[17/07/2007] Parchi

Cosa succede alle patelle dell´Elba?

MARCIANA MARINA. Nella minuscola baia del Cotone, il quartiere più antico del comune elbano di Marciana Marina, all’Elba, con le sue caratteristiche case costruite direttamente sugli scogli, sta succedendo qualcosa di strano: una improvvisa e diffusa moria di patelle, che in dialetto marinese vengono chiamate “lampade” o “lampate”. I gasteropodi si staccano dagli scogli ed il basso fondale è pieno di gusci vuoti.

Alcuni cittadini allarmati si sono rivolti a Legambiente per segnalare il fatto e chiedere spiegazioni sulle possibili cause, qualcuno ha messo in relazione il fenomeno con la recente ordinanza che vietava l’utilizzo dell’acqua potabile della zona perché inquinata da escherechia coli.

«Non credo c’entrino sversamenti accidentali di acque fognarie – dice Gian Lorenzo Anselmi, presidente di Legambiente Arcipelago toscano – anzi mi risulta che questi molluschi non disdegnino acque non proprio pulite. Anche il caldo improvviso non credo possa esere una causa. E’ vero – spiega Anselmi – che questi animali preferiscono le acque fredde, da noi si dice “gennaio lampataio”, ma prosperano anche nelle acque basse e vicino a scarichi di acqua calda. Il problema evidentemente è un altro, sono stato a controllare ed ho visto molte patelle staccatesi da poco era ancora presente la loro traccia circolare sugli scogli, sembra una cosa improvvisa, forse è stata versata qualche sostanza che ha provocato questa moria».

La moria sembrerebbe interessare solo le patelle comuni (patella cerulea) con conchiglie dalla tipica forma ovale schiacciata. Le patelle sono i più primitivi tra i gasteropodi, sono erbivore ed aderiscono alle rocce con il loro “piede” muscoloso. Abitano la zona più battuta dalle onde e si muovono “pattinando” lentamente. Il guscio ha un’importanza vitale per la patella, tanto che secerne continuamente una sostanza che adatta la conchiglia alla superficie della roccia, formando una cavità nella quale conservare l’acqua durante il periodo d’immobilità fuori dall’acqua. Le patelle sono tutte maschi da giovani e diventano tutte femmine da ingrandendo, la stagione degli amori è l’inverno, quando l’acqua e fredda. Vengono ancora raccolte per uso commestibile, proprio per questo una specie ancora presente nell´Arcipelago Toscano, la Patella Ferruginosa, rischia di estinguersi.

Torna all'archivio