[14/03/2006] Urbanistica

Slitta ancora il megaprogetto anti-erosione sul litorale apuano

MASSA. Costerà 7 milioni di euro il lotto di lavori antierosione che interesserà il litorale apuano compreso tra Marina di Carrara e Cinquale a partire da settembre; superiore a 35 milioni invece l’ammontare totale degli interventi previsti.

Il progetto è stato finanziato dalla Regione Toscana, e approvato dal ministero dell’ambiente, e mentre comune di Massa e provincia di Massa Carrara stanno aprendo un tavolo di concertazione per dare il via al progetto esecutivo e stabilire le specifiche competenze, anche per questa stagione estiva balneari e turisti dovranno fare i conti con problema dell’erosione, che verrà affrontato con interventi di ripascimento temporaneo, una sorta di palliativo finalizzato a consentire un regolare svolgimento della stagione estiva ormai alle porte.

Del tutto falsa dunque la notizia secondo cui i lavori avrebbero dovuto cominciare prima dell’estate. «I primi lavori non cominceranno prima di settembre - ha detto l’assessore provinciale Narciso Buffoni - mentre per la messa in opera dell’intero progetto prevediamo un periodo di tempo di circa due anni. Nel frettempo verranno realizzati interventi di ripascimento parziale che non hanno nulla a che fare con il progetto antierosione vero e proprio, ma che potranno comunque favorire le attività dei balneari e la permanenza dei turisti nella nostra zona».

Da parte sua, l’assessorato comunale massese all’ambiente non si sbilancia: «La tempistica non dipende direttamente dal comune - ha detto l’assessore Giorgio Raffi - perché se è vero che il progetto anti erosione è ormai definitivo, è vero anche che al momento l’amministrazione non ha neppure la certezza di procedere alla stesura del piano di investimenti. Quello dei lavori antierosione è un progetto mastodontico, che sicuramente partirà, ma modalità e tempi di realizzazione restano incerti».

(nella foto un tratto del litorale apuano)

Torna all'archivio