[09/05/2007] Urbanistica

Equiturismo: una risorsa da valorizzare per lo sviluppo di un turismo sostenibile

FIRENZE. Si è tenuto nei giorni scorsi al Centro congressi di Levico Terme il convegno: ´Equiturismo: una risorsa da valorizzare per lo sviluppo di un turismo sostenibile nel nostro Paese”. Del tutto naturale, dato l’indirizzo tematico della manifestazione, che ad inaugurare l’evento fieristico siano una serie di riflessioni su come e quanto il cavallo possa fare per aiutarci a riscoprire l’identità di un territorio percorrendolo nella molteplicità dei suoi tratti distintivi.
Tra i relatori Mario Lupi , Presidente del gruppo dei Verdi per l’Unione nel consiglio regionale della Toscana e Coordinatore del progetto di rivalutazione della via Francigena, che ha parlato su “Il ruolo del cavallo nella preservazione del territorio”

«Non si tratta di inaugurare nuovi pellegrinaggi a passo di cavallo alla ricerca di improbabili musei del “come eravamo”, raccattando alla rinfusa scampoli di natura, tradizioni, usi e costumi che un territorio ancora conserva nelle diverse forme della testimonianza e della memoria - ha dichiarato Mario Lupi (Nella foto) - Al contrario, si tratta di individuare una serie di iniziative attraverso le quali l’identificazione di risorse storico-ambientali possa costituire l’ossatura di un progetto che ne riattualizzi le “tipicità” come tratto originale delle mille culture alle quali forse abbiamo dimenticato di appartenere. Questo e non altro, può essere il senso e la pratica del turismo equestre. Inevitabili, quindi, - ha concluso Lupi - le implicazioni di carattere politico, culturale ed economico. Valorizzazione dell’ambiente non è contemplazione, ma dispiegamento di volontà politiche e sensibilità culturali capaci di proporsi nelle forme di una progettualità economica senza la quale il degrado è destinato a dilatarsi nella sua espressione più visibile: la rassegnazione ad un mondo sempre più estraneo e distante dalla “naturalità” del lavoro».

Torna all'archivio