[05/09/2012] News toscana

Incendio Marina di Grosseto: a fuoco 55 ettari, ma la pineta sarÓ ricostituita

Sono oltre 55 ettari gli ettari di pineta che a Marina di Grosseto sono andati a fuoco nell'incendio dello scorso agosto: 31 ettari hanno subito un danno molto forte, 20 un danno elevato e 4 un danno moderato. La valutazione è stata effettuata dal "Gruppo di lavoro per il progetto di messa in sicurezza ripristino dell'area percorsa da incendio", il tavolo tecnico promosso da comune e provincia di Grosseto che ha l'obiettivo, tra l'altro, di individuare le diverse proprietà coinvolte per poi procedere alla messa a punto della procedura per poter effettuare gli interventi di messa in sicurezza e ripristino.

L'occasione è servita anche per fare il punto sullo stato dell'arte di tutta la pineta, che si estende tra il km 28 a Marina di Grosseto e Principina a Mare per un'area di circa 1200 ettari, un patrimonio boschivo di alto valore ambientale, paesaggistico e culturale. Oltre 1000 ettari sono di proprietà privata, circa 31 ettari di proprietà del Demanio Marittimo, oltre 48 ettari del Demanio dello Stato e infine sono in parte pinetati i 26 ettari di proprietà comunale, suddivisi in 7 porzioni di terreno. Rispetto ai terreni di proprietà comunale, le aree pinetate vere e proprie di interesse forestale sono tre: quella del campeggio Principina e due aree adiacenti all'emissario San Leopoldo.

Le quattro aree rimanenti, presentano situazioni di varia urbanizzazione (una ospita il depuratore, una immobili di proprietà comunale, una il pattinodromo con il luna park e l'ultima è la proprietà relativa alla colonia di Marina di Grosseto).

«L'incendio che ha colpito un patrimonio inestimabile come la pineta di Marina di Grosseto - ha dichiarato il sindaco Emilio Bonifazi - è un danno gravissimo al nostro territorio. Un evento straordinario che ci spinge a lavorare da subito, da un lato, alla messa in sicurezza delle aree coinvolte, e dall'altro ad individuare le soluzioni più idonee per salvaguardare la pineta. Resta il fatto che alla pineta non vogliamo rinunciare in alcun modo, e che l'area interessata dalle fiamme deve restare assolutamente una pineta».

L'Amministrazione comunale ha illustrato il lavoro avviato nella fase post incendio: dapprima un intervento di messa in sicurezza e di pulizia delle aree pinetate di competenza comunale e poi un percorso di approfondimento che porterà alla regolamentazione di gestione e manutenzione delle pinete. Un obiettivo ambizioso poiché si tratta di un iter complesso che dovrà coinvolgere tutti i soggetti pubblici interessati, a partire dagli Enti locali, la Regione Toscana, la Soprintendenza ed il Corpo forestale e anche i molti proprietari privati.

«L'obiettivo dell'Amministrazione comunale - ha continuato il sindaco - è quello di redigere un apposito regolamento di gestione che tuteli tutta l'area pinetata del comune di Grosseto dal pericolo di incendio e detti le prescrizioni per una corretta manutenzione a cui tutti i proprietari, comune compreso, dovranno attenersi. La pineta infatti svolge per Grosseto un ruolo importante, non solo selvicolturale (come bosco), ma anche come luogo ricreativo, turistico e di alto valore paesaggistico che vogliamo difendere con tutti gli strumenti possibili», ha concluso Bonifazi.

 

Torna all'archivio