[26/10/2006] Energia

Volpi (Verdi) a Nocchi (Cgil): «Pannelli solari sì, rigassificatori no»

LIVORNO. Alcuni giorni fa, il segretario della Cgil Piero Nocchi, aveva parlato del problema energia nella nostra provincia. Spiegando che la Cgil ha «individuato nell’energia una grande opportunità per tutto il territorio. Mi riferisco all’offshore, al progetto di Rosignano, alle centrali Enel, alle centrali private, che si configurano come un’insieme da cui far scaturire una specie di filiera del settore, sviluppando le energie alternative ed incentivando l’avvio di produzioni ad esse collegate. Ad esempio (ma si potrebbero fare anche altri esempi...) una fabbrica di pannelli solari».

Un intervento che è piaciuto solo a metà ai Verdi livornesi. «Ringrazio Nocchi – dice Gabriele Volpi, capogruppo dei Verdi in consiglio comunale - per il suggerimento della fabbrica di pannelli solari. Lo riproporremmo in tutte le sedi istituzionali. Anche noi chiediamo da tempo un impegno in questo senso, ma non capiamo come si possano collegare i pannelli solari all´idea di fare del nostro territorio il tubo del gas per l´Europa. Prima di riproporre il terminal gas a Rosignano sarebbe opportuno che il segretario della Cgil si documentasse bene sui problemi di sicurezza di impianti di quel genere».

Volpi si definisce stupito della posizione ´senza se e senza ma´ di Nocchi. «Siamo tutti in attesa - dice - dei risultati dello studio della Commissione internazionale per l´impianto OLT che è a 12 miglia dalla costa e Nocchi pensa di metterne uno tra le case di Rosignano? Perché vuole mettere in pericolo la popolazione di Rosignano? Non crediamo che per i sindacati la sicurezza dei cittadini e dei lavoratori sia un´opzione alternativa. Non crediamo che si possa mettere davanti a tutto il ´tubo del gas´. E´ una posizione che ci sconcerta e che, come abbiamo più volte sostenuto, non fa parte di una cultura dello sviluppo sostenibile».

Torna all'archivio