garfagnana (Lu) Fosciandora (Lu), Pieve Fosciana (Lu), Villa Comandina (Lu)». Per L'Ingv «E' un classico terremoto appenninico, medio-forte, abbastanza superficiale avendo profondità di 15 chilometri». Sono in corso le verifiche da parte del dipartimento della Protezione civile.

La Garfagnana è notoriamente una zona dall'alto rischio sismico: nel 1920 l'intera area fu devastata da un terremoto superiore ai 6,5 gradi, e terremoti ci sono stati anche in tempi più recenti.

Il terremoto è stato sentito anche a Massa-Carrara, Pisa e Livorno e distintamente in tutto il territorio della provincia di Firenze, dove al momento non risultano danni a persone o cose. A Firenze città la scossa è stata sentita distintamente, nessun danno alle scuole ma alcune sono state evacuate per precauzione. Il terremoto è stato avvertito lievemente anche nelle province di Siena ed Arezzo.

Il sisma è stato avvertito attorno alle 15.50 anche a Bologna,  Modena, Reggio Emilia e MIlano. Tremori sono stati avvertiti fino in Veneto e in Liguria. 

Il terremoto desta molta preoccupazione perché esattamente un anno fa ci fu la prima delle due scosse sismiche in Emilia che non provocarono vittime e che anticiparono il terremoto devastane del 20 maggio. Secondo quanto ha detto a La Repubblica Alessandro Amato, dell'Ingv «Potrebbe trattarsi di uno sciame sismico, è ancora presto per dirlo, ma seguiranno altre scosse di assestamento». Infatti si sono registrate, con epicentro nel Lucchese altre scosse, più o meno di magnitudo 2. 

Torna all'archivio