[21/08/2012] News

Un nuovo scricciolo scoperto in Colombia, ma Ŕ giÓ in pericolo per una diga

La scoperta di un team di ricercatori colombiani, statunitensi e neozelandesi

"The Auk" il giornale dell' American Ornithologists' Union, pubblica la notizia della scoperta di una nuova specie di uccello ad opera di un team di ricercatori colombiani, statunitensi e neozelandesi che scrivono: «Descriviamo una nuova specie di cucarachero del genere Thryophilus (Troglodytidae) in base alle analisi della variabilità morfologica, vocale e genetica. Gli individui di questa nuova specie sono differenziabili tanto sul campo come al museo da qualunque altra specie di scriccioli, inclusi i suoi parenti più vicini, T. rufalbus e T. nicefori».

Il nuovo uccello si distingue dagli altri scriccioli colombiani per una combinazione di caratteristiche che includono la colorazione dorsale del piumaggio, le barre sulle ali e la coda e un canto molto più ricco. La specie sembra vivere nel canyon del Rio Cauca, un valle inter-andina angusta e con foresta secca, delimitata a nord dalla foresta umida del Refugio de Nechí e dalle cordigliere occidentali e centrali della Colombia.
Nessun individuo della nuova specie è stato incontrato al di là del piccolo areale tra 250 e 850 metri di altezza che sembra occupare e sembra già minacciata dalla crescente perdita di habitat nel canyon del Cauca e potrebbe estinguersi se verrà costruita una grande diga idroelettrica progettata proprio sul fiume dove vive. «Pertanto è indispensabile intraprendere azioni di conservazione immediate», scrivono i ricercatori che hanno battezzato lo scricciolo con il nome Cucarachero Paisa e che ufficialmente si chiama scricciolo di Antioquia (Thryophilus sernai).

Lo scricciolo della foresta secca colombiana è stato fotografato per la prima volta nel 2010, poi sono state registrate le sue vocalizzazioni e si è scoperto che si trattava di un animale fino ad allora sconosciuto alla scienza. «Ci sono voluti sia orecchi ed occhi buoni e buoni, sia il momento e il luogo giusti», sottolinea su Mongbay Carlos Esteban Lara, del Departamento de ciencias forestales dell'Universidad nacional de Colombia. Dopo l'avvistamento iniziale, Lara ed il suo team hanno iniziato uno studio di due anni sulla storia naturale, la distribuzione, le vocalizzazioni, la morfologia, e la variazione genetica dello scricciolo, determinandone sia l'endemismo che la rarità, ma scoprendo anche che la crescita delle miniere, delle infrastrutture turistiche e della deforestazione stanno determinando uno sconvolgimento diffuso del suo habitat e che nessuna area della foresta secca in cui vive è protetta.

Il colpo di grazia per lo scricciolo di Antioquia potrebbe venire dalla diga che sommergerà i rimanenti frammenti di foresta secca dell'areale settentrionale della nuova specie. Ma lo scricciolo sembra destinato a soccombere davanti al progetto idroelettrico del Pescadero-Ituango che, se completato, sarà la più grande diga della Colombia, con una potenza installata di 2.400 megawatt.
Le foreste secche dell'Ituango sono anche l'habitat di uccelli rari come l'Ara militaris e il Clytoctantes alixii, entrambe compresi nella Lista Rossa Iucn. Lara sottolinea che «Mentre le foreste pluviali tropicali raccolgono la maggior parte dell'attenzione in tutto il mondo, le foreste tropicali asciutte della Colombia sono in realtà quello maggiormente in via di estinzione. Hanno solo il 5% della loro estensione originaria c'è una crescente pressione per la conversione della foresta rimanente in campi agricoli. Anche se le foreste pluviali sono minacciati in Colombia, coprono una superficie molto più ampia della foresta secca, che è nota solo in alcune isolate località della Colombia. Chiediamo maggiore ricerca nelle foreste secche Colombia, dato che crediamo che altre nuove specie possano nascondersi all'interno di questo ecosistema che sta svanendo».

Torna all'archivio