[09/10/2006] Comunicati

Sipario su Energeticamente

ROSIGNANO. Tre giorni vissuti «Energeticamente». E il bilancio è decisamente positivo. La mostra convegno dedicata al risparmio energetico e alle fonti rinnovabili, giunta alla sua seconda edizione, è stata promossa dal Comune di Rosignano Marittimo e da Ealp – Agenzia energetica della Provincia di Livorno.

Grande successo hanno riscosso i corsi di formazione, ma anche i laboratori per bambini e la mostra, dove ieri è stata registrata un’affluenza davvero consistente, mentre i tre seminari tematici hanno visto la partecipazione di ben due membri della Giunta Regionale, l’Assessore all’Educazione, Formazione e Lavoro Gianfranco Simoncini e l’Assessore all’Ambiente Marino Artusa.

L’iniziativa infatti era patrocinata anche dalla Regione Toscana e dalla Provincia di Livorno ed ha avuto tra i suoi sponsor Rea, Dalpex, Banca di Credito Cooperativo di Castagneto, Coop-Unicoop Tirreno e Asa.

Molto positiva l’esperienza dei corsi di formazione che hanno avuto una partecipazione consistente: oltre 100 partecipanti alle 8 ore del corso per installatori sul solare termico e 21 iscritti al corso sull’efficienza energetica di 24 ore, al termine dei quali sono stati consegnati gli attestati di frequenza.

Altrettanto soddisfacente l’adesione delle scuole ai laboratori energetici. Particolarmente interessante la sperimentazione di quest’anno del “corner”, ovvero un angolo dedicato alla presentazione di tecnologie e progetti che ha visto nell’arco di due giorni ben 22 interventi da parte di soggetti privati, Comune ed Ealp. Infine i seminari, tre in totale, ciascuno dedicato ad un aspetto importante delle politiche energetiche: l’educazione, la normativa e le agevolazioni.

L’intervento dell’Assessore Regionale all’Ambiente è stato inserito nel seminario “La normativa e la situazione energetica e confronto tra realtà diverse”, che è stato coordinato dal sindaco Alessandro Nenci. Artusa ha tracciato un quadro dettagliato delle disposizioni normative in campo energetico previste a livello regionale ed ha portato esempi concreti di realtà toscane in cui già si sta lavorando sull’utilizzo delle fonti alternative.

«Le politiche regionali tese all’ecoefficenza – ha spiegato – si concretizzano nelle linee guida per la bioedilizia. Con la certificazione energetica in particolare intendiamo dimezzare il consumo energetico degli edifici, possibilmente entro la fine del 2006. Vogliamo fare della Toscana – ha concluso – una vero e proprio distretto del rinnovabile, soprattutto per la produzione di idrogeno da fonti rinnovabili».

Un accenno anche alla questione sempre aperta del rigassificatore di Rosignano. «La preoccupazione principale della Regione – ha detto – è legata all’aspetto della sicurezza». Sempre sul fronte normativo è intervenuto anche Pietro Novelli della Regione Toscana, per parlare della Legge 39 del 2005 e della certificazione energetica degli edifici.

«Già oggi – ha ricordato Novelli – tutti gli interventi relativi alla realizzazione di impianti con fonti rinnovabili non sono soggetti ad alcun tipo di autorizzazione edilizia e tutti i maggiori volumi derivanti dalla coibentazione sono esclusi dal calcolo delle superfici».

Molto interessante anche il terzo ed ultimo seminario, coordinato dalla Dirigente Angela Casucci del Comune di Rosignano, dedicato al tema dei finanziamenti in campo energetico a livello territoriale.

Torna all'archivio