[20/08/2012] News toscana

Il bilancio di Festambiente 2012: «Grande successo e aspettative confermate»

Gentili: «Il risultato pił bello rimane l'entusiasmo della gente che ha partecipato alla manifestazione, e che cresce di anno in anno»

Dopo l'esplosivo e coinvolgente concerto di Goran Bregovic che ha chiuso la 24esima edizione di Festambiente, a Rispecia è il momento del bilancio del festival nazionale di Legambiente: «Nonostante la crisi economica - dicono gli organizzatori - il pubblico ha risposto con una grande partecipazione ai concerti, nelle iniziative esterne e negli incontri-dibattito. Grande partecipazione anche alle iniziative organizzate negli stabilimenti balneari della costa, come quella a Castiglione della Pescaia che ha visto la presenza di circa un migliaio di persone grazie anche alle dimostrazioni pratiche di Legambiente cinofilia. Tante le presenze anche nelle visite guidate della mattina fatte nelle aree più suggestive del territorio, nei laboratori per i più piccoli e nelle iniziative organizzate all'alba o ancora le osservazioni del cielo fatte in collaborazione con l'Amsa di Grosseto».

Per compensare il suo impatto ambientale il festival ha aderito nuovamente volta alla campagna nazionale "Azzero CO2", che ha compensato le emissioni di CO2 con l'acquisto di crediti di emissione sul mercato volontario provenienti dal progetto di forestazione nel Parco regionale del Delta del Po veneto. In 10 giorni sono state risparmiate circa 56 tonnellate di anidride carbonica. Oltre a questo anche una rigorosa politica di gestione dei rifiuti solidi: No ai bicchieri e alle stoviglie di plastica, SI a quelle di ceramica, vetro e mais, interamente biodegradabili. La raccolta differenziata dei rifiuti, avviati al riciclo e al compostaggio, che ha superato il 90%.

Protagoniste di Festambiente sono state le tematiche legate ai progetti della Green economy alla filiera corta e la valorizzazione del biologico fino ad arrivare al caso Concordia e agli incendi sulla costa maremmana. Festambiente è stato il punto di riferimento nazionale sulle tematiche ambientali dimostrando una fortissima capacità di educare attraverso azioni concrete i propri visitatori ai nuovi stili di vita ecologici e sostenibili.

Un successo confermato anche con le novità dell'edizione, a partire dalle tantissime visite effettuate nella casa ecologica dell'Area Abitare Mediterraneo o all'interno dell'autobus elettrico del progetto Rama Elife. Anche i nuovi punti ristoro, dal Maremmano al Naturale passando per la Bottega De(l)gusto sono state apprezzate dai visitatori che hanno dimostrato di gradire i vari hamburger, spiedini di frutta, centrifugati e panini biologici. Tantissime sono state le famiglie che hanno visitato la cittadella ecologica partecipando alle attività e ai giochi, e l'edizione 2012 segna anche un aumento importante legato alla presenza di famiglie e di bambini all'interno della festa.

Angelo Gentili, coordinatore nazionale della manifestazione e membro della segreteria nazionale di Legambiente, sembra soddisfatto: «Ancora una volta Festambiente ha unito migliaia di persone in nome della legalità, dell'ambiente, della sana alimentazione e della cultura. Nell'anno in cui abbiamo deciso di festeggiare la bellezza come unico modo per uscire dalla crisi, la risposta avuta dai visitatori è stata importante. Il risultato più bello rimane l'entusiasmo della gente che di anno in anno cresce, così come la partecipazione attiva alla festa, che incorona ancora una volta Festambiente come uno degli eventi più importanti dell'estate italiana. In questi 10 giorni abbiamo tracciato ancora una volta la strada per un futuro più sostenibile a sostegno delle buone pratiche, della green economy, delle energie rinnovabili e contro le ecomafie e l'abusivismo edilizio».

 

Torna all'archivio