[06/02/2007] Energia

Salta una centrale idroelettrica in Tagikistan

LIVORNO – Una potente esplosione ha danneggiato una centrale idroelettrica nel Tagikistan orientale, lasciando senza energia i 210 mila abitanti di quattro distretti montani della regione Gorno-Badakhshan ed il capoluogo regionale Khorog.

Il ministro per le emergenze Sirojiddin Mulloyev ha reso noto che tutti i quattro i generatori ed i macchinari della centrale elettrica Pamir-1 sono stati colpiti da un´esplosione avvenuta in un tunnel dal quale l´acqua estrae l´acqua per raffreddamento. Le cause dello scoppio sono ancora allo studio, ma le autorità sono propense a credere che si tratti di un incidente tecnico e non di un attentato.

Tutte le centrali elettriche nel Tagikistan sono state costruite durante l´epoca sovietica, dopo il crollo del comunismo nel 1991, con l´indipendenza questa repubblica dell´Asia centrale si è molto impoverita e non ha più potuto effettuare le necessarie riparazioni e manutenzioni degli impianti, probabilmente l´incidente della centrale Pamir 1 è il segnale di quello che potrebbe succedere in diversi stati post-sovietici che utilizzano centrali vetuste e non solo idroelettriche, ma anche a combustibili fossili e nucleari.

Torna all'archivio