[20/06/2012] News toscana

Vivaismo: la Toscana avrÓ prima legge per qualificare il sistema del verde

La commissione agricoltura del Consiglio regionale della Toscana, presieduta da Loris Rossetti del Pd, ha dato il via libera all'unanimità alla legge d'iniziativa consiliare, con primo firmatario Giancarlo Venturi del Pd, per sostenere il vivaismo e qualificare e valorizzare il sistema del verde urbano nelle città e nei paesi. La Toscana sarà quindi la prima regione italiana ad avere una specifica legge a sostegno delle attività vivaistiche e del verde urbano.

La proposta di legge "Disposizioni per il sostegno all'attività vivaistica e per la qualificazione e valorizzazione del sistema del verde urbano", che dovrà avere il via libera del Consiglio regionale che sembra scontato, contiene misure a favore della competitività delle imprese vivaistiche, attraverso il miglioramento di azioni sui mercati, l'ammodernamento di strutture ed impianti aziendali con lo sguardo rivolto all'ecoefficienza, con politiche a sostegno del settore che comprendono ricerca, innovazione e sperimentazione e favorendo le aggregazioni di imprese, la costituzione di reti per l'innovazione e il trasferimento di conoscenza fra istituzioni scientifiche ed imprese del comparto.

Alla conferenza stampa per illustrare i contenuti della legge hanno partecipato esponenti di entrambi gli schieramenti politici e Rossetti ha sottolineato che «Questa legge è frutto di un lavoro enorme che ha visto consiglieri di diversi schieramenti convergere su un testo condiviso. La lotta all'inquinamento si fa anche attraverso la valorizzazione e l'implementazione di un sistema del verde urbano concepito con razionalità e non a caso».

Per Roberto Benedetti, del Pdl, «Questa legge rappresenta un esempio di buona politica che mette d'accordo gruppi diversi dando risposte concrete ai cittadini e alle comunità».
Anche secondo Venturi «Il comparto del vivaismo in Toscana è molto importante. Svilupparlo e sostenerlo significa incentivare e sviluppare un importante sistema economico che può diventare anche un fattore di lotta all'inquinamento urbano».

Il capogruppo della Lega Nord, Antonio Gambetta Vianna, è soddisfatto: «Ringrazio tutti i membri della commissione e sono contento che, come Lega Nord, abbia partecipato attivamente alla stesura di questo importante documento che avrà ottime ricadute sull'export e porterà più lavoro alle aziende del territorio. Bisogna puntare a valorizzare il verde, come fanno, per esempio, a Londra e a Barcellona. Questa legge darà un aiuto concreto alle aziende, ma anche a quei cittadini che potranno usufruire di un maggiore verde urbano. Grazie a questa legge, le città diventeranno sicuramente più vivibili. Questa è una legge che fa bene al sistema agricolo della Toscana e difende l'ecosistema».

Il consiliere del Pd Pieropaolo Tognocchi ha evidenziato che la legge è «Fortemente innovativa» ed ha annunciato che, per renderla più efficace, in Consiglio regionale «Verrà presentata una risoluzione per modificare la normativa sull'urbanistica e la legge toscana sul verde».

Torna all'archivio