[10/04/2007] Urbanistica

Tutto pronto per la firma dei Pasl

FIRENZE. Come già annunciato, domani alle 13 saranno firmati a Firenze i primi 5 Pasl toscani. Si tratta di patti per lo sviluppo locale approvati a livello locale dalle province e sottoposti alla valutazione della Regione (per verificarne la coerenza con il Prs e con il Pit), in cui vengono individuati gli interventi di sviluppo locale che hanno la priorità. E rappresentano una tappa importante nella strada che la Toscana, prima in Italia, intende percorrere per coniugare lo sviluppo del territorio con la necessità di razionalizzare gli interventi e mettere in rete le risorse pubbliche e private.

La firma avverrà nella sala blu dell’Educandato del Fuligno, in via Faenza 48. Il primo è significativamente intitolato “Proposta istituzionale di Pasl di area vasta metropolitana” e rappresenta il primo passo concreto nel cammino verso la creazione dell’area metropolitana Firenze, Prato, Pistoia alla quale si aggiunge il circondario Empolese Valdelsa, per la quale da tempo sono impegnati il Presidente Claudio Martini e l’assessore Agostino Fragai.

Alla firma sono chiamati, oltre al Presidente della Regione Toscana, Claudio Martini, i presidenti delle tre province interessate (Massimo Logli per Prato, Gianfranco Venturi per Pistoia e il vicepresidente Andrea Barducci per Firenze) i sindaci (Leonardo Domenici per Firenze, Marco Romagnoli per Prato, Renzo Berti per Pistoia) e la presidente del circondario Empolese Valdelsa, Luciana Cappelli.

Seguiranno le firme dei 4 PASL provinciali, quello di Firenze (a firmare saranno Claudio Martini, Andrea Barducci e Leonardo Domenici), quello di Prato ( firma di Martini e Logli) di Pistoia (firma di Martini e Venturi) e quello del circondario Empolese Valdelsa (firma Martini, Barducci e Cappelli). La firma dei 5 documenti, il primo a carattere programmatico di governance, gli altri caratterizzati da una maggiore valenza operativa, sarà preceduta da una mattinata di discussione e di confronto sui Pasl, alla quale sono stati invitati tutti i sindaci dei comuni e le rappresentanza delle categorie economiche e sociali del territorio.

In tutto ammontano a 8 miliardi e mezzo di euro le risorse che verranno attivate nel quadriennio 2007-2010 per la loro realizzazione.

Torna all'archivio