[20/09/2011] News toscana

Firenze: la centrale termica ex Fiat ospiterÓ un polo culturale?

L'annosa questione del recupero della centrale termica situata a Novoli, a Firenze, pare aver trovato una soluzione: il comune che riavrà l'edificio oggi di proprietà dell'Immobiliare Novoli, ha l'intenzione di realizzarci un polo culturale. La Centrale, alta 30 metri più 20 di ciminiera, era uno dei fabbricati che sorgeva nell'area dove la Fiat dislocò le proprie attività produttive a partire dal 1939.

La struttura è distribuita su un'area di circa 1200 mq soggetta, verso la metà degli anni '80 dello scorso secolo, a dismissione. Dal 2000 è stata interessata da un piano di recupero che prevedeva la totale demolizione degli edifici preesistenti con conseguente costruzione di nuovi fabbricati (vedi Palazzo di Giustizia e il Polo delle scienze sociali), fatta eccezione per la Centrale termica «che doveva diventare un luogo di simbolico passaggio dal passato al futuro della città, unica memoria rimasta dell'insediamento produttivo preesistente- spiegano dall'amministrazione. Per questo nel 2004 è stato bandito un concorso di idee per la realizzazione di un Urban Center, un luogo aperto ai cittadini in cui esporre i progetti più importanti sulla trasformazione della città». Secondo gli accordi, l'Immobiliare Novoli avrebbe dovuto realizzare i lavori (scomputandoli dagli oneri di urbanizzazione) e poi avrebbe dovuto destinare l'immobile al comune, che ne sarebbe diventato proprietario e ne avrebbe individuato un gestore.

Ma tutto si è arenato e quindi ora la procedura è stata cambiata: l'Immobiliare darà subito al comune la centrale e la cifra che avrebbe impiegato per realizzare i lavori, ovvero circa 2,5 milioni di euro. Gli uffici del comune nelle prossime settimane bandiranno un avviso pubblico per trovare un soggetto per effettuare i lavori e gestire l'immobile, cofinanziando la ristrutturazione per l'eventuale differenza di costo. Secondo la tempistica pensata dal comune i lavori potranno cominciare nel 2012 e l'immobile potrà essere riutilizzato nel 2013.

L'amministrazione comunale vorrebbe destinare la ciminiera ad uso prevalentemente pubblico e nello specifico culturale. Ma nulla è ancora definitivo. Per questo sono importanti le indicazioni che potranno venire dai cittadini il prossimo 28 settembre (ore 21, presso la sede della Coldiretti in via della Villa Demidoff 64), quando saranno presentate le novità sul progetto. La centrale ex Fiat è infatti il punto 45 dei Cento luoghi, l'iniziativa lanciata dal sindaco Matteo Renzi lo scorso anno, che ora avrà un'edizione bis.

Torna all'archivio