[01/07/2009] Comunicati

Disastro di Viareggio, Pavanello: «Ripristinare obbligo Seveso anche al trasporto di sostanze e prodotti estremamente pericolosi

MILANO. L’Associazione Ambiente e Lavoro propone al Governo e al Parlamento la necessità di ripristinare l’obbligo di applicare le norme sui rischi di incidenti rilevanti (Decreto legislativo n. 334/1999, detta “Direttiva Seveso”) anche al trasporto di sostanze e prodotti estremamente pericolosi.

Queste norme, introdotte in Italia prima con il DPR 175/1988 e poi con il D.Lgs. 334/1999 (e numerose altre modifiche e integrazioni):
àNON vigono per il trasporto ferroviario di sostanze pericolose, né per il trasporto né per il deposito e stoccaggio temporaneo
à ma sono obbligatorie per tutte le attività esistenti in Italia, pubbliche e private, compresi Ospedali, Piscine, ecc.)

Si tenga conto che:
- le aziende devono applicare le norme della “Direttiva Seveso”, se hanno almeno 10 ton di cloro ovvero almeno 50 ton di GPL
- una ferrocisterna contiene oltre 20 ton di cloro e oltre 40 ton di GPL
- un “treno” di 10 vagoni-cisterna contiene oltre 200 ton di cloro e oltre 400 ton di GPL!

*Segretario naz. Associazione Ambiente e Lavoro

Nota tecnica vedi link

Torna all'archivio