[05/04/2007] Energia

Efficienza energetica e rinnovabili, l´Enea raccoglie la sfida dell´Ue

LIVORNO. «Le decisioni dell´Unione Europea su efficienza energetica e rinnovabili, rappresentano una sfida importante per tutti. Enea intende raccogliere la sfida sulle attività di ricerca e innovazione ad esse conseguenti, per esercitare il suo ruolo a livello europeo, nazionale e regionale». Ad affermarlo è il presidente dell´Enea (Ente per le nuove tecnologie, l´energia e l´ambiente), Luigi Paganetto, intervenendo al Wokshop «Energia, ambiente e sviluppo locale: il ruolo della ricerca», che si è tenuto oggi a Bologna, a Palazzo Re Enzo, ha affermato:

Paganetto ha portato come esempio o quello che l’Enea sta facendo proprio in Emilia Romagna: «Qui ci sono tre importanti Centri di Ricerca, nati con competenze specifiche, ma che hanno acquisito anche nuove attività di ricerca, che si configurano come un polo scientifico e tecnologico che si intende rafforzare e rilanciare. La presenza dell´Enea in questa regione costituisce un´opportunità per sviluppare collaborazioni con il sistema delle Amministrazioni pubbliche locali, delle imprese e del sistema della ricerca della regione, stabilendo aggregazioni e partneship tra i vari attori presenti sul territorio per favorire la crescita e una maggiore competitività delle realtà produttive locali».

«L´Enea – ha proseguito - si rivolge a una delle regioni italiane che in maggior misura impegnano risorse sul fronte delle iniziative di sviluppo e gestione territoriale e offre il suo supporto mettendo a disposizione le proprie competenze multidisciplinari ed il suo ruolo di Ente di ricerca nazionale sia nell´ottica di favorire i cambiamenti tecnologici incentivati dalle nuove politiche europee relative alle fonti rinnovabili, all´efficienza energetica ed al contenimento delle emissioni, sia per cogliere le opportunità offerte dal Decreto Bersani, di cui ha ricevuto il mandato istituzionale per la sua attuazione».

L´Enea offre supporto alle amministrazioni locali sia la messa a punto del Piano Energetico Regionale che per iniziative atte a favorire l´innovazione ed il trasferimento tecnologico, la sostenibilità energetico-ambientale, l´efficienza energetica nell´ottica dello sviluppo dei distretti produttivi locali.

Oltre a queste attività, per rispondere alle nuove politiche europee, si farà promotore di progetti per favorire investimenti sulla sicurezza delle reti, sicurezza degli approvvigionamenti energetici, sviluppo delle rinnovabili, efficienza energetica, gestione efficiente della risorsa acqua.

Torna all'archivio