[14/06/2006] Urbanistica

Portoferraio: il centrodestra abbandona le commissioni consiliari

PORTOFERRAIO (Livorno). I consiglieri di centrodestra del comune di Portoferraio hanno scelto una maniera clamorosa per protestare contro la giunta del sindaco Peria: «Siamo stati costretti ad autosospenderci dai lavori di tutte le commissioni consiliari – scrivono in una nota – in segno di protesta contro la mancanza di rispetto nei confronti dei consiglieri di opposizione e, soprattutto, per la mancanza della tanto evocata partecipazione, parola che tanto piace a questa amministrazione, tanto da averne anche istituito un assessorato, ma che poco viene applicata nella realtà amministrativa di Portoferraio». Per i sette consiglieri la commissione sanità «il signor sindaco l’ha convocata solo due volte». Per quella che si occupa di demanio e patrimonio pubblico i problemi riguardano la concessione delle spiagge: «Quest’anno il bando è stato fatto senza sentire la commissione, estendendolo a più spiagge (ad esempio Scaglieri che lo scorso anno era stata tolta su richiesta di qualche commissario) e soprattutto estendendo la concessione ad anni 6, anche in questo caso il lavoro della commissione è stato ritenuto inutile dall´amministrazione comunale tanto da decidere che non fosse necessario chiederne il parere rendendo quindi partecipe delle scelte anche l’opposizione».

Quanto alla Commissione portualità, viabilità e traffico i componenti espressione dell’opposizione sarebbero stati «continuamente scavalcati». «In due anni, dall’inizio cioè dell’avventura amministrativa del centro-sinistra – dicono – sono stati concepiti e successivamente abortititi diversi piani del traffico per la zona del centro storico e del porto senza mai fare un passaggio anche solo informativo, nella preposta commissione consiliare». Infine la questione della commissione urbanistica, dove durante la discussione «alle osservazioni del nuovo Regolamento urbanistico molto spesso i commissari nominati dall’opposizione hanno garantito il numero legale in modo da accelerare i lavori per dare delle risposte positive alla città». «Come contropartita – conclude l’opposizione – la maggioranza di Portoferraio, nell’unica seduta in cui sono mancati i commissari dell’opposizione, ha esaminato un numero incredibile di osservazioni, denigrando ancora una volta l’operato di chi, per mesi aveva garantito il normale svolgimento dei lavori seppur in difficoltà visti i modi di fare di qualche dirigente».

Torna all'archivio