[15/01/2013] News toscana

Envirofi, la biodiversitÓ sbarca sul web per avvicinarsi ai cittadini. In Toscana il prototipo

La Toscana e i suoi cittadini sono i protagonisti del progetto europeo di ricerca su web e biodiversità, Envirofi. In particolare la città di Firenze e la zona a cavallo tra Grosseto e Siena hanno acquisito un ruolo importante per il progetto, essendo state proposte come area principale per i test di un'applicazione mobile per la raccolta dati di osservazioni sulla biodiversità.

Nello specifico, al fine di semplificare le attività di campo anche per i non addetti ai lavori, il gruppo di progetto ha orientato la ricerca sugli alberi. Per la città di Firenze, la costruzione del prototipo è stata facilitata dal fatto di disporre dei dati sugli alberi pubblicati attraverso il portale OpenData del comune, mentre per le aree rurali (zone di Monticiano, Massa Marittima e Roccastrada) lo spunto di partenza per le prove è la ricerca di alberi monumentali, sia collegati all'elenco ufficiale fornito dalla Regione, che piante ritenute di particolare pregio da chi farà le segnalazioni. Il punto sul progetto verrà fatto nell'incontro pubblico che si terrà il prossimo lunedì 21 gennaio, presso l'Aula Magna della Facoltà di Agraria a Firenze (piazzale delle Cascine, ore 10-13).

«Il prototipo Envirofi rispetto ad altre applicazioni mobili esistenti per la consultazione su dati di flora e fauna, propone alcune innovazioni di rilievo, legate soprattutto alla conformità con le direttive comunitarie in tema di gestione dei dati ambientali- hanno spiegato i ricercatori -Se queste caratteristiche possono risultare poco visibili all'utente che si ritrova ad avere in mano uno smartphone con una mappa e dei punti con l'ubicazione di esemplari di interesse, si tratta di un elemento di notevole importanza per tutti i soggetti, pubblici e privati, impegnati nella raccolta e nella gestione di dati sulla biodiversità». Nell'incontro del 21 gennaio  i ricercatori del gruppo di lavoro Envirofi, provenienti da Austria, Irlanda, Spagna, Germania e Italia, incontreranno il pubblico per fornire uno stato di avanzamento del progetto e programmare la fase finale dei test.

Negli ultimi due mesi del progetto saranno infatti programmate alcune uscite con i gruppi che hanno manifestato maggiore interesse e che hanno visto nel prototipo Envirofi un'opportunità di riscoperta e valorizzazione del proprio territorio. I risultati delle attività svolte in Toscana nelle prossime settimane, saranno poi presentati a Dublino ai primi di marzo, in occasione dello Envirofi Day, giornata inserita nel calendario della presidenza irlandese dell'Unione europea, in una settimana interamente dedicata all'innovazione nel campo dell'osservazione terrestre.

L'applicazione è liberamente scaricabile dal sito Envirofi ed è rilasciata, oltre che in italiano, anche in inglese e in tedesco, e potrà quindi essere sperimentata anche da parte di turisti e visitatori stranieri.

 

Il programma

Firenze, 21 gennaio 2013

Aula Magna della Facoltà di Agraria - Piazzale delle Cascine

Incontro con il gruppo di lavoro del progetto europeo di ricerca Envirofi

 

10.00 - Apertura dei lavori e presentazione generale del progetto

Presentazione delle tre aree tematiche

10.20 - biodiversità - Katharina Schleidt, Agenzia Austriaca per l'Ambiente

10.35 - qualità dell'aria - Jasmin Pielorz, UBIMET, Austria

10.50 - dati mareografici - Conor Delaney, Intune Networks, Irlanda

Le sinergie con altri progetti in corso

11.05 - Il progetto FunDivEUROPE (FUNctional significance of forest DIVersity in Europe) e i siti in Italia, Filippo Bussotti, Martina Pollastrini, Andrea Coppi, Federico Selvi, Università di Firenze

Le attività con il coinvolgimento dei cittadini

11.20 - Lo scenario "Cittadini in Toscana" e i dati sugli alberi - Andrea Giacomelli, CNR

11.40 - Dibattito e sintesi delle presentazioni

12.00 - Svolgimento di test dell'applicazione prototipale Envirofi-Bio

13.00 - Fine dei lavori

Torna all'archivio