[18/04/2007] Comunicati

Dal bilancio regionale più soldi allo sviluppo sostenibile

FIRENZE. Via libera alle proposte di legge che prevedono modifiche alla legge finanziaria regionale per l’anno 2007 e al bilancio di previsione per l’anno 2007 e bilancio pluriennale 2007-09.
Tali modifiche assicurano le risorse necessarie per il rifornimento dell’acqua potabile tramite navi cisterna all’isola di Giannutri e promuovono la costituzione del consorzio Lamma di monitoraggio e modellistica ambientale e sviluppo sostenibile.

Entrando nello specifico, per l’acqua potabile a Giannutri, in attesa che venga realizzato il dissalatore in fase di ultimazione, sono stati stanziati 490 mila euro. Per quanto riguarda il Lamma, la legge stanzia 1 milione e 500 mila euro, al fine di contribuire alla messa a regime del consorzio Lamma. Udc e Gruppo misto, a questa legge, hanno collegato un ordine del giorno, fatto proprio dal Consiglio regionale, col quale si è impegnata la Giunta ad adottare tutti gli adempimenti burocratici ed amministrativi per permettere l’avvio del consorzio entro il 30 giugno.

La prima variazione di bilancio, dunque collegata strettamente alla precedente proposta di legge, mira invece a dare attuazione all’ordine del giorno del Consiglio regionale che impegnava la giunta a incrementare le risorse degli interventi in materia ambientale con particolare riguardo alle politiche per il contenimento e la gestione dei rifiuti, i parchi regionali e le aree protette, nonché le risorse a favore degli interventi per le scuole materne degli Enti locali e di quelle paritarie.

Al fine di garantire l’effettivo raggiungimento degli obiettivi previsti, sono stati stanziati 500 mila euro per spese correnti su parchi, aree protette, riserve naturali e tutela della biodiversità, 873 mila euro per spese di investimento su smaltimento dei rifiuti e bonifica di siti inquinati, 582 mila euro per spese correnti su smaltimento dei rifiuti e bonifica di siti inquinati, 520 mila euro per spese correnti su difesa del suolo, riduzione del rischio idrogeologico e prevenzione del rischio sismico. In altre parole, la strategia ambientale è stata in questo modo incrementata di complessivi 2 milioni e 475 mila euro.

Torna all'archivio