[13/03/2006] Parchi

Maltrattamenti di animali, nessun risarcimento alle associazioni

ROMA. La terza sessione della Corte di Cassazione ha accolto un ricorso contro il risarcimento del danno all’Ente nazionale protezione animali per il maltrattamento di un cane. L’Enpa aveva denunciato il fatto e si era costituita parte civile, ottenendo dal tribunale di Crotone il risarcimento in danno.
Per la Corte di cassazione il risarcimento all´associazione animalista non era dovuto perché, è scritto nella sentenza, «sussistendo continuità normativa tra a vecchia e la nuova formulazione dell’articolo 727 c.p. può configurarsi il reato in caso di abbandono di un cane in stato di infermità all’interno di un canile in un recinto dove sono custoditi altri cani randagi con conseguente pericolo per l´incolumità dell´animale esposto, a causa delle sue condizioni, a possibili aggressioni da parte degli altri cani. Nel caso in cui l’Enpa intervenga nel procedimento ex art. 91 c.p.p., perseguendo tale ente finalità di tutela di interessi generali non si configura in uso favore alcun diritto al risarcimento del danno ma solo alla rifusione delle spese processuali».

Torna all'archivio