[10/06/2009] Energia

Al via i lavori per 21 impianti fotovoltaici sulle strutture ospedaliere toscane

LIVORNO. La società francese Cofathec, legata a Gdf Suez, si è aggiudicata la prima gara d’appalto indetta dalla direzione generale della Sanità Toscana per la realizzazione e manutenzione di impianti fotovoltaici per le 18 strutture ospedaliere dell’area vasta Nord Ovest Toscana, comprendente le province di Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara.

In associazione temporanea d’impresa con la Società ospedaliera fiorentina (Sof), Punto energie e Telecom, Cofatech si occuperà di tutte le opere di predisposizione, fornitura, installazione e manutenzione dei 21 impianti fotovoltaici destinati a soddisfare il fabbisogno energetico degli ospedali.

Gli impianti, della potenza totale di 2,8 MWe permetteranno ai 18 nosocomi di ridurre la bolletta energetica di circa il 10% e le emissioni di CO2 di circa 1.700 tonnellate/anno (circa il 10% in meno rispetto alle attuali). La prima installazione realizzata per l’Ospedale di Cecina sarà consegnata in autunno.

Il contratto del valore di 7,6 Milioni di euro avrà una durata complessiva di 4 anni.

«Si tratta di un progetto di grande respiro che riflette l’impegno dell’assessorato alla sanità della Regione Toscana per l’efficienza energetica e ambientale e lo sviluppo delle energie rinnovabili - commenta Sergio Tomasino, direttore generale Cofathec - sicurezza energetica, rispetto ambientale e riduzione dei costi di produzione a lungo termine sono gli stessi obiettivi che condividiamo con il cliente e che realizzeremo attraverso questo progetto».

Dalla sede di Firenze Cofathec si occupa già da anni degli impianti energetici di diverse Asl e degli 80 edifici della Provincia di Livorno ed è global service per gli alloggi universitari di Siena. A Firenze, Cofathec gestisce gli impianti di condizionamento di 450 edifici comunali e la manutenzione tecnologica degli impianti per lo stadio Artemio Franchi.

Torna all'archivio