[22/02/2007] Aria

E´ partito il treno verde a caccia dell´inquinamento urbano

LIVORNO. Per il suo diciottesimo compleanno, ritorna su rotaie la storica campagna di rilevamento dell´inquinamento urbano di Legambiente e Ferrovie dello Stato. Dopo un anno in cui l’associazione del cigno aveva dovuto fare a meno delle carrozze ferroviarie e portare la carovana itinerante di mostre, dibattiti, iniziative di educazione ambientale e dimostrazioni pratiche del peso che ognuno di noi ha sul pianeta, il Treno Verde torna finalmente a viaggiare sui binari.

Quello del Treno Verde è un lavoro di sollecitazione, di informazione e di denuncia costante che ha portato al raggiungimento di importanti risultati, quali l´approvazione della legge quadro sull´inquinamento acustico e il decreto legge sul benzene. Il curriculum scientifico del Treno Verde vanta più di 80.000 analisi sulla qualità dell’aria e sul rumore di più di 250 città visitate.

Ma oltre al monitoraggio atmosferico ed acustico, le carrozze del treno Verde adibite a mostra , attraverso modellini e plastici interattivi, affrontano i temi della mobilità sostenibile, dell´effetto serra, dei mutamenti climatici, e illustrano le possibili soluzioni: dal risparmio e efficienza energetica alle fonti rinnovabili.

Un mondo tutto attaccato: è questo il filo conduttore del percorso che va dal pensare globalmente all´agire localmente, dando a tutti i visitatori semplici consigli per il risparmio ambientale ed economico e la possibilità quindi di dare un contributo positivo al futuro del pianeta.

Oltre al monitoraggio scientifico e all´educazione ambientale ospitata a bordo del treno, ogni tappa prevede un ricchissimo programma: il Trofeo Tartaruga, gara a cronometro di mobilità urbana, i rilevamenti fonometrici con i bambini, laboratori del riciclo e del riuso, incontri e convegni che vedono confrontarsi gli attori sociali sui temi dell´inquinamento atmosferico, dell´energia rinnovabile e del risparmio energetico.

Partito oggi dal binario 1 di Roma Termini con la “benedizione” del Ministro dell’ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, e alla presenza di Roberto Della Seta, Presidente nazionale Legambiente e di Mauro Moretti e Massimo Orlandi amministratori delegati di Ferrovie dello Stato e di Sorgenia, che sono i due sponsor tecnici della campagna, la prima tappa del Treno Verde sarà a Firenze. Nella stazione di santa Maria Novella sul binario 16 il convoglio ambientalista sosterà dal 23 al 26 febbraio, dove sarà possibile visitarlo sia per gruppi di scolaresche la mattina dalle 9,30 alle 13 (su prenotazione), che di privati cittadini, per cui è aperto nel pomeriggio dalle 16 alle 19.

Tra gli appuntamenti a bordo del treno, venerdì è previsto un convegno per presentare il piano energetico del comune di Firenze, sabato per discutere del trasporto urbano e lunedì il trofeo tartaruga. Domenica mattina invece saranno organizzati laboratori di carta riciclata. Per informazioni Legambiente Toscana 339-2440913.

Torna all'archivio