[28/09/2007] Comunicati

Master multidisciplinare con l´Enea sulle energie rinnovabili

LIVORNO. La riconversione ecologica dell’economia passa necessariamente anche attraverso la ricerca. Maggiori discipline di studio coinvolge, e meglio è. Va dunque per questo salutato con grande interesse il master organizzato dall’Enea e la Regione Basilicata per il «Perfezionamento in economia e ingegneria delle energie rinnovabili». Il Master si rivolge a giovani europei ed extra-europei laureati in ingegneria, chimica, chimica industriale, fisica, economia e offrirà competenze multi-disciplinari di carattere economico-finanziario, gestionale, legislativo, regolatorio e tecnologico, con l´obiettivo di formare elevate professionalità in grado di favorire lo sviluppo delle fonti rinnovabili nel bacino del Mediterraneo.

«L´Enea - spiega il presidente Luigi Paganetto - ha acquisito sul campo autorevolezza e forte credibilità nel settore delle fonti di energia rinnovabile, producendo conoscenza e innovazione, qualificandosi negli anni come primo interlocutore istituzionale sulle tematiche energetiche».

«Il settore delle Energie - continua - è complesso e allo stesso tempo decisivo per lo sviluppo del Paese e dell´Europa a fronte delle nuove sfide climatiche. L´Enea svolge il ruolo di soggetto tecnico-scientifico in grado di stimolare le accelerazioni tecnologiche necessarie per raggiungere gli obiettivi nazionali ed europei. Per i paesi in forte crescita come, ad esempio, quelli della sponda sud del Mediterraneo (SEM),è fondamentale acquisire le competenze tecnico-scientifiche necessarie per affrontare le nuove sfide nel campo energetico e per soddisfare la loro domanda energetica futura. La formazioni di giovani laureati di questi paesi grazie al Master contribuirà alla diffusione delle tecnologie sviluppate in Enea e favorirà la collaborazione tecnologica ed industriale tra il nostro Paese e gli stati Sem».

Il Master vuole contribuire, tramite la formazione di figure altamente qualificate, allo sviluppo e alla diffusione delle nuove tecnologie energetiche e dei modelli gestionali sostenibili. Inoltre ha come obiettivo quello di assicurare la penetrazione di tecnologie realmente innovative di sfruttamento delle rinnovabili, in grado di garantire sviluppo regionale, crescita industriale ed economica e creazione di nuovi posti di lavoro.

La Scuola formerà nuove figure professionali cruciali nell´attuale fase di cambiamento, coinvolgendo nel progetto attori istituzionali e privati come le Università, i Centri di Ricerca, le industrie e le Pmi italiane ed europee di questo importante ambito d´attività economica. Il Bando di Gara integrale, il Programma del Master e il fac-simile della domanda di partecipazione sono consultabili sul sito WEB ENEA: www.enea.it sezione lavoro e studio . Il 10 ottobre 2007 scadono i termini di presentazione della domanda di partecipazione.

«La Regione – ha detto il presidente della giunta Regionale Vito De Filippo - è fortemente impegnata in politiche d´ internazionalizzazione del suo territorio e guarda con grande interesse al Mediterraneo, come ad un´aera su cui costruire progetti innovativi e d´interscambio. E´ una grande prospettiva che si affaccia sul crinale della storia e sulla nuova visione geopolitica del mondo e sollecita li Mezzogiorno a posizionarsi con determinazione ed autorevolezza istituzionale dentro nuove opportunità culturali, sociali, economiche. Così la creazione in Basilicata di una Scuola Mediterranea di Perfezionamento in Economia e Ingegneria delle Energie Rinnovabili (Scuola), è un´ottima occasione per valorizzare, da un lato, le molteplici competenze settoriali presenti nella nostra regione e dall´altro, per attivare un link tra le industrie italiane i mercati del Mediterraneo, destinati ad aumentare esponenzialmente per flussi e portata».

Torna all'archivio