[30/08/2007] Comunicati

Il Pit entra nella ´fase due´: la messa in opera

FIRENZE. A partire dal 10 settembre prenderà il via una serie di incontri seminariali sul Piano di indirizzo territoriale. Il Pit, infatti, entra nella “fase 2”, ovvero la messa in opera. «Ci attende un grande lavoro – spiega l’assessore regionale al territorio Riccardo Conti (Nella foto) –. Ora che disponiamo di un piano che ci indica compiti, scenari e regole per il futuro del territorio toscano e dei beni comuni che lo compongono, per noi amministratori inizia l’impegno più duro e complesso: quello di dare corpo e sostanza alla piena “fattibilità” del Pit».

Gli incontri sono organizzati dalla Regione Toscana, dalle Associazioni dei Comuni e delle Province toscane, dell’Istituto nazionale di urbanistica, dell’Università. Il ciclo di seminari,nel corso dei prossimi mesi, affronterà via via tutte le tematiche cruciali: dallo “statuto” della città policentrica toscana, alla disciplina del paesaggio e all’implementazione del piano paesaggistico, dalle questioni inerenti alle aree industriali e commerciali.

Il primo appuntamento, come detto, si svolgerà a Firenze il 10 settembre, presso l’Auditorium del Consiglio regionale, in via Cavour 4 con inizio alle 9.30.
Il seminario, dal titolo “La messa in opera del Pit”, sarà diviso in due sessioni. La prima, mattutina, si articolerà sul tema “Il Pit come agenda politica e istituzionale”. Introdotta dall’assessore Riccardo Conti e conclusa dal presidente Claudio Martini, vedrà la partecipazione, tra gli altri, del sindaco di Livorno Alessandro Cosimi, di quello di Prato Marco Romagnoli, di quello di Orbetello Altero Matteoli.

La seconda, che inizierà alle 15.00, affronterà la gestione della messa in opera del Pit e verrà conclusa da un dialogo a tre fra l’assessore Conti, il direttore generale dei Beni ambientali e architettonici del Ministero dei beni e delle attività culturali Roberto Cecchi e Massimo Morisi, docente di Scienza dell’amministrazione all’Università di Firenze e garante regionale della comunicazione ai fini del governo del territorio.

«Tutti gli incontri della serie saranno tappe importanti per la messa in opera del Pit – conclude Conti - per il suo aggiornamento e, più in generale, per la migliore evoluzione del governo del territorio in Toscana».

L´assessore inoltre stasera parteciperà alla Festa dell´Unità di Grosseto per intervenire al dibattito "Come conservare il paesaggio tutelando il territorio, senza rinunciare a perseguire lo sviluppo" (21.30 nello spazio del bastione del Mulino a Vento, Cinghialino). Con lui il consigliere Loriano Valentini, l’assessore comunale Moreno Canuti e quello provinciale Giancarlo Farnetani. Un’occasione importante per parlare anche di Corridoio tirrenico, Due Mari tutela del paesaggio e regolamento urbanistico del Come di Grosseto.

Torna all'archivio