[01/02/2007] Energia

Pecoraro Scanio: «Aderisco al black out per il Pianeta»

ROMA. Dopo Legambiente anche Alfonso Pecoraro Scanio (Nella foto) sostiene l´iniziativa di Alleanza per il Pianeta, un gruppo di associazioni ambientaliste che invitano i cittadini a spegnere le luci, questa sera, per cinque minuti, dalle 19,55 alle 20,00, alla vigilia della presentazione del rapporto scientifico sullo stato di salute del pianeta dell´Intergovernmental panel on climate change.

Per il ministro dell´ambiente "Cinque minuti di tregua per il pianeta"«non solo è un valido strumento di sensibilizzazione rispetto allo spreco energetico, ma anche un evento per coinvolgere tutti, cittadini e istituzioni, di fronte a un problema, orami evidente e attuale, dei cambiamenti climatici. Per questo, come ministero dell´ambiente, sosteniamo l´iniziativa e invitiamo tutti a partecipare».

Più tiepida Greenpeace che apprezza il blackout volontario come buona iniziativa contro il cambiamento climatico e il nucleare, ma il responsabile energia e clima dell´associazione, Francesco Tedesco, sottolinea che «dobbiamo fermare il cambiamento climatico prima che questo ci costringa a spegnere le nostre lampadine per sempre. La vera rivoluzione non è spegnere le lampadine, ma cambiarle e sostituirle con quelle ad efficienza energetica. Se tutti gli italiani lo facessero il contributo alla lotta al cambiamento climatico sarebbe sensibile. Il nostro rapporto Energy Revolution mostra che entro il 2050 il 37 per cento dell´elettricità in Europa potrà essere risparmiata attraverso misure di efficienza energetica. Del fabbisogno rimanente, l´ 80 per cento di elettricità potrà essere invece soddisfatto dalle fonti rinnovabili».

Torna all'archivio