[15/06/2006] Trasporti

Chimica e intermodalità, domani forum a Rosignano

ROSIGNANO SOLVAY (Livorno). «Trasporto e chimica, l’evoluzione dell’intermodalità» sarà il tema in discussione domani, venerdì 16 giugno (inizio fissato alle 10), nel forum che si svolgerà nella foresteria dello stabilimento Solvay di Rosignano. Dopo i saluti del direttore generale di Solvay Italia Bruno Brianzoli, del Consigliere del gruppo Fs Luciano Canepa, di Alain Avau, supply chain manager Solvay Chemical International e del direttore di Trenitalia Logistica Giuseppe Smeriglio, è in programma una tavola rotonda che avrà per oggetto «Intermodalità e chimica, uno sviluppo da perseguire». Coordinato dal giornalista Bruno Dardani, direttore di «Monthly Logistics», di Bloomberg Finanza&Mercati, il confronto vedrà la partecipazione di Mario Castaldo, amministratore delegato della Cargo Chemical società del gruppo Fs specializzata in logistica; di Renato Mari, coordinatore logistica di Federchimica; di Giuliano Lamoni , presidente della Cemat, società che si occupa di trasporto combinato strada-rotaia; di Andrea Palombo, presidente dell’Associazione fra gli industriali di Livorno; di Paolo Pirro, direttore di Eleso; di Sergio Di Girolamo, amministratore di Grp multilogistics e di Giorgio Barsacchi, supply chain manager Solvay Chimica Italia. Le conclusioni della tavola rotonda sono affidate al viceministro dei trasporti Cesare De Piccoli.

Nel pomeriggio, cerimonia di inaugurazione del «Progetto San Carlo 2003». Vi prenderanno parte Alessandro Malvaldi, direttore dello stabilimento Solvay di Rosignano, Pietro Spirito, amministratore delegato della società del gruppo Fs Serfer ed il sindaco di San Vincenzo Michele Biagi.

Torna all'archivio