[11/08/2011] News

Eradicare i ratti dal Paradiso. Ripristinare la biodiversitÓ delle isole del Pacifico

Un progetto unico di partnership internazionale, che coinvolge le organizzazioni che fanno parte dell'Icn, Royal Society for Protection of Birds (Rspb), The Nature Conservancy e il Fish & Wildlife Service Usa sta aiutando diverse isole ed habitat di uccelli marini del Pacifico ad eradicare  i ratti invasori che hanno causato gravi problemi alla fauna autoctona.

I ratti introdotti dall'uomo predano le uova e i pulcini degli uccelli marini, causando gravi danni a popolazioni spesso rarissime, inoltre competono con le specie autoctone per il cibo e degradano gli ecosistemi mangiando i semi delle piante autoctone.

La nave da ricerca MV Aquila sta facendo un "voyage of conservation" di 27mila chilometri con a bordo un team di esperti,  due elicotteri e attrezzature che verranno condivisi con i progetti in atto per eliminare i ratti alieni invasivi da diverse isole.

L'Iucn spiega che «si tratta di un primo passo verso il recupero della biodiversità delle isole. I ratti sono stati rimossi dall'atollo di Palmyra e da due isole dichiarate siti del patrimonio mondiale:  Enderbury e Birnie e dalla neo-iscritta Phoenix Islands Protected Area a Kiribati e da Henderson Island del gruppo di Pitcairn, un territorio britannico d'oltremare».

La MV Aquila è salpata da Seattle, sulla costa pacifica degli Usa per raggiungere Palmyra ai primi di giugno. A bordo ci sono anche ricercatori del Dipartinento dell'agricoltura Usa e dell' US Geological Survey (Usgs) che insieme agli ambientalisti hanno iniziato a rimuovere i ratti usando esche diffuse con gli elicotteri e a mano. Alcuni specialisti dell'Invasive species specialist group dell'Iucn sono stati coinvolti nel progetto come consulenti.

Plmyra fa parte dell'arcipelago delle Line Island, è un atollo tra i più remoti del mondo, sperso nel Pacifico centrale e formato da una miriade di piccole isole e isolotti che circondano un sistema di tre lagune e circondato da oltre 16mila ettari di barriera corallina. L'atollo di Palmyra ospita quello che rimane delle ultime foreste di pisonia,  il granchio del cocco (Birgus latro) il più grande invertebrato del mondo,  una delle più grandi popolazioni di sula dai piedi rossi (Sula sula) e di molte altre specie di uccelli marini.

Dopo aver completato il progetto su Palmyra, la MV Aquila è salpata per il Kiribati World Heritage Site-Phoenix Islands Protected Area (Pipa) per eradicare i ratti introdotti ad Enderbury e Birnie, due delle otto isole che formano l'Area marina protetta insulare più grande del mondo, un Patrimonio mondiale dell'Unesco  che ospita più di 200 specie di coralli, 500 di pesci, 18 di mammiferi marini  44 di uccelli tra cui decine di migliaia di uccelli marini nidificanti che sono a rischio per l'invasione dei ratti.

I ricercatori/sradicatori spiegano che «verso la fine di luglio, Birnie e Enderbury sono state prese di mira da due elicotteri che hanno fatto piovere le esche per rimuovere i ratti. Il progetto è stato considerato un successo e la Mv Aquila si è diretta verso le Samoa nel suo cammino verso la destinazione finale, Henderson Island, un sito patrimonio mondiale del gruppo delle isole Pitcairn».

Il progetto è condotto dalla Rspb e mira ad eradicare i ratti introdotti ad Henderson entro agosto, con l'obiettivio di dichiarare l'isola inglese rat-free entro il 2013, in occasione del venticinquesimo  anniversario della designazione di Henderson come World Heritage Site.

Jonathan Hall  di Rspb sottolinea sul sito dell'Iucn che «questa è una prima mondiale: un'eradicazione di roditori multi-nazionale e multi-isole che coinvolge numerosi partner. Lavorare con così tante organizzazioni in numerosi e differenti  fusi orari non è privo di sfide, ma i vantaggi  tecnici, finanziari e di salvaguardia sono enormi. L'imbarcazione sta attualmente navigando verso Henderson Island, e non vediamo l'ora di aggiornarvi in tempo debito sull'ultima tappa di questo viaggio unico».

Henderson è il solo sito di riproduzione conosciuto dell'endemica e minacciata procellaria di Henderson (Pterodroma atrata) e ha sistemi ancora ecosistemi in gran parte inalterati, ma è disabitata con un terreno molto accidentato e di difficile accesso. Con l'eccezione di alcune specie vegetali introdotte, tra cui le palme da cocco, è una delle poche "elevated limestone islands"  indisturbate al mondo e per questo è stata designata come Endemic Bird Area. I ratti (Rattus exulans) in questo paradiso disabitato sono giunti insieme agli uomini che predano i nidi e la loro presenza sta facendo diminuire in modo significativo il successo di nidificazione della procellaria di  Henderson.

Torna all'archivio