[16/07/2007] Energia

Il piano energetico regionale lunedì prossimo in giunta

RIOTORTO (Piombino). L’inaugurazione del grande parco fotovoltaico sul tetto della sede Unicoop Tirreno di Riotorto (15mila metri quadri di pannelli), è stata l’occasione per avere in val di Cornia la presenza di due ministri, Alfonso Pecoararo Scanio e Fabio Mussi. E proprio dal ministro dell’ambiente sono giunti i complimenti al sindaco di Piombino Gianni Anselmi per come sta trattando la vicenda in questi giorni al centro del dibattito politico nazionale: lo spostamento dei rifiuti industriali dalla colmata di Bagnoli a quella di Piombino.

«L’operazione sarà fatta per evitare una grossa speculazione edilizia su Bagnoli – ha spiegato Alfonso Pecoraro Scanio – ma è giusto che qui il sindaco abbia voluto impostare un programma partecipato e voglia informare i cittadini. Per questo il ministero è disponibile a fornire tutte le delucidazioni necessarie che ci verranno chieste dal territorio».

Un’altra importante novità è stata invece annunciata dall’assessore regionale all’ambiente Marino Artusa (nella foto): «Lunedì prossimo porterò in giunta il piano energetico – ha detto – l’unico dubbio che resta è se tenere l’obiettivo del 50% di energia rinnovabile al 2012 come vorrei io e differirlo al 2020 in linea con le previsioni dell’Unione europea». Artusa ha anche anticipato i quattro criteri direttori che compongono la strategia del Pier verso le rinnovabili: tetti fotovoltaici su tutti i capannoni industriali, almeno un megawatt di energia eolica per ogni comune, ospitare uno dei 50 impianti previsti a livello nazionale del progetto di solare termodinamico Archimede, attivare il conto energia a livello toscano coinvolgendo industriali e fondazioni bancarie.

Torna all'archivio