[22/02/2007] Trasporti

Due Mari: intesa tra Toscana, Umbria e Marche

FIRENZE. Tutti d’accordo per completare la Due Mari. Le Regioni Toscana, Umbria e Marche hanno concordato sulla necessità della completa realizzazione del corridoio “dei due mari” Grosseto-Fano, quale intervento prioritario strategico. L’intesa siglata è stata siglata questo pomeriggio presso il Ministero delle Infrastrutture dai rappresentanti delle tre Regioni, l’assessore regionale al governo del territorio Riccardo Conti, l’assessore alle infrastrutture della Regione Umbria Giuseppe Mascio e l’assessore al governo del territorio della Regione Marche Loredana Pistelli.

«Oggi da Roma abbiamo portato a casa due buone notizie - ha commentato l’assessore Riccardo Conti (Nella foto) – l’ingresso nella fase operativa per il Corridoio tirrenico (leggi altro articolo di greenreport, ndr) e la volontà unanime sul completamento della Due Mari, opera che potrebbe essere realizzata con un project financing».

L’ipotesi è nero su bianco sul documento sottoscritto da Conti, Pistelli e Mascio in cui si esprime la comune volontà a valutare, entro il 2007, proposte di finanza di progetto, avanzate dal Ministero delle Infrastrutture il quale si avvarrà di Anas per la realizzazione dell’itinerario in questione, con particolare riferimento al tratto tra lo svincolo dell’A1, Nodo di Arezzo, e l’A14, Fano, con i necessari adeguamenti della viabilità locale e compatibilmente con i caratteri ambientali e paesaggistici dei territori interessati.

Per quanto riguarda il completamento della S.G.C. E78 Grosseto –Fano,- si legge nell’intesa - per il tratto che va da Ville di Monterchi fine alla E45, in Umbria, le Regioni Toscana e Umbria concordano di procedere, sempre entro il 2007, alla individuazione della soluzione progettuale condivisa per il lotto 7 tramite l’istituzione di un tavolo tecnico con Anas, a parte del Ministero delle Infrastrutture.

Torna all'archivio