[10/04/2007] Rifiuti

Compost di qualità, domani l´Arsia fa un primo bilancio per la Toscana

FIRENZE. L’Arsia continua il suo intenso lavoro di approfondimento seminariale sulle tematiche riguardanti l’ambiente rurale. Domani mercoledì 11 aprile all’hotel Astoria (via del Giglio, 9 – Firenze), con inizio alle 9, si svolgerà l’incontro “Iniziative di collaudo e trasferimento di tecniche idonee per l’impiego del compost di qualità in agricoltura”.

Il riutilizzo della sostanza organica proveniente dai rifiuti, per consentirne la trasformazione in sostanze fertilizzanti utilizzabili in agricoltura come alternativa e come integrazione ai tradizionali fertilizzanti, è possibile solo se il compost è di qualità. In questo caso rappresenta una importante risorsa per il modo agricolo.

L’iniziativa progettuale di Arsia ha coinvolto tutti gli attori principali della filiera per il riutilizzo del compost di qualità in agricoltura, che si sono uniti per realizzare una importante iniziativa sperimentale, innovativa per la pluralità di soggetti coinvolti, per la rappresentatività del territorio e per la qualità della ricerca effettuata.

Il progetto (che dà il titolo al seminario), il primo in regione inerente l’utilizzo del compost di qualità, vede coinvolti produttori, utilizzatori, loro associazioni ed enti di ricerca e sperimentazione di tutto il panorama toscano. Il progetto ha esplorato l’intera filiera di utilizzo del compost di qualità in agricoltura dall’uscita dall’impianto di produzione alla distribuzione sui terreni, realizzando prove dimostrative in campo rappresentative di tutto il territorio regionale e verificando l’impatto dell’utilizzo di questo materiale.

La trasferibilità dei risultati del progetto è estremamente ampia e favorita proprio dalla molteplicità dei soggetti della rete creata. Arsia dichiara che «al termine di questa sperimentazione (oltre due anni di studi in laboratorio e osservazioni in campo), che si è svolta sotto la supervisione di accreditati organi scientifici e tecnici è possibile affermare che è stato impostato in Toscana un sistema che potrà favorire l’utilizzo di compost di qualità nel rispetto delle esigenze del mondo agricolo». Il lavoro svolto ha consentito inoltre di redigere un breve manuale contenente le “linee guida per un corretto utilizzo del compost di qualità in agricoltura”, che racchiude consigli e buone pratiche per tutti coloro che intendono impiegare questo prodotto.

Torna all'archivio