[25/05/2009] Parchi

I gorilla a rischio energia

LIVORNO. Secondo il Progamma Onu per l’ambiente (Unep), la richiesta crescente di energia da parte degli esseri umani costituisce una minaccia sempre più pesante per l’habitat dei gorilla.

«La produzione di carbone di legna è la principale minaccia per le foreste che costituiscono l’habitat dei gorilla in numerose regioni e soprattutto nel parco naturale del Virunga, nella Repubblica democratica del Congo (Rdc)» si legge in un comunicato dell’Unep

Il progetto Year of the Gorilla (YoG) sostiene un’iniziativa che punta a dare alle comunità locali la possibilità di acquistare forni a forte rendimento energetico ed a basso costo, consentendo cos’ di utilizzare meno legname.

Ma all’utilizzo tradizionale, cresciuto insieme all’aumento della popolazione ed all’arrivo dei profughi delle eterne guerre congolesi, si è aggiunta la minaccia dell’esplorazione petrolifera: a Petit Loango, i Gabon, I risultati dell’estrazione di petrolio potrebbero rivelarsi pericolosamente negativi per la sopravvivenza della popolazione locale di gorilla e per le zone umide. In quel che rimane dell’areale del gorilla ora si fa avanti una minaccia ancora più seria: l’estrazione di uranio per alimentare le centrali nucleari.

La ricerca dell’energia rischia di trasformarsi nel colpo di grazia per questi grandi primati. Secondo l’Unep «una nuova minaccia sottoforma di accordi conclusi dagli Stati con delle imprese straniere per la produzione di biocarburanti, in particolare l´olio di palma, la cui impronta di carbonio è superiore ai carburanti fossili che cerca di rimpiazzare», potrebbe costare molto cara agli habitat forestali nei quali sopravvivono i gorilla.

«La protezione dei gorilla e dei grandi mammiferi è essenziale non solo per la loro sopravvivenza ma anche per il loro ruolo ecologico di dispersione di miliardi di sementi vegetali» spiega l’Unep

Secondo Robert Hepworth, segretario esecutivo della Convention on the Conservation of Migratory Species of wild animals (Cms-Unep),«Fermare l´attuale sovrasfruttamento delle risorse naturali è un elemento essenziale di qualsiasi strategia che porti ad un modo di vita sostenibile. Le foreste e boschi di Africa devono svolgere un ruolo centrale negli sforzi per evitare un pericoloso cambiamento climatico. C’è una forte attenzione scientifica verso il contributo finanziario che può venire dal carbon market per la conservazione dei gorilla e perché dalla protezione dell’areale dei gorilla si possa trarre un vantaggio economico attraverso la protezione delle foreste».

Oltre all’impatto dello sfruttamento energetico i gorilla sono minacciati dalla crescente richiesta di carne di scimmia da parte dei minatori del coltan che alimenta un bracconaggio inarrestabile.

Torna all'archivio