[10/10/2006] Consumo

Il convegno delle «Imprese amiche dell´ambiente»

VIADANA (Mantova). «Il rispetto dell’ambiente può essere integrato fra i valori di un marchio, divenire strumento di comunicazione, costituire elemento di marketing e di relazione con clienti e consumatori: un processo possibile, ma lento e impegnativo, che subisce una positiva accelerazione nel momento in cui l’impresa si apre al confronto con altre imprese». Così si è concluso il convegno «Imprese Amiche dell’Ambiente: accresci il tuo business condividendo i valori dei tuoi clienti», che si è tenuto a Buzzoletto di Viadana nella cooperativa sociale Palm W&P.

Quando l’industria in genere (grande, piccola, artigiana) integra il concetto di sostenibilità ambientale (con tutto quello che questo significa) nella filiera della sua produzione, è sempre cosa buona. Anzi, è questa una delle strade necessarie per mitigare gli impatti. Quindi la scelta della materia prima, il processo di prodotto, la distribuzione, ecc. sempre nell’ottica del rispetto dell’ambiente. Che significa anche (cosa che sembra essere sistematicamente ignorata) che comunque quel prodotto prima o poi deteriorerà e diventerà rifiuto. Ogni passo che vada in questa direzione è quindi non solo utile, ma vitale.

Tornando all’incontro, ad organizzarlo è stata la Palm Spa che è specializzata in imballaggi in legno (pallet, casse e imballi industriali) e che fa parte delle attività del network Imprese Amiche dell’Ambiente, nato circa due anni fa su proposta delle stessa azienda. Il network riunisce un gruppo di aziende interessate a confrontarsi periodicamente sui temi legati allo sviluppo sostenibile.

Il network Imprese Amiche dell’Ambiente si ritroverà a Rimini, in occasione di Ecomondo, dall’8 all’11 novembre prossimi, all’interno di uno stand collettivo curato dalla cooperativa sociale Palm Work & Project Onlus, dove proseguirà lo scambio di contatti, idee ed esperienze sui temi dello sviluppo sostenibile.

Torna all'archivio