[01/02/2007] Energia

Bush finanzia i biocarburanti e riduce i sostegni all´agricoltura ´ricca´

LIVORNO. Per la prima volta in una proposta di riforma del Farm Bill, la politica agricola statunitense, viene introdotto uno stanziamento di 1,6 miliardi di dollari per finanziare lo sviluppo delle energie rinnovabili ed in particolare i biocarburanti per ridurre le emissioni e gli effetti dei gas serra sul clima. E la prima concreta mossa dell´amministrazione Bush dopo la proposta di ridurre l´uso di benzina del 20% in dieci anni e di aumentare le scorte di biocarburanti fissando uno standard obbligatorio di 20 miliardi di litri di carburanti alternativi entro il 2017.

«Tra gli altri elementi rivoluzionari del Farm Bill americano c´è anche - dice Coldiretti - la proposta di esclusione dai sostegni previsti per l´attività agricola di tutti coloro che denunciano un "reddito lordo" complessivo superiore a 200mila dollari. Per quelli che rientrano al di sotto di questo limite e che quindi possono beneficiare degli interventi rimane confermata la fissazione di un tetto massimo di 360mila dollari nei sostegni percepiti. Si tratta di una misura verso la quale si sta orientando anche la politica agricola comune dell´Unione Europa per recuperare risorse alla qualità e agli investimenti e per combattere le situazioni di rendita e l´assistenzialismo. Occorre quindi proseguire nel cammino tracciato dalla riforma della Politica Agricola Comune dalla quale viene - conclude la Coldiretti - una decisa spinta dell´attività agricola verso la sicurezza alimentare e ambientale che significa anche un riorientamento delle risorse disponibili verso scelte imprenditoriali che premiano la qualità, il territorio e l´innovazione anche atrtraverso la produzione di energie rinnovabili».

Torna all'archivio