[06/02/2007] Acqua

Il «Grainger challenge prize for sustainability» ai filtri antiarsenico del Bangladesh

ROMA. La National Academy of Engineering Usa ha annunciato che il premio "Grainger challenge prize for sustainability" 2007 ( un milione di dollari) andrà ad Abul Hussam, un professore di chimica della George Mason university di Fairfax immigrato nel 1978 negli Stati Uniti e originario del Bangladesh. Hussam ha sviluppato un sistema facile ed economico, per filtrare l´arsenico dall´acqua di pozzo e lo ha sperimentato con successo proprio nel suo paese natale. Ora progetta di usare la maggior parte dei soldi vinti per distribuire i filtri alle comunità povere del mondo.

Paradossalmente i casi di intossicazione da arsenico in Bangladesh e nell´India orientale sono aumentati in maniera esponenziale quando le agenzie internazionali di aiuto avevano distribuito finanziamenti per scavare pozzi profondi che hanno si portato acqua freatica fresca ai contadini ed alla popolazione che prima bevevano acque ferme e stagnanti piene di batteri e virus. Ma tutti ignoravano che l´acqua freatica conteneva alte concentrazioni tossiche di arsenico. Così, mentre le malattie contagiose declinavano, aumentavano I cancri alla pelle e mortali.

L´avvelenamento da arsenico interessa milioni di persone al mondo ed é difficile convincere la gente che l´acqua finalmente limpida può essere tossica.
«L´arsenico non si vede e non ha sapore ed odore – spiega Allan Smith, un epidemeologo della University of California di Berkeley - L´idea che l´acqua potabile cristallina e corrente finirà per causare un´affezione polmonare entro 20 o 30 anni è un po´ bizzarra. È non certamente popolare».

Hussam ha impiegato diversi anni nello studio di centinaia dei sistemi di filtrazione per arrivare a costruire il suo prototipo innovativo: un sistema semplice e "maintenance-free" che usa materiali poveri: sabbia, carbone di legna, scaglie di mattoni, limatura di ferro. Ogni filtro è composto da 20 libbre di ferro poroso, che produce un legame chimico con l´arsenico, rimuovendone praticamente ogni traccia dall´acqua di pozzo. Il filtro non ha bisogno di energia elettrica per funzionare.

Almeno 200 sistemi di filtrazione di questo tipo sono realizzati ogni settimana a Kushtia, in Bangladesh, e costano circa 40 dollari l´uno, già più di 30.000 sono stati distribuiti. Hussam ha detto che vuole usare il 70 per cento del suo premio per distribuire gratuitamente i filtri alle comunità povere, il 25% lo userà per ulteriori ricerche ed il 5% lo donerà alla George Mason

Torna all'archivio