[10/05/2007] Trasporti

Tav fiorentina, mozione di De Zordo e Nocentini

FIRENZE. Verifica dei progetti ´definitivi´ dello ´Scavalco´ di Castello e del sottoattraversamento dell´Alta Velocità, così come dei futuri progetti esecutivi. La richiesta è contenuta in una mozione presentata da Ornella De Zordo (Unaltracittà/Unaltromondo) e Anna Nocentini (Rifondazione Comunista).

«La presidente della commissione lavori pubblici del Senato, Anna Donati - si legge nella mozione - ha dichiarato martedì scorso che si farà portavoce presso le Ferrovie dello Stato di "un opportuno supplemento di verifica per il sottoattraversamento fiorentino". Tale progetto, il cui costo di realizzazione era stato stimato sei anni fa in circa 1.330 milioni di euro, è stato recentemente appaltato da RFI-Gruppo Ferrovie dello Stato con un ribasso del 25 per cento rispetto ai 915 milioni previsti dalla gara del 2006, assegnandolo al raggruppamento delle Coop, capeggiato dalla emiliana Coopsette e di cui fanno parte anche le imprese fiorentine Coestra, Inso e Consorzio Etruria».

Per questo la mozione impegna sindaco e giunta anche «a procedere con una attenta verifica presso le Ferrovie per accertare e chiarire i particolari dell´aggiudicazione dell´appalto del sottoattraversamento dell´Alta Velocità di Firenze», così come «a richiedere a Ferrovie e Regione un rapporto sull´impatto dell´Alta Velocità sul trasporto ferroviario regionale e metropolitano e quindi sui treni dei pendolari diretti a Firenze, in fase di cantiere dello Scavalco di Castello e del tunnel a Campo di Marte, con i treni veloci passanti in superficie».

In una interrogazione Ornella De Zordo e Anna Nocentini vogliono invece sapere «se l´amministrazione intende effettuare una nuova riflessione sul sottoattraversamento di Firenze, rilevato che i danni verificatisi nel Mugello possono in qualche misura ripetersi anche sul territorio interessato da tale opera, con significativo impatto ambientale e idrogeologico sul territorio della città».

Torna all'archivio