[10/04/2007] Energia

Estif: normativa promozione solare per centrare obiettivi Ue

LIVORNO. Eurelectric, l’associazione che rappresenta l´industria europea dell’elettricità, ha pubblicato un rapporto – di cui greenreport ha già dato notizia - dove si sostiene che solare termico e fotovoltaico oltre a geotermico, energia delle maree e delle onde, rappresentano un grosso potenziale per il futuro, ma richiedono un notevole sviluppo economico e tecnologico per diventare una parte importante del mix energetico Ue.

Non è un caso quindi che oggi l´Estif (la Federazione Europea dell´Industria del Solare Termico), ricordando la decisione adottata dal vertice Ue del 20% obbligatorio per le energie rinnovabili, sottolinei che non esiste ad oggi una normativa europea per promuove il settore del solare, mentre sono in vigore norme che incentivano la produzione di elettricità verde e l´uso di biocarburanti.

«Ora che la strada per una legislazione di sostegno al solare termico è finalmente aperta – sostiene Raffaele Piria, Direttore politico dell´Estif - bisogna avere la sicurezza che la nuova direttiva globale contenga le misure appropriate per poter raggiungere l´obiettivo obbligatorio del 20%». Non si devono infatti creare, dice sempre Piria, vuoti e incertezze legislative nel settore delle rinnovabili se si vuole raggiungere l´ obiettivo globale del 20%. Nelle more della nuova direttiva non deve quindi venir meno la promozione delle rinnovabili nei settori già coperti dalla legislazione comunitaria.

Torna all'archivio