[19/01/2007] Elettrosmog

Elettrodotto, Comunità Montana: servono nuove valutazioni

PORTOFERRAIO. La Comunità Montana ha convocato per martedì 23 mattina alle 10.30 una riunione con i Comuni e le altre Istituzioni Elbane, la Provincia di Livorno e la Regione Toscana. Tema dell’incontro, che si svolgerà nella sede della Comunità, la definizione di una posizione univoca sull’elettrodotto con il fine di «una breve sospensione nella realizzazione, dando così modo di valutare con serenità - e con il pieno coinvolgimento delle Società Terna ed Enel – in un piano energetico unitario realizzabile in tempi rapidi (vista al considerevole mole di dati disponibili ( Ag 21 e altri) su quali impianti sia più opportuno concentrare le risorse disponibili».

La Comunità montana è giunta a questa decisione dopo aver visto il progetto presentato dalla Società Terna/Enel e la relativa richiesta di autorizzazione ai Comuni ed altri enti per la costruzione ed esercizio delle linee ad alta tensione (132 KV sull’ isola d’ Elba). Considerando inoltre l’impatto ambientale e paesaggistico che comporterebbe la realizzazione di tali impianti ( tralicci di 40mt, scavi, ecc.) e valutato come i recenti indirizzi del Piano Energetico Regionale, i protocolli di intesa nazionali per i Parchi nonché gli intendimenti delle Istituzioni Locali si stiano orientando, anche sulla scorta dei condivisi lavori di Agenda 21 coordinati dallo scrivente Ente, alla definizione di un piano energetico unitario per l’ Elba e le altre isole dell’ Arcipelago nel quale abbiano forte incidenza la produzione e distribuzione di energia da fonti rinnovabili.

Torna all'archivio